menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Franco Colomba parla del Napoli

Franco Colomba parla del Napoli

Vigilia contro il Napoli, Colomba: "Non siamo le vittime di nessuno"

"Siamo consapevoli della forza del nostro avversario ma conosciamo bene anche le nostre possibilità. Andremo a giocarcela provando a fare la nostra gara"

La rifinitura di questa mattina a Collecchio, rigorosamente a porte chiuse, è servita al mister per sciogliere gli ultimi dubbi, se mai ce ne fossero, su quella che sarà la formazione anti Napoli. Valiani, abile e arruolabile finalmente, è in ballottaggio con Biabiany, altro che ha smaltito un problemino alla caviglia destra eattualmente in vantaggio sull'ex bolognese. In avanti la coppia Giovinco-Floccari.

CUORE, SACRIFICIO E GRINTA - Per il resto soliti volti, quelli che al mister danno più garanzia. Mirante avrà davanti a sè lo stesso quartetto che ha schiantato gli attacchi genoani, con Zaccardo e Gobbi esterni, Paletta e Lucarelli al centro. Detto del dubbio sulla fascia destra, quella mancina dovrebbe essere occupata dal solito Modesto, con Morrone e Jadid, favorito su Galloppa, a curare regia e corsa. In avanti ci pensa Giovinco, appena tornato dopo la sua prima gara da titolare con la maglia dell' italia. Questa a grandi linee la squadra che proverà a mettere i bastoni tra le ruote ad un Napoli pieno di entusiasmo. Servirà un'impresa, sia ben chiaro, anche perchè fino a questo momento del campionato, il Parma non ha mai raccolto punti in trasferta, con i numeri che sono preoccupanti. Sette i gol subiti a fornte dell'unica realizzazione. Colomba prova a pensare positivo. "I numeri ci danno torto, ma Juventus a parte, ce la siamo giocata. Non dobbiamo avere timore, cercheremo di invertire la tendenza già da domani. Come? Stando compatti e concentrati fino all'ultimo. I raddoppi? Servirà una gran partita contro una squadra da un collettivo eccezionale". Se Lucarelli togierebbe Lavezzi al Napoli, Colomba si porterebbe con sè tutti e tre i tenori, "per non fare torto a nessuno - dice scherzando. Al di là di questo, ci troveremo di fronte una squadra molto compatta, che vola sulle ali dell'entusiasmo, che è diventata matura e consapevole delle proprie qualità, una squadra da vertice. Sacrficio, forza e cuore, chiedo questo ai miei ragazzi".

NON FACCIAMOCI AVVOLGERE - Tradìsferta più che delicata quindi per i gialloblu, che si troveranno di fronte settantamila napoletani scatenati, a fare le prove generali per il gala di martedì sera, quando arriva il Bayern. Si teme un effetto Torino, con ambiente caldo e avvolgente. Il mister non ci sta e tranquillizza chi è preoccupato. "Conosco bene il San Paolo, anche i ragazzi sanno a cosa andranno incontro. Non ci spaventiamo e dico che la lezione contro la Juventus ci è servita per il prosieguo, anche se lì era la prima giornata, l'inaugurzione del nuovo stadio, tutto quanto ne è seguito. Non dobbiamo farci avvolgere, dobbiamo stare calmi e lucidi, sereni ed avere sangue freddo. Mi preoccupa la partita, penso solo a quella, bisogna stare concentrati per tutta la durata della gara, sbagliando il meno possibile".

QUI NAPOLI - Mazzarri invece non pensa, come qualcuno contrariamente lo faceva, al Bayern, non ora. Prima c'è il Parma, altro che sfida abbordabile. Quindi nessuna traccia di turnover, "Non c'è motivo di fare turnover - dice il livornese. Il rendimento peggiora dalla terza partita consecutiva in poi. Cavani? Sta benissimo, è un po' stanco del viaggio, ma è carico ed è pronto a giocare. I complimenti? Ringrazio tutti, ma io sono sempre stato uguale come allenatore; mi sono sempre concentrato sul mio modo di fare calcio. Sono sempre stato un tattico, mi piace trasmettere ai miei ragazzi quello in cui credo. Giovinco? Teniamolo d'occhio". formazioni-5                    

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    L'Inter soffre, ma vince: al Parma restano solo i complimenti

  • Cronaca

    Covid: quasi 170 casi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento