menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro l'Albinoleffe, D'Aversa: "Giocheremo contro una squadra ostica"

"Il Venezia gioca prima? Beh, a questo punto del calendario sarebbe giusto giocare in contemporanea"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - Roberto D'Aversa è sempre sul pezzo. L'allenatore riparte da quell'esultanza che è rimasta ancora negli occhi dei tifosi, quando con grandissimo ardone e senso di appartenenza (è arrivato un paio di mesi fa) è andato a sfogare tutta la sua gioia verso una curva che non ci credeva più. "Forse ho esagerato un po' - dice il tecnico - ma è stata una settimana troppo importante. Venivamo dalla partita con il Venezia, eravamo pronti per affrontare una squadra organizzata come il Pordenone contro la quale abbiamo vinto alla fine". Adesso sotto con l'Albinoleffe, per continuare il cammino verso un obiettivo che ormai è dichiarato e per nulla scontato. "Affrontiamo una squadra di categoria, organizzata, conosco Alvini personalmente perché abbiamo fatto il corso da allenatore insieme, ci sarà da battagliare. Ci aspetta una partita ostica contro una squdra che cerca il risultato con il gioco. Utilizzano un 5-3-2 e quando dico che si trtta di una squadra di categoria lo dico per indicarne i pregi più che i difetti. Se pareggeremo il loro atteggiamento poi ce la giochermo. L'atteggiamento è tutto. Munari? Si è allenato tutto il giorno con noi venerdì, ha saltato solamente due giorni ma è un giocatore che può essere utilizzabile, parte con noi". Poi un piccolo passo indietro, alla partita contro il Pordenone. "Nell'analisi della gara ci facciamo influenzare molto dal risultato. Poi a mente lucida mi sono accorto che abbiamo giocato anche nel primo tempo, abbiamo regalato due gol, chiaro, ma non abbiamo fatto una prova così negativa come avevo detto in conferenza stampa. Venivamo da una partita in cui eravamo stati raggiunti nel finale, avevamo uno stato d'animo non molto sereno e quindi ci sta che poi vai sotto con una grande squadra, forte e organizzata. Sinigaglia? Si è calato bene nella parte, è magari indietro fisicamente ma spero ci possa dare una mano. Però non si fa altro che parlare del mercato del Parma, che aveva fatto bene anche prima, quando i nuovi innesti non c'erano. Da quando siamo arrivati abbiamo incanalato una serie di risultati incredibile, quindi c'è da far notare anche questo. La scelta dei giocatori è stata chiaramente condivisa, ho tanto a disposizione, ho giocatori duttili e penso che questo sia un grande vantaggio. Abbiamo operato sul mercato anche per questo. Ma conta l'atteggiamento. Sin dal primo giorno in cui sono arrivato Baraye e Nocciolini mi hanno colpito per lo spirito di sacrificio. Sono due attaccanti importanti, fanno una grande fase difensiva, fanno gol e questo migliora molto la questione mentale dei ragazzi. Con un valore di collettivo poi si evidenzia anche il risultato dei singoli, mai il contrario. Mentalmente stanno bene e hanno delle certezze, ma devono mantenere sempre lo stesso spirito. Ad Ancona ad esempio, Nocciolini aveva fatto bene, era uno di quelli che aveva un grande spirito. Il calendario? Il campionato è arrivato ad un certo punto ed è giusto che giochino tutti nello stesso orario". 

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Attualità

Cgil: assemblea per far ottenere i rimborsi ai rider

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, 76 nuovi casi e 3 morti

  • Cronaca

    Covid: a Parma e provincia riaprirà un ristorante su due

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per i genitori dei minori disabili

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento