menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro la Ribelle, Apolloni: "Giocherà Cotticelli in porta, Guazzo? Penso di sì"

Per la Coppa Italia il tecnico promuove un ampio turnover. "Giocherà chi ha avuto meno possibilità. E' una vetrina importante la Coppa, per noi e per i giovani. Certo che bisogna vincere, è un obiettivo"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
C'è la Ribelle, mercoledì il Parma non può steccare. È già decisiva e Apolloni non vuole passi falsi. "Jankovic? E un giocatore interessante. Dobbiamo valutare tutto. Ora è in Serbia a sbrigare delle pratiche burocratiche. Sereni?  Contento per quello che fa. Arriva un po' stanco sottoporta ma deve migliorare,  e uno che si sacrifica. Lucarelli? Non giocherà domani".

"Domenica -ha dichiarato Mister Apolloni- era più facile trovare la posizione con spazi ristretti. O sblocchiamo le partite subito o dobbiamo essere bravi ad avere pazienza. Quando non ci sono spazi bisogna trovare dei buchi che si aprono e lavorare con calma e pazienza. Dobbiamo essere molto più abili a trovare i varchi, magari con un lancio lungo e lavorare sulle seconde palle, cercando di più la profondità. La coppa è importante perchè è un obiettivo della società e una vetrina per i giovani. Guardiamo in casa nostra affrontando di gara in gara gli avversari e sapendo che troveremo delle difficoltà perché chi gioca contro di noi si chiude e non ci fa giocare. Dobbiamo lavorare soprattutto sulla pazienza. Il Parma ha tanti obiettivi e uno di questi è la Coppa. Il dover vincere per forza non aiuta. La squadra la voglio serena e sicura delle qualità che ha. Sfruttare queste qualità senza perdere umiltà di lottare e provarci fino alla fine. E' una competizione importante e bisogna giocare al massimo. Lo psicologo?  Macche psicologo, è un gestore delle risorse umane. Da una mano a sfruttare le risorse a partire da me. Con Cola ho avuto modo di lavorare anche altre volte, quindi sono sicuro del suo valore. Cotticelli giocherà domani. Cerco sempre di migliorare perché so che i ragazzi devono migliorare. Sono un rompiballe, ma pretendo molto e me ne rendo conto. Ma sono fatto così".

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento