menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro la Samp, Marino: "Non possiamo sbagliare, dipende da noi"

Contro la squadra di Cavasin, il Parma va a caccia di una vittria che manca da otto turni. "Dobbiamo avere la giusta mentalità e cercare di fare la nostra partita, senza timori e ansie.Importante non perdere" "

La settimana post -Napoli è alle spalle, la rabbia, il rammarico che aleggiava sui ragagazzi di Marino sembra essere alle solo un brutto ricordo. Importante lasciarsi dietro quanto accaduto domenica sera, importante ma difficile, indispensabile non pensare al passato. Domani contro la Samp occorrerà una prova di forza, contro uno degli attacchi peggiori della serie A, il Parma è chiamato almeno a condurre in porto un risultato utile.

SAMP, UN PO' COME NOI - In settimana Marino ha cercato di spronare la squadra, ha lavorato nella cura di ongi aspetto, soprattutto quello psicologico, che sembra il vero punto debole dei crociati. "Abbiamo fatto un ottimo lavoro, ci siamo allenati bene, abbiamo recuperato i ragazzi che erano in dubbio, Candreva, Amauri, Crespo e Giovinco saranno disponibili per domani. Sappiamo di affrontare una buona squadra, organizzata, con un buon gruppo, che ha avuto dei problemi simili ai nostri. Nessuno si aspettava di vedere le squadre, a questo punto del torneo, in questa posizione. Abbiamo dovuto fare a meno di giocatori importanti, noi per infortuni vari, loro per il mercato. Al di la di questo, sappiamo dell'importanza della gara. Loro giocano in casa e cercheranno di sfruttare il fattore campo".

CERCHIAMO DI VINCERE MA ... - Marino sa che si tratta di una gara che vale molto, tra l'altro, assicurra il tecnico siciliano, " c'è voglia di fare bene, siamo rammaricati, arrabbiati per quanto accaduto domenica, cerchiamo di trasformare questa rabbia in qualcosa di positivo, in modo da fare una buona prestazione e portare a casa punti importanti. Ne abbiamo lasciati tanti per strada, ora non c'è tempo per lasciarne altri. A Genova si va per vincere. Dovremo avere la mentalità che abbiamo sempre avuto, cercare di approcciare bene la gara, non attenderemo nessuno, cercheremo di imporre il nostro gioco. Poi è chiaro, di fronte abbiamo un avversario agguerrito, che cercherà di fare bene, ma noi non possiamo permetterci di perdere. Se la partita non dovesse andare come l'abbiamo preparata, dovremo essere bravi a raddrizzarla, bisogna, a volte, accontentarsi anche di un pari, dipende dalla gara".

DIPENDE DA NOI - Al mister gli fanno notare che la squadra sembra incapace di reagire al primo schiaffo che prende. Marino è d'accordo con queta analisi, "contro il Napoli si è visto. Nei momenti importanti della gara bisogna stare attenti, non dobbiamo commettere certi errori. Il fatto che non si reagisce immediatamente, è un problema da risolvere. Siamo alla fine, non c'è tempo di sbagliare. Il caledario? Guardiamo di gara in gara, pensiamo solo a noi, sappiamo che la salvezza dipende da noi. Vogliamo fare un buon finale, come è successo nel girone di andata".

PRESIDENTE E GIOCATORI - Un girone fa, Bojinov ha deciso la gara con una zampata all'ultimo respiro. "Sarebbe bello vincere anche in pieno recupero, ma a parte gli scherzi, serve una grande prova. In avanti abbiamo recuperato tutti, avremo l'imbarazzo della scelta. In difesa, la squalifica di Lucarelli viene compensata con il rientro di Paletta, affiancato da Zaccardo e Paci. Galloppa manca e l'unico dubbio di Marino sembra essere a centrocampo, con Candreva, in leggera flessione, che dovrebbe lasciare il posto a Morrone. Dzemaili lo affianca al centro, Valiani e Modesto calpesteranno le vie laterali di Marassi. Palladino e Giovinco dovrebbero essere a sostegno di Amauri, con Crespo pronto ad affiancare l'italo-brasiliano a partita in corso. In settimana sono arrivate le dichiarazioni di Ghirardi, dichiarazioni che fanno piacere a Marino e all'ambiente. La fiducia rinnovata al mistrer è segno di "un rapporto quotidiano con il presidente. Lui sa che stiamo lavorando, ci sta vicini e trasmette fiducia alla squadra". 

PROBABILI FORMAZIONI

SAMPDORIA 4-4-1-1
85Curci, 78Zauri, 28Gastaldello, 26Volta, 25Martinez, 7Mannini, 4Dessena, 16Poli, 3Ziegler, 8Guberti, 32Maccarone

A disp: 1Da Costa, 11Koman, 18Laczko, 6Lucchini, 27Biabiany, 20Padalino, 41Macheda
All. Cavasin

PARMA 3-4-2-1
83Mirante, 5Zaccardo, 24Paci, 29Paletta, 80Valiani, 4Morrone, 10Dzemaili, 23Modesto, 84Palladino, 21Giovinco, 11Amauri,

A disp: 1Pavarini, 26Pisano, 2Feltscher, 18Gobbi, 7Candreva, 86Bojinov, 9Crespo
All. Marino
 

Arbitro: Sig. Vaeri di Roma
Assistenti: Sigg. Romagnoli - Nicoletti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    L'Inter soffre, ma vince: al Parma restano solo i complimenti

  • Cronaca

    Covid: quasi 170 casi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento