menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mister Donadoni pensieroso - Tm News Infophoto

Mister Donadoni pensieroso - Tm News Infophoto

Vigilia contro l'Empoli, Donadoni: "Arrivare penultimi? Obiettivo raggiungibile"

Il tecnico prima della sfida contro i toscani: "Ridurci del 70% il credito? Ma a fronte di cosa, in base a che? Vediamo cosa ci dicono i curatori. Noi facciamo le nostre partite, poi se ne parlerà a tempo debito"

Quattro punti di penalizzazione, notizie non tanto confortanti sul fronte societario, Donadoni ha trascorso un'altra settimana di fuoco. E ha pure perso, male, contro il Genoa. In Toscana, domenica, ci sarà da affrontare una delle rivelazioni del campionato, che d'accordo, non fa tanti gol, ma che gioca un calcio eccelso, anche se a tratti. "L'Empoli è sicuramente una delle squadre che a detta di tutti ha fatto un ottimo campionato - dice il tecnico -, noi stiamo giocando spesso e non sarà facile affrontarli, ma spero che abbiamo almeno la freschezza per misurarci con loro. Ci vuole attenzione perché a Genova abbiamo subito l'impatto fisico dell'avversario. Vorrei avere una squadra reattiva almeno dal punto di vista muscolare, che sappia battersi". Ciò che a Genova non è successo, insomma. Sul futuro, certamente lontano da Parma, Donadoni si mostra consapevole delle sue potenzialità. "Penso di aver accumulato un'esperienza tale che mi permette di gestire qualsiasi tipo di gruppo. Se dovessi scegliere tra una squadra top e una di medio livello, beh, c'è poco da scegliere. Ma vorrei avere giocatori di un certo tipo, questa è l'elemento che mi piacerebbe di più, giocatori che si allenino con professionalità. Preferisco avere un giocatore che sia un professionista e che vuole arrivare, anche se dal punto di vista tecnico può avere qualcosa in meno, altrimenti dispendi delle energie per cose extra-campo. E questo non mi piace".

Sul fronte societario: "Non mi sembrano che si siano notizie negative. Sappiamo che la situazione negativa. Partiamo dal pessimismo, perché sappiamo che non è semplice uscirne. I curatori ci incontreranno a breve, assieme ad Ablertitni faranno le loro proposte. Arrivare al 70%? A fronte di cosa, ma perché? In base a quali discorsi. Vediamo che succederà da qui alla fine. Per non arrivare ultimi ci vuole grande dispendio di energie, sarebbe comunque il nostro obiettivo, un obiettivo raggiungibile". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento