menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto D'Aversa - foto Parmatoday,it

Roberto D'Aversa - foto Parmatoday,it

Vigilia contro il Cittadella, D'Aversa: "Vorrei che partissimo subito forte"

Il tecnico crociato: "Loro sono un'ottima squadra, guai a sottovalutarli"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - Il CIttadella è un'insidia. D'Aversa lo sa bene e prova ad andarci con i piedi di piombo, cercando di evitare disastri e, nello stesso tempo, che i suoi sottovalutino inconsciamente l'impegno. Se da un lato partite come queste possono impartire lezioni affatto scontate se prese sotto gamba, dall'altro si deve tenere sempre in mente la partita di Frosinonedove il Parma, seppure sconfitto, ha comunque disputato una buona ora di gioco senza portare a casa nulla. "L'aspetto positivo - dice D'Aversa - è stato aver fatto sessanta minuti buoni con un'ottima squadra. Il Cittadella è in salute, porta intensità in campo, è aggressiva, mentalmente dovremmo essere pronti a fare una partita di sacrificio. Credo che se analizziamo tutte le partite nell'arco dei novanta minuti sicuramente abbiamo visto un po' di continuità in più e notato che ce ne vuole ancora parecchia. Ai miei chiedo di andare in campo dando il massimo, vorrei che leggessero la partita in maniera equilibrata. Vorrei che quando c'è da premere premessero, quando c'è da ragionare ragionassero. Dobbiamo imparare a leggere i momenti della partita, imparare a fare quello che c'è da fare.

Vorrei che partissero forte subito. 

Il sistema di gioco? Non è importante, è più importante come si interpreta la partita. A Frosinone la fase difensiva è stata interpretata in maniera diversa rispetto al solito.  Mi ha dato fastidio che i ragazzi abbiano commesso molti errori tecnici, soprattutto all'inizio della partita. Il rammarico maggiore è che dopo la prestazione positiva siamo andati a casa con zero punti. Non riesco ad accettare la sconfitta, è un mio difetto, penso che meritassimo qualcosa in più. Contro il Cittadella dobbiamo essere determinati. Loro in casa sono forti portano avanti una politica importante, giocano un calcio buono, sono aggressivi e convinti di quello che fanno.  

Nell'analisi noi abbiamo conosciuto le qualità e i limiti della squadra avversaria. Più nozione hanno i miei giocatori e più sappiamo cosa dobbiamo fare ma questo non significa solo appoggiarsi a quello che fanno loro. Abbiamo preparato la partita su un sistema di gioco che è un 3-4-1-2. , quello che ho detto ai ragazzi è che loro sono molto bravi ad aggredire alti. Portano una densità di giocatori importante nel lato palla, fanno densità e dobbiamo cercare di non subire le seconde palle, dove il Cittadella spesso fa meglio che in fase di prima impostazione. E' sicuramente una squadra che nessuno ha mai menzionato per i primi posti. Eppure fanno sempre degli ottimi campionati, bisogna affrontarla come se stessimo affrontando una squadra importante. Dato che è comunque una squadra importante". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento