menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro il Genoa, Marino: "Partita che pesa, prova di maturità"

"Dobbiamo continuare ad esprimerci ai livelli di Palermo - dice il tecnico gialloblu. Con quella mentalità possiamo fare bene contro chiunque". Marques sottoposto ad accertamenti per capire l'entità degli infortuni

A Genova per ripartire, o meglio, a Genova per cercare di dare un segnale forte, per continuare a fare bene. Pasquale Marino ha le idee ben chiare e dopo la bella prova di martedì sera a Palermo, sa di poter contare su un gruppo compatto, con la voglia di fare risultato. "Partiamo per Genova con la consapevolezza di aver tenuto testa ad una squadra come il Palermo, per 120'. Non era assolutamente facile giocare alla pari dei rosanero, ma quello che abbiamo dimostrato ci deve dare forza per andare avanti. Mi aspetto una prova di continuità".

CAPITOLO GENOA - Continuità di prestazione, sia ben chiaro. Il Parma ha giocato bene, ha retto e risposto colpo su colpo alla squadra di Delio Rossi , ma a Genova sarà altra storia. "Anche se la squadra di Ballardini ha cambiato tanto ultimamente, mantiene quella qualità di base. Qualità - dice Marino - riscontrabile anche nei singoli. Certamente non starà attraversando un bel momento, ma credo che l'aiuto del pubblico e l'atmosfera di Marassi, aiuteranno la squadra. I problemi sono dovuti ai tanti cambi portanti da questa finestra di mercato, ma resta una squadra forte, di spessore, contro cui servirà il miglior Parma. Dovremo essere bravi a concedere poco, aggressivi e pronti agonisticamente". Ecco gli ingredienti che secondo Marino serviranno per fare bene nella bolgia di Marassi.

DUBBIO ANGELO FLETSCHER - La squalifica di Zaccardo, che è stato il giocatore con più presenze nella gestione del siciliano, ha generato un dubbio in formazione. Il ruolo di esterno destro dovrebbe esssere ricoperto da uno tra Angelo e Feltscher, che in settimana "hanno provato in quella posizione. Nel Lecce e, per buona parte della carriera, il brasiliano ha fatto quel ruolo. Feltscher è pronto, ma in ogni caso deciderò domani. Bisogna gestire bene le forze. Abbiamo avuto 5 giorni per recuperare, ma le partite sono tante e per giunta ravvicinate.

Andranno in campo i giocatori più in forma. Sicuramente ci saranno delle variazioni. Contare su più giocatori è un vantaggio". Detto della difesa, le variazioni ci saranno anche a centrocampo, dove Dzemaili potrebbe rientrare. Si potrebbe vedere Palladino dal primo minuto in quello che è stato il suo stadio per due anni e mezzo, magari contare sulla sua voglia di far bene. La stessa voglia che avrà Paloschi. "Spero che sia in ritardo di una settimana - dice Marino sorridendo. Lo abbiamo aspettato per sei mesi, ora vuoi vedere che gioca proprio conro di noi?. Sarebbe ingiusto (ride ndr)".

MERCATO - A pochi giorni dalla chiusura del calcio mercato, si cerca di fare il punto sulle trattative in entrata ed in uscita. Il Parma è una di quelle squadre che ha avuto da subito a disposizione i nuovi. "Questo è stato un vantaggio per noi, sicuramente. Allenarsi subito era importante per me e per loro. Integrarsi subito è stato fondamentale e più passa il tempo, più loro migliorano. Sono contento di questo gruppo, unito, compatto, affiatato, che nei momenti peggiori si è tirato fuori. Ci sappiamo aiutare a vicenda. Galloppa è il nostro ultimo acquisto".

IL RICORSO ACCETTATO - Intanto la società ha comunicato che "è stato accolto il ricorso del Parma F.C. riguardante la squalifica inflitta al difensore Massimo Paci, originariamente valutata quattro giornate, in seguito al fallo commesso su Eder in Brescia-Parma del 16 gennaio 2011 e alla conseguente espulsione. Per delibera del Giudice Sportivo la squalifica viene quindi ridotta a due gare, unitamente ad un ammenda di € 5.000". Marino è contento di questo. "Giustizia è fatta, come si dice in questi casi. Fa piacere riavere il giocatore a disposizione per il turno infrasettimanale, più siamo meglio è - dice Marino. Serve freschezza".

I PRECEDENTI

I precedenti di Parma–Genoa vedono in vantaggio i ducali. Al Tardini su 18 incontri ufficiali disputati, 15 in campionato e due in Coppa Italia, si contano per il Parma 9 vittorie, 8 pareggi  e una sconfitta (maturata nell’ultimo scontro del 18 aprile scorso, ko per 3-2).


PROBABILI FORMAZIONI

GENOA 4-4-2
1Eduardo, 18Rafinha, 13Kaladze, 3Dainelli, 4Criscito, 5Konko, 77Milanetto, 33Kucka, 7Rossi, 83Floro Flores, 8Palacio

A disp: 73Scarpi, 24Moretti, 43Paloschi, 20Mesto, 42Veloso, 71Jankovic, 22Destro

All. Ballardini

PARMA 4-3-3
83Mirante, 13Angelo, 29Paletta, 6Lucarelli, 18Gobbi, 80Valiani, 10Dzemaili, 7Candreva, 84Palladino, 9Crespo, 21Giovinco

A disp: 1Pavarini, 2Feltscher, 23Modesto,20Calvo 4Morrone, 14Galloppa, 86Bojinov

All. Marino

Arbitro: Sig. Pierpaoli di Firenze

Assistenti: Sigg. Carrer - Ciacaleoni
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento