menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara-Parma 1-4 | Che poker! Crociati travolgenti

I gol di Calaiò (centesimo in B), Ceravolo, Gagliolo e Dezi regalano il successo alla squadra di D'Aversa

Dal nostro inviato 

PESCARA - Finisce in gloria: quattro gol in trasferta, tre punti e un balzo in classifica notevole. Iniezione di fiducia anche per il gioco espresso e la tenuta del campo tipica di una squadra cinica e affamata che ha ritrovato affiatamento e tranquillità. Nel primo crocevia del mese di marzo, il Parma di D’Aversa prova a rientrare con decisione e forza nel giro delle grandi per provare a sperare in un girone di ritorno consistente. In particolare il mese di marzo è zeppo di impegni e potrebbe essere decisivo in un senso o nell’altro. Contro il Pescara D’Aversa rispolvera Baraye nel tridente, che non giocava dal 1’ dalla partita con lo Spezia, che ha chiuso il girone di andata. A Cremona era subentrato e non era andata benissimo. All’andata fu protagonista di una sgroppata che si bloccò a un passo dal gol. Il senegalese farà reparto con Calaiò e Insigne. Il Pescara di Epifani scende in campo con un 4-2-3-1 compatto, che stranamente lascia il gioco al Parma e preferisce ripartire. Almeno dopo aver subito l’1-0 da parte di un giocatore che a Pescara ha fatto faville. Altri tempi, era il 2003, quando Emanuele Calaiò cominciava a sfidare le difese avversarie. Quindici anni dopo l’Arciere fa centro con la centesima freccia scoccata in Serie B. E pensare che a gennaio è stato a lungo sul mercato… .

LA DIRETTA

Prima la squadra di casa era riuscita a impensierire la squadra crociata con un palleggio elementare e lento e con una fiammata di Brugman che all’andata aveva fatto gol a una manciata di minuti dalla fine della gara. Rispetto alla quale il Parma conserva otto undicesimi, tra i quali c’è anche Calaiò che dopo dieci minuti pesca il centesimo jolly della sua carriera in Serie B. Un sinistro gentile che si insacca alle spalle di Fiorillo per l’1-0 che la squadra di D’Aversa cerca di legittimare mantenendo il campo e cercando il raddoppio in almeno due, tre circostanze. Manifestando la cronica mancanza di cinismo, lascia in partita il Pescara. Lucarelli e Dezi avrebbero buone possibilità per mettere al sicuro il risultato, ma prima la traversa poi Yamga impediscono ai giocatori di D’Aversa di esultare. Il primo tempo va in archivio l’1-0 che sta stretto ai crociati, bravi a controllare, meno a colpire quando è il momento. Come nel secondo tempo, quando pronti via, il Parma controlla, lascia il gioco al Pescara e prova a colpire in ripartenza: Baraye e Insigne non sono precisi, soprattutto il napoletano che a metà secondo tempo ha la palla buona per chiudere la partita ma la sciupa da buona posizione preferendo la potenza alla precisione. Precisione che invece trova Ceravolo che dopo sessanta secondi dall'ingresso in campo trova il gol. Parte probabilmente in posizione di fuorigioco e su assist di Scavone deposita in rete e mette in ghiaccio una partita che si stava complicando per via del ritorno di un Pescara orgoglioso che soccombe però nel giro di 3' grazie a una respinta di Fiorillo che mette in moto Gagliolo per il più facile dei tap-in. Ancora Ceravolo protagonista con un sinistro liftato che viene ribattuto senza forza dall'estremo difensore biancazzurro. Ma il Parma, che ama complicarsi la vita, riesce a rimettere in gioco una squadra senza sussulti e con poca inventiva. Il gol di Bunino rimette in gara, per pochissimo, il Pescara ma Scavone rimette in chiaro le cose nel giro di 7': chiude un'azione meravigliosa orchestrata da Baraye, Ceravolo, Insigne, Dezi. Suo l'assist che mette al sicuro la partita e il risultato. 

IL TABELLINO

PESCARA-PARMA 1-4

Marcatori: 10’ Calaiò (PR), 68' Ceravolo (PR), 71' Gagliolo (PR), 73' Bunino (PE), 81' Scavone (PR).

pescara-OK-2-2PESCARA (4-2-3-1): Fiorillo; Crescenzi, Coda, Perrotta, Mazzotta; Brugman, Valzania; Yamga (70' Capone), Falco 5 (60’, Bunino), Mancosu; Pettinari (87' Cappelluzzo). A disp: Savelloni, Balzano, Bunino, Fornasier, Cocco, Fiamozzi, Machin, Gravillon, Capone, Carraro, Cappelluzzo, Coulibaly. All: Epifani.

parma-logo-nuovo-2-2PARMA (4-3-3): Frattali; Gazzola, Iacoponi, Lucarelli (75' Di Cesare), Gagliolo; Dezi, Munari, Scavone; Insigne (85' Frediani), Calaiò (68' Ceravolo), Baraye. A disp: Nardi, Dini, Di Cesare, Mazzocchi, Ciciretti, Frediani, Da Cruz, Anastasio, Barillà, Di Gaudio, Ceravolo, Sierralta. All. D’Aversa

Arbitro: Illuzzi di Molfetta

Note: Ammoniti: Valzania (PE), Gazzola (PR), Baraye (PR).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    Il Parma perde, condannato da Cerri: Serie B a un passo

  • Cronaca

    Precipita con il paracadute: muore un 60enne parmigiano

  • Cronaca

    Coronavirus, aumentano i positivi: sono 130

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

  • Cronaca

    Prosciutto di Parma, 2020 anno nero: calano vendite ed export

  • social

    Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento