menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, parla Donadoni: "Un rinnovo raggiunto in tre minuti"

C'è grande soddisfazione in casa crociata per il prolungamento di contratto del tecnico. "Ho visto nei suoi occhi l'entusiasmo di rimanere", ha dichiarato il presidente

Se ne parlava da un po' di tempo, molti lo attendevano e speravano ma solo ieri pomeriggio è arrivata l'ufficialità: Roberto Donadoni ha rinnovato il suo contratto con il Parma per altre due stagioni. Il tecnico, insieme a Ghirardi e Leonardi, si è presentato questo pomeriggio al Centro Sportivo di Collecchio per la conferenza stampa. Si è visto anche Hernan Crespoamauri-galloppa-crespo-2

"Abbiamo prolungato il contratto fino al 2015. Ho visto nei suoi occhi l'entusiasmo di rimanere a Parma", queste sono state le prime parole di Tommaso Ghirardi, visibilmente soddisfatto per l'accordo raggiunto con il tecnico bergamasco, un accordo trovato in tre minuti, come dice lo stesso Presidente. "Avevo detto che non avrei fatto più contratti lunghi ma con lui è diverso. Una mattina mi sono svegliato e ho deciso di proporgli, dopo aver parlato con Leonardi, di prolungare per altri due anni. Gli auguro una carriera ancora più ricca di soddisfazioni che ha avuto da giocatore" - ha continuato - "Io faccio l'imprenditore e come tutti sogno una squadra competitiva, inoltre mi trovo benissimo con l'allenatore e l'ad e spero che restino qui a lungo". Ghirardi sembra stregato da Donadoni e principalmente dal suo stile: "E' quello che conta di più. Parma è emersa come una società corretta. Il pubblico è il migliore d'Italia, merito della precedente gestione e mio pure. Abbiamo avuto una linea di condotta che intendiamo seguire, infatti, non ci lamentiamo sugli arbitri e così fanno anche Leonardi e lo stesso Donadoni". 

VIDEO: GHIRARDI SUL RINNOVO A DONADONI

Pronta la risposta del tecnico crociato: "Parma è una bella piazza, sono un tipo ambizioso e in tre minuti ci siamo messi d'accordo Non sono uno che ama star a ragionare sulle cose, questa decisione è stata spontanea e amichevole durante un pranzo. Io spero di fare bene qui e di continuare a imparare tanto e cerco di portare la mia esperienza. Bisogna crescere insieme, dandoci degli obbiettivi e solo così ci sarà un guadagno". Lo stesso si augura Ghirardi che ammette: "Mi è sempre dispiaciuto esonerare qualcuno, quando si cambia c'è sempre il rischio di sbagliare, spero che non accada più".

donadoni-ghirardi-leonardi-3Entusiasta della scelta fatta anche Leonardi: "C'è sintonia sul mercato e su ogni cosa. Se uno accetta o rimane contento è perchè ha sposato una certa idea, cioè quella di vincere la nostra guerra insieme e, io e Donadoni, ce lo siamo giurati.  Il campionato è difficile ma vogliamo ottenere qualcosa di importante con il Parma".
L'ad crociato, però ci tiene a rimanere con i piedi per terra: "Dobbiamo essere realisti nel poter dire di raggiungere i 40 punti alla svelta. Noi abbiamo degli obbiettivi ed è inutile ripeterlo. Molti ci invidiano per tante cose, tipo il centro sportivo che gli altri si sognano, e un presidente che molti vorrebbero avere".  
 
Ghirardi, per concludere, ha lanciato un messaggio ai tifosi: "Io mi sento a posto con me stesso, i nostri tifosi siano contenti".
 
Ma in questo giorno di celebrazioni per il prolungamento del contratto di Donadoni, c'è anche una notizia che fa sorridere di meno. Daniele Galloppa si deve fermare, causa guai al ginocchio, quello che si è operato nel 2010. La diagnosi è lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Leonardi gli rivolge un pensiero. "Stia tranquillo Daniele, lui ha una famiglia che lo asptta".
 
 

 

 

 
 

 

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Salute

Che cos'è e come combattere la ritenzione idrica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento