Vigilia contro l'Atalanta, Donadoni: "Concentrati solo sul campo"

Il mister crociato torna a Bergamo, città che l'ha visto muovere i primi passi su un campo da calcio. "Giocare li sarà un'emozione particolare, ma sono concentrato su ciò che deve esprimere la squadra"

Roberto Donadoni in conferenza stampa

Contro l'Atalanta come contro il Napoli. Poco, pochissimo lo spazio per i ricordi, anche se qui Donadoni ha cominciato la sua carriera straordinaria da calciatore. Contro l'Atalanta non contro il suo passato, perchè il passare del tempo ha attenuato la nostalgia, rimasta però accesa in una piccola spia. Inevitabile. "Sono passati tanti anni - dice il tecnico gialloblu - questo diluisce un po’ il discorso, anche se quella è la squadra in cui sono cresciuto e a cui sono molto legato. Giocare nella mia terra sarà un’emozione particolare, ma sono concentrato su ciò che può e deve esprimere la mia squadra".

SENZA CONCEDERE -  Già, il campo da gioco, giudice supremo, del quale il Parma non si fida e non si può fidare. Le ultime prestazioni sono state si convincenti, ma coronate da rimpianti per la mancata concretezza sottoporta, che, in sfide come questa, potrebbero fare la differenza. "L’Atalanta - avverte Donadoni - è una squadra pericolosa soprattutto in ripartenza, per cui dovremo essere bravi a concentrarci su di noi e sul nostro gioco, evitando di concedere spazi. Sarebbe un suicidio. Bergamo un ambiente ostico? Il terreno di gioco è sempre uguale. Bergamo è un ambiente tosto. Hanno già raggiunto una classifica importante nonostante la penalizzazione e questo perché sono arcigni e sanno quello che vogliono, ma il rettangolo di gioco è uguale sia per noi che per loro, ciò che accade intorno non ci deve influenzare".

SENZA INFLUENZE - Come non deve influenzare la classifica. Nessuno si sarebbe immaginato una posizione tale a questo punto del campionato, il Parma ha parecchio da recriminare in questo senso, eppure ci si trova in questa zona. "Credo che se si è convinti di ciò che si sta facendo la classifica si può anche non guardare. Le tensioni però non ci devono essere se si ha la convinzione di aver fatto tutto con grande serietà ed impegno. Noi possiamo fare meglio, ci sono aspetti da migliorare. Avremmo potuto ottenere più punti in queste ultime giornate, ma ad esempio sotto porta, possiamo essere più lucidi e per progredire in questo dovremo essere più di frequente in area a provarci. Solo così non ci faremo trovare impreparati in quelle situazioni".

SCELTE -  Impreparato di certo Donadoni non vorrà essere nella scelta dell'undici da opporre a Colantuono. Vuole avere le idee chiare e, una mano sotto questo punto di vista una mano gliela può dare la rifinitura di oggi. C'è da fare i conti con un affaticamento muscolare di Galloppa. Se dovesse essere in difficoltà, il centrocampista romano potrebbe essere sostituito da Valiani come mezzo interno, con Mariga a sinistra. Le soluzioni sono tante, Musacci è rientrato dalla squalifica, e va ad insidiare Valdes nella posizione di regista davanti alla difesa. "La rifinitura di oggi sarà importante per definire le scelte e fare le ultime valutazioni - dice Donadoni. Per quanto riguarda le energie da spendere dopo il recupero con la Fiorentina ho fiducia nei miei ragazzi. Mi aspetto una reazione. La fatica è anche molto nella testa per cui non possiamo fare calcoli. Nei nostri pensieri c’è solo Bergamo". Il centrocampo dovrebbe essere completao da Biabiany a destra e Modesto a sinistra, con Giovinco e Okaka davanti. In difesa il rientro di Lucarelli completa il reparto, con Zaccardo e Paletta pronti a difendere Mirante.

QUI ATALANTA - Uomini contati per Colantuono. "Siamo pochi ma buoni" non si è però lamentato delle assenze il tecnico nerazzurro che comunque qualcosa si dovrà inventare. Dietro crescono le quotazioni di Ferri, ma la difesa è tutta da ridisegnare. Da decidere l’attacco: probabile l’impiego di Carrozza alle spalle di Denis, ma resta in corsa per una maglia anche Gabbiadini. Lunga la lista dei non convocati: Capelli, Lucchini, Marilungo, Masiello, Stendardo, Tiribocchi. Ma come ha detto Colantuono, l’Atalanta cercherà di fare di necessità virtù.

PROBABILI FORMAZIONI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


formazione_atalanta-2formazione_parma-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento