menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tecnico del Parma c

Il tecnico del Parma c

Vigilia contro il Milan, Donadoni: "Il mercato? Speriamo arrivi qualcuno, siamo ottimisti"

L'allenatore non vuole parlare del caso Cassano: "Aria fritta che non merita commenti. Pensiamo solo a giocare a calcio e a fare quello che è nelle nostre possibilità. La strategia della società? Non ne abbiamo parlato"

Aria dimessa, un sole oscurato dalle nuvole rende ancora di più opaca l'aria che c'è intorno a Collecchio. C'è il  Milan, ma ci sono anche i problemi innumerevoli che il Parma deve risolvere. Si fa fatica a parlare di calcio giocato, ma il calendario propone la sfida mai banale con i rossoneri, che evoca ricordi interessanti. "Anche loro non vivono un bel momento, non conosco i loro problemi e non mi metto a giudicare. Ne abbiamo tante, troppe anche noi, ma dico che il Milan si affronta con la testa sgombra da tutti questi accadimenti che ci coinvolgono fuori dal campo. Noi dobbiamo affrontarli come sappiamo. E' vero che sonoin crisi e che avranno voglia di rivalsa, ma noi dobbiamo scendere in campo nello stesso modo in cui abbiamo affrontato la Juventus. Abbiamo un solo modo di giocare e approcciarci alla gara, senza pensare a nulla. La strategia della società? Non ne abbiamo parlato. Il presidente ha lasciato lo stadio appena dopo la partita e rientrerà solo nelle prossime ore. Quindi non abbiamo avuto il tempo. Ripartiamo dalla partita con la Juventus, abbiamo tenuto testa alla squadra più forte del campionato, con spirito di coesione e voglia di fare bene. Se non abbiamo questo tipo di atteggiamento finiamo male. Galloppa, ad esempio, ha fatto benissimo e questo ci fa ben sperare. Il mercato? bisogna essere ottimisti, perché se no partiamo con il piede sbagliato. Se è vero che la squadra non percepisce lo stipendio da luglio, il fatto che qualcuno di rimanere non vuol dire che si percepiranno gli stipendi. Non c'è nessuna garanzia ad oggi, a me non cambia nulla. Dobbiamo pensare di fare iol nostro dovere fino in fondo e rispettare quello che è un discorso di dignità personale. In entrata spero che qualcuno arrivi, se avessi Messi, Ibra e Cavani, possiamo parlare diversamente, ma ce la giochiamo con quelli che abbiamo. Lunedì è l'ultimo giorno, la società si attiverà e sono ottimista sull'arrivo di qualcuno. Cerri? Non so nemmeno io, onestamente, è un giocatore del Lanciano, bisogna parlare con loro. Cassano? Non so nemmeno cosa è twitter... Smettiamola con queste scemenze e parliamo di cose serie. Per me è aria fritta. Sul piano atletico sono sorpeso dai nuovi perché si sono calati in un contesto non facile, capendo le necessità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    L'Inter soffre, ma vince: al Parma restano solo i complimenti

  • Cronaca

    Covid: quasi 170 casi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento