Vigilia contro la Correggese, Apolloni: "Non siamo stati così scadenti domenica"

"Ci è mancato cinismo e lucidità. Ricordiamoci che ci sono anche gli avversari, quindi non possiamo sempre vincere. Noi abbiamo un solo nemico: noi stessi. Con la Correggese non sbaglieremo"

Dal nostro inviato

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

COLLECCHIO - "Cercheremo di non ripetere gli errori di domenica. Dobbiamo essere più cinici e lucidi. Le occasioni le abbiamo avute, facciamo la nostra gara e non pensiamo ad altro". Gigi Apolloni non ha dimenticato la gara contro il Mezzolara, ma vuole chiarire un punto: "Ho letto critiche che sinceramente non ci stanno, abbiamo giocato una gara non proprio perfetta ma non è stata proprio una cattiva partita". Chiarito il concetto, si passa a parlare della Correggese, squadra tosta che ha cambiato un bel po rispetto alla manita dell'andata e alla partita di Coppa Italia. "Le difficoltà ci sono sempre, avere a che fare con i giocatori bravi non è semplice scegliere. Io però valuto dagli allenamenti. Ad esempio Agrifogli è uno di quelli che sta facendo molto bene, può essere schierato. La gara di Coppa? Siamo stati eliminati ai calci di rigori e dopo una partita non esaltante, con una traversa e diverse situazioni da gol non sfruttate. Siamo usciti ai rigori. Questa è una sfida diversa, dove noi cerchiamo la continuità di risultati e di prestazioni. Abbiamo analizzato la partita contro il Mezzolara, abbiamo fatto cose positive e abbiamo sfruttato male certe situazioni. Abbiamo messo in mostra un'ottima fase difensiva, ma mi aspettavo più cinsmo davanti. Abbiamo parlato in settimana, abbiamo analizzato le cose che non hanno funzionato e ci siamo chiariti. Abbiamo trovato di fronte un muro ma non siamo stati così scadenti come ho letto. Ci è mancato cinismo e lucidità. Ricordiamoci che ci sono anche gli avversari, quindi non possiamo sempre vincere. Noi abbiamo un solo nemico: noi stessi. Stiamo lavorando per arrivare all'obiettivo, se a volte non giochiamo bene ci sta, ma se le critiche che arrivano sono costruttive ok, altrimenti non c'è dibattito. E' chiaro che bisogna lavorare per vincere. Ho una rosa importante, ho difficoltà nelle scelte, devo analizzare la settimana, gli ultimi allenamenti e come al solito farò le mie valutazioni. Abbiamo lavorato bene però. Longobardi? E' ancora fresco, vediamo a che punto è". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sepe cuore d'oro: non chiede gli affitti ai suoi inquilini

  • Coronavirus - Parma piange altri 14 morti, 48 nuovi casi: il totale arriva a 2.365

  • Coronavirus: muore a 60 anni l'attivista dei 5 Stelle Cinzia Ferraroni

  • Coronavirus, Parma piange altri 25 morti e 118 nuovi casi: il totale supera i 2.200

  • Coronavirus: muore a 54 anni Roberto Bocchi

  • Coronavirus, manca la manodopera per la coltivazione dei pomodori: ecco come candidarsi

Torna su
ParmaToday è in caricamento