Vigilia Catania - Parma, Donadoni: "Senza sbavature, concentrati e concreti"

Al Massimino, il mister gialloblù cerca il riscatto dopo una falsa partenza: "Non è questione di modulo - spiega in conferenza stampa - si tratta quindi di togliere quelle distrazioni che fanno la differenza e che fin qui ci sono state letali"

Mister Donadoni in conferenza stampa - foto parmatoday.it

Da dove il Parma non ha mai vinto, al Massimino, Donadoni riparte e cerca di invertire la rotta dopo un inizio negativo. La partita contro la Roma ha lasciato strascichi, qualche perplessità sul modulo e molte incertezze su un atteggiamento che, a tratti, specie dopo il gol di Florenzi, è apparso arrendevole, tipico di chi si accontenta. Certe cose il mister le ha notate, "quelle distrazioni che sono state fatali", Donadoni non le vuole vedere più. "Abbiamo subito un gol, quello del pareggio, dopo un minuto e mezzo dal rientro in campo, per una nostra disattenzione. Ma non mi pare che l'avversario ci abbia dominato. Dobbiamo cercare solo di eliminare quelle sbavature che ci sono costate care". 

SOSTITUZIONI E DISTRAZIONI -  "A Catania è vietato sbagliare, ma non sarà neanche facile centrare l'obiettivo. Con Paletta fuori uso, (ne avrà per un po'), Valdes più no che sì, Donadoni svaluta qualche cambio, almeno negli uomini, dato che c'è da dosare le forze, in vista di un trittico delicato che comincia a Catania e finisce a Firenze. In mezzo l'Atalanta e un pensiero a quella difesa a quattro, mai sepolto del tutto. E che al Massimino potrebbe ritornare utile viste anche le caratteristiche di un avversario spregiudicato e tecnico. Il Parma sa che sarà una battaglia, "Troveremo una situazione - spiega mister Donadoni - che non rispecchia il valore del Catania. Troveremo un gruppo estremamente deciso e convinto di poter ribaltare il trend negativo. Non dobbiamo concedere loro spazi e possibilità di ripartire. Hanno infatti qualità tecniche e gamba per incidere. Chi avrà più voglia di far risultato - conclude - secondo me potrà avere la meglio". Una partita tutta da giocare, e dal risultato incerto, soprattutto per chi, come Donadoni, non ha la sfera di cristallo. "Io non ce l'ho, sarei ben felice di poterla avere. Come succede quando fai un cambio. Non possiamo decidere in base a un referendum popolare, io faccio le mie scelte, in base a quello che vedo tutti i giorni. Con il senno di poi è troppo facile giudicare, non vi pare? Dobbiamo ripartire dalle cose buone viste, soprattutto nel primo tempo della sfida contro la Roma, dove abbiamo tenuto bene il campo e dove ho visto una voglia di portare a casa il risultato. Ecco, le cose buone sono queste, per il resto limitiamo le distrazioni". 

Sulla formazione, ermetico come non mai, il mister non si sbilancia. "Voglio valutare alcune cose, Valdes ad esempio ha un problemino, vedremo come sta dopo la rifinitura". L'allenamento a porte chiuse di giovedì lascia intuire che qualche cambiamento ci sarà. A parte la solita pretattica "non è questione di modulo", il Parma di Catania potrebbe avere una difesa a quattro, con Cassani a destra, o Benalouane, e Gobbi a sinistra. Felipe e Lucarelli se la vedranno con Bergessio e Leto, Barrientos partirà dall'esterno o, a massimo, dalle retrovie agendo da trequartista. La mediana dovrebbe essere la stessa vista contro la Roma, con Gargano davanti alla difesa. In attacco, a seconda del modulo, due o tre punte, ovviamente. La terza, le prime due quasi sicuramente saranno Amauri e Cassano, potrebbe essere Sansone, che aspetta di avere una possibilità dal primo minuto. Ma è pur vero che Biabiany, uno dei migliori, comincia ad ingranare. Problemi, dolci questi, di Donadoni. Il collega, al contrario, ha aperto le porte e accolto i tifosi nella uscita contro la Primavera. Giovedì il 3-5-2 disposto da Maran, per mettersi a specchio dell'avversario, sa di pretattica. Possibile però, il tecnico del Catania non è nuovo a questi esperimenti. Tuttavia non è da scartare l'ipotesi di una conferma del 4-3-3 con alcuni ballottaggi. Bellusci è in vantaggio su Legrottaglie, Biraghi su Monzon per la fascia sinistra, Almiron su Tachtsidis per la mediana.

PROBABILI FORMAZIONI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

formazione_catania-6-2formazione_parma-25-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento