Martedì, 28 Settembre 2021
Sport

Riecco Inglese con il Bologna nel destino: l'operazione, la riabilitazione e la convocazione nel derby

Una vigilia che ha un sapore dolcissimo per il bomber: l'anno scorso trovò il gol dell'inutile 4-1, poi si fece male ancora. Fuori lista - un'altra volta - Luca Siligardi

Dopo 174 giorni Roberto Inglese torna nella lista dei convocati. E lo fa in una gara non banale. Il derby con il Bologna potrebbe spalancargli addirittura le porte del Tardini, magari non dall'inizio della partita, ma anche solo per uno spezzone, giocarsela al fianco dei compagni, avrà un sapore particolare. Il Parma riabbraccia il suo bomber con la speranza di poterselo tenere stretto almeno da qui alla fine del campionato. L’infortunio del 19 gennaio, una lesione di alto grado della giunzione miotendinea dei flessori della coscia destra, lo ha costretto all’operazione in Finlandia, alla quale è seguita una lunga riabilitazione ‘ammorbidita’ dal lockdown, servito sì a dilatare i tempi ma anche a favorire il recupero dell’attaccante che durante la pausa forzata ha proseguito il suo lavoro con al fianco un fisioterapista dedicato. “Rientra dopo un lungo periodo – spiega Roberto D'Aversa in conferenza stampa -. E’ chiaro che il minutaggio che ha a disposizione non può essere quello di una partita intera ma averlo con noi è una cosa molto importante".

Il suo rientro, con la contemporanea assenza di Cornelius, fuori per un problema muscolare, offre al Parma (e all'attaccante) una nuova opportunità di potersi rimettere in carreggiata dopo quattro sconfitte consecutive, vissute da Inglese lontano dal campo ma dentro il gruppo, con il quale ha cominciato a lavorare a Collecchio qualche settimana fa. E per fargli posto Luca Siligardi ha dovuto accomodarsi fuori dalla lista, probabilmente per patti già chiari anzitempo che includono qualche strascico polemico avuto in sede di mercato con l'esterno ex Verona. La lista con i 21 over disponibili era sold out, qualora Inglese fosse rientrato qualcun altro avrebbe dovuto lasciare libero uno slot. Ed è toccato - come l'anno scorso, quando venne sacrificato per permettere a Dezi di rientrare - a Siligardi, non nuovo a sensazioni del genere. 

Ancora una volta Inglese ha il Bologna nel destino: l'anno scorso nel derby di ritorno trovò anche il gol al Dall'Ara: il Parma perse 4-1. Anche in quel caso tornava dall'infortunio alla caviglia, una distorsione che lo mise fuori per sette partite. Nell'ottava ha fatto di tutto per esserci, ma fu di fatto la sua ultima apparizione in maglia crociata per il campionato terminato poi nella trasferta di Roma. Il 20 gennaio, in un post su Instagram, l'attaccante aveva messo in evidenza il suo scoramento citando Ligabie: "Quando tutto sembra fermo la tua ruota girerà. Sopra il giorno di dolore che uno ha". Il giorno di dolore sembra essere lontano, si spera. Adesso è il suo turno, tocca a Inglese girare la ruota e fare in modo che non si fermi più. Calvario finito, Inglese deve tornare Bobby Gol. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riecco Inglese con il Bologna nel destino: l'operazione, la riabilitazione e la convocazione nel derby

ParmaToday è in caricamento