Vigilia contro il Napoli, Donadoni:"Ci vuole una grande partita"

Gara molto sentita quella contro gli azzurri per il Parma, che deve fare a meno di Floccari e Gobbi. Per sostituire l'attaccante c'è una doppia ipotesi: Okaka o Biabiany vicino a Giovinco

Roberto Donadoni in conferenza stampa

Dopo il pareggio di Marassi, il Parma si prepara ad  affrontare una delle squadre più in forma di questo periodo, il Napoli di Walter Mazzarri. Mister Donadoni, inoltre, si troverà a sfidare la squadra che fu sua nel 2009, sostituito poi proprio dall'allenatore livornese. Nonostante ciò il timoniere crociato giura di non pensare a ciò che è stato, di non lasciare spazi a ricordi o emozioni, cercando di concentrare tutte le energie in una partita come tutte le altre, difficilissima, tanto che richiede la massima concentrazione da parte di tutti.

SCORDAMMOCE O PASSATO OK? -  Quindi si pensa solo al campo, senza tirare in ballo storie di ex o intrecci vari. Con Donadoni non  funzioano questi attestati di romanticismo, lui è uno pratico che vuole trasferire ogni attenzione sul terreno di gioco. "Quello che ho fatto in passato non conta, penso al presente. Il Napoli è sicuramente una squadra che ha dei valori assoluti con giocatori che permettono di avere una formazione farcita di qualità e di giocatori di spessore". Date le assenze per squalifica di Lucarelli e Valiani, a cui si aggiungono quelle per infortunio di Floccari e Gobbi e Ferrario, Donadoni non avrà il solito problema di abbondanza tanto declamato in questa stagione, e sarà costretto ad inventarsi qualcosa per sopperire alle assenze. Giura di non voler cambiare modulo, perchè la disposizione tattica conta si, ma fino ad un certo punto. "Ciò che conta davvero è il modo con cui si affrontano certe partite. Se scendiamo in campo concentrati e determinati fin dall'inizio, possiamo dire la nostra. Non penso di cambiare modulo, pretendo che la squadra approcci la gara con aggressività e determinazione. Solo così potremmo mettere in difficoltà il Napoli".

NAPOLI GRANDE - Squadra che viene da un filotto di vittorie confortanti, che segnalano come la squadra di Mazzarri sia riuscita a superare le difficoltà iniziali e sia pronta a recitare un ruolo importante. "E' una gara molto delicata, contro una grande squadra. Noi dovremmo fare una grande partita perchè il Napoli verrà qui pronto per la battaglia, sappiamo già che nessuno ci regalerà nulla e che dovremo conquistarci tutto sul campo. Inoltre stanno vivendo un momento di forma straordinario alimentato anche dall'entusiasmo delle vittorie tra Champions e campionato. Non dobbiamo farci condizionare da nulla, dobbiamo pensare solo a noi cercando di fare il nostro. Il fatto di giocare all'ora di pranzo non è un problemna, cambiano solo un pò le abitudini ma non vedo grosse difficoltà. Questo non deve essere un alibi e sicuramente ce la metteremo tutta per rendere felici i tifosi".

SCELTE - Veniamo alla formazione che Donadoni schiererà contro il Napoli. In conferenza stampa ha già detto che preferisce riservare ogni decisione dopo la rifinitura, quando avrà tutti di fronte. Ma resta un dubbio per reparto. Mirante, alle prese con un fastidio alla spalla dopo la botta di Genova, stringerà i denti. Zaccardo, Paletta e Brandao, o Santacroce, questo il primo nodo da sciogliere, a proteggerlo. L'altro dilemma è legato a Biabiany , uno dei più in forma. Donadoni può scegliere se impiegarlo a destra nel centrocampo per sfruttare la sua corsa sin da subito, o giocarsi la carta a partita in corso, quando i ritmi saranno un po' più bassi e la sua rapidità potrebbe diventare un'arma chiave. Se così fosse, Jonathan prenderebbe il suo posto, con Mariga, Musacci, galloppa e Modesto a completare il reparto. L'altro dubbio è in attacco. Vicino a Giovinco probabile la presenza di Okaka dal primo minuto. L'attaccante si è detto pronto, ma in quella posizione è pronto anche Biabiany. "Si tratta di giocatori molto diversi, con caratteristiche che si sposano bene con quelle di Giovinco che intanto  ha recuperato bene ed è tornato sereno dalla Nazionale, si è impegnato molto e mi aspetto una buona gara da lui, come ci ha abituato".

QUI NAPOLI - Mazzarri non si fida del Parma e vuole mettere in guardia i suoi: "Sotto la guida di Donadoni stanno facendo bene. Hanno giocatori importanti. Dobbiamo stare attenti alla fase difensiva, come sempre, ed essere aggressivi come lo siamo di solito quando affrontiamo le grandissime squadre. Io voglio vincere sempre, se stiamo bene fisicamente possiamo battere chiunque"

PROBABILI FORMAZIONI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


formazioni-18-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

Torna su
ParmaToday è in caricamento