menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Insigne - foto parmacalcio.1913

Roberto Insigne - foto parmacalcio.1913

Parma-Venezia 1-1 | Punto di svolta

In gol Firenze (66') e Calaiò su rigore (75'): un punto che serve a poco

Dal nostro inviato

PARMA - Un punto che serve a poco, gli applausi che invece rincuorano il Parma che continua a mamncare l'appuntamento con la vittoria. L'1-1 arriva in rimonta, dopo un errore di Lucarelli che serve Firenze e dopo il rigore che trasforma Calaiò. D'Aversa si tiene per lo meno la reazione che la squadra ha mostrato e la panchina, per ora.

Il Parma torna all'antico con D'Aversa che accantona l'esperimento disastroso della difesa a tre che a Empoli ha imbarcato acqua ovunque riproponendo la difesa a quattro con Gazzola largo e molto mobile da un lato, Gagliolo abbottonato e attento dall'altro. Senza Munari, infortunato, con  Di Cesare in panchina e Ciciretti fermo per un problema muscolare, il Parma ritrova la mediana tipo con Dezi e Scozzarella sorretti da Scavone, deputato a contenere e a equilibrare la squadra sulla catena mancina, dove agisce Da Cruz che comincia bene e poi quasi sparisce. Il contrario di quello che accade a Roberto Insigne, partito male ma ritrovatosi con il passare del tempo. Suo infatti un tiro a giro che finisce fuori di un soffio. Il Parma c'è però, si riprende la partita senza rischiare nulla nel primo tempo e sfiora il vantaggio in almeno due occasioni. Una clamorosa, con Gagliolo che di sinistro trova l'incrocio dei pali. Non è momento, lo testimonia il gol che Ceravolo si divora a tu per tu con Audero su palla di Insigne.

Che sale di rendimento e cerca spesso di impensierire il Venezia che rinuncia a giocare e che si fa vivo solamente su un errore del Parma: Gagliolo regala il pallone a Litteri che lo spara via. Il Parma manovra, non rischia nulla e prova a passare in vantaaggio senza riuscirci. E al primo errore va sotto: Lucarelli si disimpegna male in un'azione difensiva e nel tentativo di spazzare il pallone lo recapita a Firenze che solo ha il tempo di segnare. Il Venezia aveva cominciato meglio la ripresa ma non aveva fatto granché per portarsi in vantaggio. E ci ha pensato bene il capitano che ha servito il pallone al centrocampista di Inzaghi nelle mire del Parma. Che però ha il merito di rimettersi in piedi subito e di riportarsi in partita grazie a un rigore che Scozzarella si guadagna e che Calaiò trasforma. Non succede più nulla se non il forcing confuso di una squadra che avrebbe meritato la vittoria e che si prende almeno gli applausi del suo pubblico. 

LA DIRETTA

IL TABELLINO 

parma-logo-nuovo-2-2PARMA (4-3-3): Frattali; Gazzola, Iacoponi, Lucarelli, Gagliolo; Dezi, Scozzarella, Scavone; Insigne 6 (81' Siligardi), Ceravolo 5 (71' Calaiò), Da Cruz. A disp: Nardi All: D'Aversa.

venezia-2VENEZIA (3-5-2): Audero; Andelkovic, Modolo, Domizzi, Frey, Falzerano (48' Firenze), Stulac, Pinato, Garofalo 5,5 (72' Del Grosso), Geijo, Litteri 5,5 (85' Zigoni) All: D'Angelo.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

  • Cronaca

    Covid: novanta nuovi casi e un decesso

  • Attualità

    Vaccino: entro fine mese in arrivo 354mila dosi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento