rotate-mobile
Sport

Pecchia al Festival dello Sport: "Non potevo dire no al Parma"

L'allenatore crociato: "Si tratta di un club storico, l'ambizione è quella di competere ai massimi livelli"

Ospite del Festival dello Sport di Trento, l'allenatore del Parma Fabio Pecchia ha parlato della sua nuova avventura sulla panchina crociata: "Non sono andato a Parma per soldi e per altre cose e speculazioni che sono state dette - ha spiegato l'allenatore crociato -. A Cremona ritenevo che il mio ciclo fosse concluso e quando è arrivato l'interesse di un club storico ho deciso di accettare. L'ambizione è quella di competere a livelli massimi". 

Dopo aver riportato la Cremonese in Serie A, al termine di un campionato straordinario, Pecchia ci riprova con il Parma di Krause. "In grigiorosso sono state belle stagioni - ha spiegato -. Prima la salvezza, con dei giovani non di appartenenza del club. Poi abbiamo costruito il gruppo e siamo riusciti a conquistate la Serie A. Si parla sempre dei giovani, io posso dire che sono importanti, al di là della categoria. Se sono forti devono giocare. A Cremona abbiamo puntano su giovani come Gaetano, Carnesecchi, Fagioli ed altri. È importante saperli valorizzare e non bruciarli, sembra scontato ma il passaggio fra l'una e l'altra cosa è breve. Bisogna saperli gestire, non solo in partita ma anche durante la settimana". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pecchia al Festival dello Sport: "Non potevo dire no al Parma"

ParmaToday è in caricamento