menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Franco Colomba in conferenza stampa

Franco Colomba in conferenza stampa

Vigilia contro il Cesena, Colomba: "Uniti e con gran voglia di riscatto"

Il tecnico smorza la tesnione. "Lo spogliatoio è sereno e vuole riprendere in fretta il cammino interrotto contro l'Atalanta". Pochi dubbi sulla formazione, rientrano Galloppa e Lucarelli, in attacco Pellè favorito

Dopo due sconfitte consecutive, maturate contro Atalanta e Milan, ingiusta la prima, pesante la seconda, il Parma cerca riscatto contro il Cesena, mai vittorioso e con 0 gol lontano dal Manuzzi. Si prevede un ritorno al vecchio per Colomba che, molto probabilmente, si affiderà alla coppia d'attacco che ha schiantato il Chievo, Giovinco-Pellè, data l'indisponibilità di Floccari, con Crespo che quasi sicuramente si accomoderà in panchina. A centrocampo si rivede Galloppa, che affiancherà Morrone, con Biabiany leggermente favorito su Valiani. Modesto e Gobbi saranno il traino sinistro, con il ritorno di Lucarelli vicino a Paletta. Zaccardo e Mirante completeranno l'undici gialloblu.

SETTIMANA PARTICOLARE - Quella che ha preceduto la sfida contro i romagnoli è stata "davvero una settimana particolare, in cui siamo passati dall’euforia post-Napoli, all’ansia. Naturalmente ci deve essere una giusta via di mezzo. Dobbiamo cercare di fare tesoro degli errori commessi nelle ultime gare e guardare avanti con ottimismo. Il gruppo vuole solo riprendersi dopo i due k.o. ed è voglioso di ribaltare questa situazione. Ci sono settimane dove si vede tutto nero,  quella che ci porta alla gara con il Cesena è una di queste. Tutti vogliono fare bene e bisogna portare positività per uscire da questo piccolo problema in cui ci siamo cacciati e mi sembra che la squadra abbia voglia ed intenzione di riprendere il cammino che ha lasciato qualche giornata fa". Si teme un possibile contraccolpo psicologico, di certo passare da Napoli a Milano, da euforia ad ansia, non fa di certo bene. Ma il dottor Colomba ha la cura giusta per guarire il suo Parma. "Nessun contraccolpo psicologico - assicura Colomba -  non ce ne devono essere. Abbiamo avuto degli alti e bassi durante le ultime gare e stiamo facendo di tutto per eliminare i bassi".

SPOGLIATOIO UNITO -  Tutti insieme, uniti verso l'obiettivo della risalita, a testimonianza di uno spoglaitoio compatto. "Il clima nello spogliatoio è di concentrazione e teso al riscatto. A volte per fare il salto di qualità serve anche un pizzico di buona sorta, quella che ci è mancata contro l’Atalanta. Sfida salvezza? Quella con il Cesena non è già una sfida decisiva in chiave salvezza. Siamo a casa nostra e abbiamo voglia di farci rispttare. Mi piacerebbe rivedere la gara contro l'Atalanta magari condita dal risultato. Dopo così poche giornate nessuno è già salvo o retrocesso. Certo che una vittoria darebbe a loro nuova speranza e a noi uno slancio importante. Il Cesena è una squadra che rispetto come però rispetto il Parma. Nel calcio gli esami sono continui, non dobbiamo abbatterci e cercare di recuperare la prestazione che ci ha permesso di ottenere risultati importanti. Per quel che riguarda la formazione non ho grossi dubbi. Pellè o Crespo? Non mi piacciono questi dualismi, non è giusto nei confronti dei ragazzi. Rispetto tutti, ognuno ha le caratteristiche giuste per poter far bene".

QUI CESENA - Giampaolo va a caccia della sua prima vittoria, in un inizio stagione segnato da soli tre pareggi e altrettanti gol. "Dobbiamo ripartire dal secondo tempo di mercoledì - dice il tecnico romagnolo - con quella determinazione siamo sulla buona strada però dobbiamo fare qualcosa in più sul piano del gioco e della serenità. Il Parma ha qualche in punto in più è una squadra che gioca con un 4-4-2 solido con esterni di qualità e di fantasia, Giovinco su tutti. Molti giocatori li conosco, ma non possiamo guardare troppo in faccia l'avversario e dobbiamo andare a caccia della partita perfetta. Se ci dobbiamo rimproverare qualcosa c'è una certa sterilità e a forza di parlarne ce ne siamo anche un po' convinti, abbiamo fatto partite nelle quali avremmo dovuto segnare diversi gol, in altre partite abbiamo tirato poco in porta, anche il Cagliari mercoledì non ha tirato in porta, anche la Fiorentina non ha tirato tranne una volta". Capitolo formazione. "Per domani devo ancora decidere qualcosa. Fino ad oggi non ho mai accampato alibi e sono andato avanti credendo in questo gruppo, non possiamo dare responsabilità ai giovani, fino a luglio si diceva che era la difesa a dover essere rinforzata oggi ci troviamo con problemi realizzativi in attacco ma ribadisco abbiamo bisogno di vincere, voglio rilanciare, abbiamo bisogno di una partita di spessore e carattere ma di grande qualità, cerchiamo risultato giocando calcio".

PROBABILI FORMAZIONI

formazioni-8

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento