menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mister Donadoni in conferenza stampa - foto parmatoday.it

Mister Donadoni in conferenza stampa - foto parmatoday.it

Vigilia di Parma - Roma, Donadoni: "Totti-Cassano? Vincerà chi avrà più fame"

E su Gargano il mister spiega: "Non ha ancora il giusto minutaggio ma sarà a disposizione". Sulla formazione: "Ho una mia idea e la valuterò con calma, conta l'atteggiamento non la disposizione tettica"

La Roma avrebbe la possibilità di abitare, per una settimana, lo stesso pianerottolo del Napoli. Inquilino scomodo, come cercherà di essere il Parma, che giura di dare filo da torcere all'avversario per riscattare una partenza falsa e far ricredere qualche scettico uscito allo scoperto, forse, presto. Nel palazzo della serie A non c'è posto per chi non è determinato. Buoni propositi sì, ma fino a un certo punto, occorrono i fatti. Donadoni lo sa e non ha paura, neppure pensa che ci sia un avversario motivato oltre le aspettative. "Il fatto di sapere che vincendo sarebbe in testa non cambia molto secondo me per i nostri avversari o per noi. La Roma arriva da due vittorie e questo la dice lunga sull'avversario che andiamo a incontrare. Da parte nostra ci dovrà essere grande entusiasmo, determinazione e voglia assoluta di fare risultato. Quando si trovano avversari di grandi qualità tecnica bisogna essere bravi a mettere la partita sul piano del ritmo e sull'intensità. E' necessario togliere spazi all'avversario per giocate che con il tasso tecnico che ha la  Roma sarebbero sicuramente importanti. Dovremo badare però non solo a distruggere ma poi anche a costruire e proporre. Ci aspetta una gara difficile e dobbiamo affrontarla dando il massimo".

IL DUELLO - A chi gli chiede di Gargano, Donadoni risponde: "E' un giocatore che ha viaggiato ed ha anche giocato e ha el recente passato poco minutaggio di gara, eccezion fatta proprio per la Nazionale. E' tornato da questa doppia gara un po' affaticato ma sono convinto possa essere a disposizione. Per noi e' un giocatore importante che da' peso alla squadra". Ci sarà una sfida nella sfida, tra amici, che si erano persi e poi si sono ritrovati. Parlano la stessa lingua calcistica, Antonio e Francesco e saranno di fronte per cercare di stupire. Donadoni li conosce, sa che saranno motivati, "hanno fatto percorsi diversi ma sono entrambi giocatori talentuosi, di spessore e al di sopra della media. Chi dei due domani sera avrà più fame e riuscirà a trasmetterla ai compagni farà realmente la differenza". Ci si devono attendere sorprese dalla formazione?: "Non sono tanto preoccupato dell'atteggiamento tattico - conclude mister Donadoni - ma piuttosto di quello che sarà il desiderio del gruppo di voler incidere e di voler determinare la prestazione. Ho una mia idea valuterò anche in base all'allenamento di oggi e a quello di domattina".

Contro la Roma sarà un banco di prova per la difesa, che potrebbe schierarsi a quattro e non più a tre. I dubbi restano, soprattutto nella testa di Donadoni che convoca Gargano e non Obi, e che punta su Cassano, nella eterna sfida con il suo amico Totti, circondato da uno tra Ljiajc e Gervinho, e Florenzi. Il capitano giallorosso avrà un compito particolare, cioè quello di fare gioco. Spesso vedremo indietreggiarlo nel consueto galleggiamento fra le linee, si prenderà la palla per favorire gli inserimenti dei compagni. Donadoni lo sa, non vuole farsi trovare impreparato, per questo sta pensando di inserire un uomo in più nella linea di difesa e un centrocampista, Valdes o Gargano, con il compito di prendere Totti in fase difensiva e seguirlo. Verosimilmente, in caso di 4-3-3, Felipe e Lucarelli sarebbero i centrali con uno tra Benalouane o Cassani sulla destra, Gobbi sulla sinistra. Il dubbio a centrocampo sarà risolto a un'ora e un quarto dall'inizio della gara, dipende da Gargano e da come sta. La voglia di buttarlo nella mischia è tanta, ma si deve pur tenere conto che il giocatore ha fatto appena tre allenamenti con la squadra. Poi c'è Sansone, che non vede l'ora di sciogliere le funi che legano le sue gambe. Nel caso di 4-3-3 sarebbe lui il candidato ad affiancare Ama, con Cassano che avrebbe la stessa licenza dell'amico Totti. 

PROBABILI FORMAZIONI

formazione_parma-21-2 formazione_roma-4-2

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento