Vigilia contro il Milan, Colomba: "Non perdiamo già in partenza"

Il tecnico crociato è consapevole della forza dei rossoneri, ma avverte: "Non bisogna fasciarsi la testa prima di giocare la gara. Sono i più forti ma noi andiamo lì per cercare di fare punti"

Franco Colomba parla del Milan in conferenza

Non c'è tempo per leccarsi le ferite. Il Parma è chiamato a reagire e a dimostrare che l'Atalanta è stata solo un intoppo, un passo falso nella corsa alla salvezza. "Meno male che si gioca" sembra dire Colomba. Il campionato offre subito una possibilità di riscatto contro il Milan campione d'IItalia, possibilità che i gialloblu vogliono sfruttare al meglio. Certo, sulla carta è una di quelle gare proibitive, ma Collomba sprona i suoi e non ci sta.

GIOCHIAMOCELA - Non si parte con la sconfitta in tasca, non si può partire così. "Il Milan è la prima forza del campionato, ma non dobbiamo fasciarci la testa prima di giocare la partita. Sicuramente abbiamo rispetto, ma non timore perchè il Milan vale il Napoli, l'Atalanta, il Cesena. Il tasso tecnico è notevole, il potenziale offensivo pure, ma noi dobbiamo dimostrare il massimo il massimo impegno, sapendo che le partite sono tutte uguali, non c'è da avere più rispetto o più considerazione per un avversario o per un altro". "Meno male, si gioca", pensa Colomba, perchè "stare a rimuginare sulle sconfitte per parecchi giorni è fastidioso. Siamo ancora rammaricati perchè non dovevamo perdere, certo, ma è capitato e capiterà, anche questo è il calcio. Come quando non meriti di vincere e vinci. Cerchiamo di riconfermare la prestazione, magari miglioriamola, contorniamola di punti, se possibile. Gli allenatori cercano la prestazione perchè al 90% - continua Colomba - se la centri vinci. Poi non metti in conto i particolari, nostri errori, errori diversi e raccogli zero punti, come domenica. I ragazzi sanno dove abbiamo sbagliato, c'è molta chiarezza tra di noi. Sappiamo di aver fatto una bella gara".

CRESPO? NESSUN PROBLEMA - Il Parma andrà a Milano senza Floccari, infortunatosi contro i nerazzurri, e Lucarelli, non convocato perchè, forse, diffidato e tenuto in caldo per la gara con il Cesena, diretta concorrente. Al suo posto probabile che giochi Santacroce, a menoche non voglia rischiare Zaccardo al centro con l'ex Napoli sulla fascia. Difficile vedere Feltscher.  "Dispiace - commenta Colomba su Floccari - perchè aveva trovato un bel ritmo dopo un avvio titubante ma previsto. Non è grave e  nel giro di pochi giorni potrà fare parte del gruppo. Biabiany? Si porta dietro una legnata rimediata dalla gara con il Genoa, m si è allenato regolarmente,  vedremo". Come si fa ad uscire indenni da San Siro? "Dobbiamo sbagliare poco, meno di domenica, anche se contro l'Atalanta abbiamo commesso due errori e siamo stati puniti al 100%. Le partite devono essere affrontate al meglio della concentrazione. Con il Milan non la consideriamo una gara già persa, l'obiettivo nostro è fare punti, con tutti". Contro l'Atalanta qualcuno ha storto il naso nel non vedere Crespo tra i convocati. "Credo sia normale il clamore e il rumore, l'interesse che c'è nei confronti dei campioni come lui.  Quando Crespo si proporrà al meglio, come sta facendo,  problemi non ce ne sono. Rispetto lui e gli alri e non ci sono problemi, io peò devo fare delle scelte in base a quello che vedo". A proposito di scelte, con il Milan potrebbe cambiare qualcosa. Colomba sembra intenzionato a far rifiatare Biabiany, uno dei migliori, e a schierarsi in modo più prudente, con Valiani sulla destra. In mezzo Jadid dovrebbe essere riconfermato, in leggero vantaggio su Galloppa, non al meglio. "Qualcosa probabilmente cambierà in vista di questa sfida - ammette Colomba. C'è un gruppo trainante l'ho detto più volte, ci possono essere però delle varianti di gara in gara. L'importante è fare bene però, prenderò in considerazione tutti. Chi toglierei al Milan? Quando esprime tutto il suo potenziale non ce n'è per nessuno. Il Milan, ancora più del Napoli ha un collettivo straordinario, li toglierei tutti" - chiude scherzozo, ma non tanto, il mister.

QUI MILAN - Allegri non si fida del Parma, nonostante la sua ultima partita coincisa con una sconfitta casalinga. "Una squadra che ha tanta qualità e corsa, sarà una gara molto difficile". L'obiettivo del Milan è quello di dimentiare i tre gol di Lecce e risalire la china, anche se, per il tecnico rossonero "il campionato è molto equilibrato, credevo di poter recuperare dei punti a chi sta davanti e adesso dobbiamo continuare a credere nelle qualità della nostra squadra. Con i miei ragazzi ho un buon rapporto. Abbiamo un obiettivo importante: riconfermarci e tornare a essere i favoriti. Non sarà facile perchè ci troveremo un Parma arrabbiato, che domenica ha perso immeritatamente.  A Napoli hanno fatto una buona partita, stanno giocando bene, l'unica brutta che hanno fatto è stata quella contro la Juventus".

PROBABILI FORMAZIONI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

formazioni-7

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento