menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mister Donadoni si prepara ad affrontare il Torino

Mister Donadoni si prepara ad affrontare il Torino

Vigilia contro il Torino, Donadoni: "Ci aspetta una gara di fatica"

"Si tratta di un avversario di grande rispetto, che cercherà di imporre il suo ritmo. Se vogliamo colpirlo bisogna ragionare da squadra"

Donadoni contro la squadra che, nella sua carriera di allenatore, non ha mai battuto. Un buon motivo per invertire la rotta e far segnare un "1" nella casella "vittorie contro i granata". Che si trovano ad avere la seconda migliore difesa dopo quella della Juventus, e un trand positivo da qualche gara a questa parte. Il pareggio di Palermo è stato definito come la miglior partita, ma la vittoria non è arrivata. Una buona occasione per cercarla contro una squadra che non batte dal 2002. Donadoni va a Torino con una valigia carica di belle speranze. La prima, cercare di dare continuità al gioco, visto a sprazzi contro la Samp; la seconda è chiaramente quella di fare risultato, attraverso una disposizione tattica quasi sicuramente diversa dall'ultima. Lucarelli dovrebbe infatti rientrare al suo posto e il modulo dovrebbe essere quello di sempre, con tre difensori e due attaccanti. In mezzo tanta densità, con qualche dubbio. Chi sostituisce Galloppa? Opzione uno: Acquah farebbe comodo in una gara in cui c'è da farsi il "mazzo" nel tentativo di arginare il gioco sugli esterni, magari con qualche raddoppio. Se no Marchionni, che male non ha fatto contro la Samp. E Morrone? Forse potrebbe essere utile, forse, ma lanciarlo titolare dopo otto gare sembra azzardato. Difficile che ci sia Musacci, doppio regista con Valdes.

RITMO E FATICA - Proprio a Galloppa si rivolge il tecnico. "Noi lo aspettiamo, sono sicuro che avrà un ruolo da protagonista in questa squadra. Lui è stato con noi in questa settimana per prepararsi all'intervento. Gli auguro il meglio. Per quanto riguarda le alternative bhè, abbiamo un'ampia scelta. Chi andrà in campo lo farà anche per Daniele". Di sicuro non ci sarà Mirante, squalificato, al suo posto Pavarini, "portiere di sicuro affidamento. Le ammonizioni ci sono anche per i portieri, basta vedere la partita contro la Samp. Quelle che mi fanno arrabbiare sono le ammonizioni prese per proteste". Dopo di che il mister bergamasco conferma che "La gara con il Torino sarà una partita di grande ritmo e fatica. Si tratta di un avversario di rispetto che possiamo colpire solo ragionando da squadra. In termini di classifica sono alla pari con noi, perciò dovremo giocarcela. Stanno facendo un buon campionato, non mollano mai e sono una squadra ben organizzata. Il modulo? Potrebbe cambiare ma non in funzione dell'avversario. Voglio pensare a noi piuttosto che agli altri". Tra le speranze di Donadoni c'è anche quella di strappare la prima vittoria in trasferta. "Ogni gara ha una motivazione aggiuntiva - spiega il tecnico - rispetto a quella che ci sono già. Il Parma deve fare in fretta a raggiungere un buon livello motivazionale, solo così si potrà crescere ancora. E' importante in questo campionato essere al top dal punto di vista mentale, noi cerchiamo di esserlo. La settimana scorsa ha visto protagonista Amauri,spero che trovino il gol anche gli altri attaccanti, sarebbe importante molto".

 

PROBABILI FORMAZIONI

 

558640_Torino-2 Parma-Toro-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento