Vigilia contro il Genoa, Donadoni: "Cassano? Ha preso un bel cazzotto, vediamo"

"Con il Milan ha preso un colpo in testa, vedremo come sta, valuteremo insieme con lui. Se ha smaltito quello, io credo che l'entusiasmo e la voglia di esserci non gli manchino"

Roberto Donadoni in conferenza stampa

Il Parma va a Genova con la vista ancora offuscata dalla vittoriosa partita contro il Milan. La parola d'ordine che circolava a Collecchio in questo periodo, nei giorni immediatamente seguenti all'impresa, era "dimenticare". Perché in casi come questi è facile che l'entusiasmo rompa gli argini e tradisca. In una gara delicatissima come quella di Genova, campo per tradizione ostico, dove il Parma in campionato ha vinto solo una volta, nel '93-'94, con un sonoro 0-4. Poi basta, due successi in Coppa e tante legnate. Per intenderci, quella con il Genoa è una sfida delicatissima, in una cornice di pubblico pazzesca e in uno stadio che rende al meglio e che sa rialzare i propri beniamini anche quando sono in difficoltà. Il momento dei grifoni non è brillante, quello del Parma sì. 

GENOA BIG - Ma per far si che continui, bisogna mettersi alle spalle la gara con il Milan, e pensare di affrontare il Genoa al meglio delle potenzialità. "Giocheremo contro una big - ha spiegato Donadoni - io la penso in questo modo, considero il Genoa una big, la Juventus no. Se ragioniamo cosi allora possiamo dire di aver fatto un bel passo in avanti. Per quanto riguarda la formazione, qualcuno per forza di cose riposerà, anche in vista della parttita contro la Juventus, perché non siamo tutti al meglio. Felipe ha preso un colpo, Cassano un cazzotto bello teso, se ha smaltito questo allora potrà essere della partita anche perché non vuole mollare sul più bello. Vediamo un po' come siamo messi, ma diciamo che grossi problemi non ce ne sono, come al solito mi riserbo gli ultimi minuti della rifinitura per decidere". In forse Cassano, che ha preso un colpo in testa che lo ha costretto ad uscire, in forse anche Gobbi che sicuramente riposerà. "Andremo a Genova per fare risultato, loro sono in difficoltà e sappiamo che hanno uno spirito combattivo non indifferente, ma noi stiamo bene e vogliamo vincere. Non sarà facile, troveremo un  ambiente ostico, che ci farà soffrire, dovremo essere compatti e bravi a sfruttare le loro eventuali difficoltà. L'arbitro non mi preoccupa, sarà all'altezza della situazione e non si farà influenzare dal fattore territoriale". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PROBABILI FORMAZIONI

_Genoa-3GenoaParma-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento