menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabrizio Leoni

Fabrizio Leoni

Concluse le prove a Varano per il Trofeo Italiano Amatori

Nella 600 Base a partire dalla pole position sarà il vincitore di Vallelunga Marco Berniga per la Yamaha. Il ventenne carrozziere comasco, al primo anno di gare ed al debutto assoluto a Varano

Quarta prova delle cinque in programma del Trofeo Italiano Amatori e della Michelin Power Cup, oggi sul circuito Riccardo Paletti di Varano, le gare odierne assumono notevole importanza in tutte le classi perchè potrebbero attribuire fisionomie molto più definite prima del round decisivo del Mugello; ma le prove hanno confermato il grandissimo equilibrio che regna nelle posizioni di vertice e che rende ancora più elettrizzanti le sfide in programma.  Nella 600 Base a partire dalla pole position sarà il vincitore di Vallelunga Marco Berniga (Yamaha il ventenne carrozziere comasco, al primo anno di gare ed al debutto assoluto a Varano. In prima fila anche il diciottenne napoletano Raffaele Falgiano (Yamaha) ed il ventinovenne reggiano Alessandro Moncigoli (Yamaha), anch’egli esordiente nelle competizioni.  Nella 1000 Base meritata pole position per il piemontese Andrea Masarin (Suzuki); il trentaseienne camionista di Ghemme (Novara), al debutto nelle competizioni, ha sfruttato a fondo la maggiore agilità della sua GSX 750 e si augura di poterlo fare ancor più in gara, sull’unico tracciato che non penalizza la sua moto rispetto alle 1000. Decisa dalla prima sessione l’intera prima fila con Andrea Baudo (Suzuki) e Ivan Tomaselli (Honda) ad inseguire il poleman.   Anche a Varano la 600 Avanzata si è confermata categoria vitalissima, estremamente combattuta e con numerosi piloti in grado di recitare un ruolo da protagonisti. Decisivo, nonostante il caldo, si è rivelato il secondo turno che ha visto due piloti demolire il “muro” dell’1’12”, il vincitore e poleman del Mugello Andy Rossi (Yamaha) e Alessio Bronzini (Yamaha) hanno preso le prime due posizioni relegando in terza il laziale e attuale leader della classifica Mario Saporito (Yamaha). Al termine del primo turno delle qualificazioni Marco Sorgato (BMW), capoclassifica della 1000 Avanzata, non era soddisfatto a causa dell’indolenzimento degli avambracci, ma nella seconda sessione il ventitreenne padovano è riuscito ad esprimersi al meglio ed a strappare la pole position (3.a della stagione) al suo diretto avversario Luca Mazza (Honda). Completa la prima fila dello schieramento di partenza il ventinovenne bergamasco Ettore Carminati (Kawasaki). Tra i due “litiganti” il terzo gode anche nella 600 Pro. Quando sembrava infatti che il discorso per la posizione al palo fosse ristretto a Samuele Cini (Yamaha) ed alla wild card Paride Sereni (Yamaha), che detenevano i due migliori tempi al termine di un primo, tiratissimo turno, è spuntato ancora una volta il sempreverde Emanuele Vidoli (Honda) che ha messo tutti d’accordo, firmando la quarta pole position consecutiva su altrettante prove. 

Dopo la grande delusione del Mugello, dove è stato bloccato da un inconveniente tanto raro quanto potenzialmente pericoloso come l’allentamento del dado che tiene il perno della ruota  posteriore, il reggiano Fabrizio Leoni (BMW) ha immediatamente suonato la carica su una pista a lui pressoché sconosciuta ottenendo la pole nella 1000 Pro precedendo il temibile Danilo Ursic (Honda) e il trentatreenne sardo Libero Cirotto (BMW).  Anche nella Michelin Power Cup le prove sono state molto equilibrate e combattute, nella classe 600 la wild card Andrea Cherubini (Honda) ha messo in gioco tutta la sua grinta e con una prima sessione da manuale,  ha stampato un crono che nessuno è riuscito a migliorare, così dietro il milanese si sono classificati nell’ordine il brianzolo Giovanni Altomonte (Honda) e  ravennate Lorenzo Favi (Yamaha). Nella classe 1000 dopo aver ottenuto il miglior tempo in prova a Vallelunga, Andrea Tartari si è ripetuto a Varano, il trentacinquenne bergamasco ha messo in riga un sorprendente Michele Guglielmini (Honda), il toscano è stato l’unico capace di migliorarsi nella sessione pomeridiana, alle sue spalle completa la terza fila il torinese Cristian Serri (BMW). Fra i piloti locali da segnalare oltre la pole del reggiano Fabrizio Leoni nella classe 1000 Pro Amatori, anche il terzo crono dell’altro reggiano Alessandro Moncigoli nella 600 Base e la buona prova di Damiano Donelli quinto nella classe 600 Pro Il programma delle gare di Varano prevede la partenza delle gare rispettivamente alle 9.35, 600 Base; 10.15, 1000 Base; 10.55, 600 Avanzata; 11.35, 1000 Avanzata; 12.15, 600 Pro e 12.55, 1000 Pro. Le gare della Michelin partiranno rispettivamente alle 14,10 la 600 e alle 14,50 la 1000. Si corre questo fine settimana a all’autodromo di Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari (PR) la Coppa FMI di motovelocità, fra i numerosi trofei in gara, due in particolare si evidenziano per qualità e per numero di piloti: il “Trofeo Italiano Amatori” diviso in sei categorie con circa 240 piloti e la “Michelin Power Cup” che porta in pista fra la classe 600 e 1000 un ottantina di partecipanti. In totale quindi, sono oltre trecento i piloti gestiti dal Motoclub Motolampeggio di Roma che nella circostanza disputeranno la quarta e penultima prova dei rispettivi campionati. Il Trofeo Italiano Amatori, riservato ai non professionisti della velocità, torna sul circuito di Varano dopo quattro anni di assenza, praticamente quasi tutti i partecipanti non conoscono il circuito parmense, sarà quindi veramente interessante vedere chi riuscirà a portare a casa importanti punti per il titolo. Tutte e sei le classi sono apertissime e vedono classifiche corte con molti piloti ancora in grado di lottare per il primato. Nella classe 600 i leader delle classifiche generali sono il ventiquattrenne veneto Nicolò Polles (Yamaha – Base), rientrato dopo aver saltato la tappa di Vallelunga per motivi di studio, il trentaduenne laziale Mario Saporito (Yamaha – Avanzata) ed il piemontese Emanuele Vidoli (Honda – Pro) che, con i suoi 43 anni è un formidabile esempio di longevità ai massimi livelli.   Nella 1000 si trovano al vertice delle assolute il trentottenne ex-endurista di Alessandria Mario Bobbiesi (Honda – Base), il ventitreenne padovano Marco Sorgato (BMW – Avanzata), al primo anno nella top class, e il reggiano Fabrizio Leoni (Pro), riuscito a mantenere la testa della classifica, nonostante il ritiro del Mugello a causa di un’avaria alla ruota posteriore, fortunatamente scoperta in tempo. 

Tantissimi i piloti emiliani in gara, ovviamente le attese maggiori sono per il portacolori del FF Racing di Reggio Emilia, il già citato Fabrizio Leoni, leader della 1000 Pro. Nelle zone alte della classifica anche Alessandro Moncigoli (600 Base), Damiano Donelli (600 Avanzata) e Yuri Vacondio (600 Pro) tutti di Reggio Emilia. Fra i parmensi da citare: Mentore Ferrari, Alessandro Monica, Vito Verrascina, Luca Bertoli e Luca Serafini di Salsomaggiore nei top tin della classe 600 Avanzata.  Classifiche corte e quindi gare sicuramente spettacolari anche nella Michelin Power Cup, il monogomma promosso dalla casa francese che al momento vede nella classe 600 il trentottenne milanese Giovanni Altomonte (Honda) condurre in solitario la classifica dopo la vittoria del Mugello e precedere il giovane pugliese Mirko Galasso (Yamaha) e il casertano Antonio Nespoli (Honda) che inseguono appaiati al secondo posto.  Nella classe 1000, dominata dalle BMW che monopolizzano le zone alte della classifica, il trentaseienne torinese Cristian Serri è tornato dalla Toscana con una vittoria, grazie alla quale ha messo alle spalle  gli amici-rivali Fabio Villa e Andrea Tartari, entrambi lombardi. Anche in questo campionato sono presenti un buon gruppo di emiliani, fra questi nella classe 600 vanno ricordati il parmense Daniele Nedal e il modenese di Mirandola David Tarantini, mentre nella massima cilindrata i colori locali saranno difesi da Gianluca Fioresi di Bologna attualmente settimo e da Emanuele Giovannelli di Marano sul Panaro. L’inteso programma si aprirà sabato con i doppi turni di prve cronometrate che definiranno le griglie di partenza, le gare si svolgeranno tutte domenica a partire dalle ore 9.00

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

Attualità

Blok 30, il nuovo centro polifunzionale di Parma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 56 nuovi contagi e 2 morti

  • Cronaca

    Covid: a Parma e provincia vaccinate quasi 14.500 persone

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento