menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, alla ripresa parla Marino: “Bello lavorare subito con i nuovi”

Si ricomincia al Centro sportivo di Collecchio, con Marino che ha a disposizione i nuovi arrivi Palladino, Modesto e Calvo. "Volevamo rafforzare il reparto offensivo. Paloschi -dice il mister- ceduto perché simile a Crespo"

 

Il tempo delle vacanze è finito, il Parma si ritrova e ricomincia a lavorare in vista del delicato impegno che attende Morrone e compagni nel giorno dell’Epifania. La Juventus dell’ex Giovinco è agguerrita e, dopo il pareggio contro il Chievo, che sa di beffa perché al 93’, Del Neri e i suoi attendono i gialloblu in una sfida dal sapore sempre speciale. Nel frattempo Marino scarta i regali di Natale e si gode Palladino, Modesto e Calvo.

Stiamo cercando di migliorare il reparto offensivo che in questi mesi ha avuto problemi, sia per quanto riguarda gli infortuni, sia in termini di gol. Rispetto a quanto abbiamo creato - dice Marino – abbiamo concretizzato poco e a mio avviso dei ritocchi andavano apportati. Palladino e Calvo ci permettono di avere più soluzioni davanti”.

Per lo spagnolo, l’accordo con l'Aris Salonicco, il club greco che detiene il cartellino del calciatore, è stato trovato sulla base del prestito con diritto di riscatto a 400 mila euro. Una cifra piuttosto bassa. Il Parma avrebbe approfittato del momento difficile dell'Aris per assicurarsi l'ex stella del Barcellona B. Inevitabile la domanda sul calciomercato e la cessione di Palosch “Per quanto riguarda Paloschi - continua Marino -  abbiamo sfruttato questa opportunità perché mi sembra abbia caratteristiche simili a Crespo.

Con Palladino abbiamo un po’ più di possibilità di variare, perché lui può giocare come seconda punta, come esterno nel tridente offensivo, prima punta. Antonelli è un ottimo terzino, ma quando lui non c’era molto bene hanno fatto Gobbi e Pisano. Ora è arrivato anche Modesto. Le possibilità non mancano”. Sembra contento Marino, sembra soddisfatto del mercato di gennaio, che ancora non è nemmeno iniziato ufficialmente, ma che potrebbe riservare altre sorprese.

Sono ore frenetiche in casa Parma anche sul fronte delle uscite. La società ducale, dopo avere venduto Paloschi al Genoa in comproprietà, potrebbe scegliere di cedere Valeri Bojinov, che non ha certo brillato nella prima parte di stagione. In agenda c'è in programma un incontro fra il calciatore e Leonardi, per discutere del futuro: su Bojinov, oltre al Besiktas, c'è forte il pressing del Galatasaray, che ha già presentato un'offerta presa in grossa considerazione dai vertici emiliani.

Ritornando nell’immediato, la partita contro la Juventus incombe e Marino tenta di fare il punto sullo stato di forma dei suoi. “Siamo contenti di poter lavorare con i nuovi acquisti, averli a disposizione da subito è bello. Integrarsi è importante. Se cambia la preparazione? Rispetto agli altri anni - dice Marino - , la sosta è durata di meno. Il 6 si riparte e bisogna dosare bene i carichi di lavoro”.

Quindi doppia seduta, almeno per i primi giorni, per evitare di arrivare imballati il 6. Toni Calvo è tra i doni di Natale, pochi lo conoscono, Marino è tra quelli. “Calvo è un giocatore veloce, che salta l’uomo con facilità e conclude. Può crossare, può tirare, è una grande alternativa. Giovinco limitato dai nuovi acquisti? Non penso, lui può giocare libero sul fronte offensivo, può accentrarsi, calciare. Puntiamo su di lui.

Capitolo infortunati: “Marquez si sta riprendendo, un suo impiego contro la Juve non è difficile da ipotizzare, bisogna vedere come reagisce nelle prossime settimane. Galloppa invece deve aspettare. La sua qualità ci sarà molto utile, non vogliamo forzare i tempi.

Il Parma ha ottenuto dal maxi scambio quanto richiesto. Poco meno di dieci milioni. Queste le valutazioni: 5,5 milioni per la metà di Paloschi (l’altra appartiene al Milan), 7 per Antonelli, mentre la comproprietà di Palladino è stata valutata circa 2,5 milioni. Leonardi, intanto, sta monitorando Ogbonna del Torino, giovane Nazionale Under 21 e Cipriani, ex attaccante rossoblu, che attualmente milita nella Spal. Si segue anche Signorini (20) del Benevento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Covid: più di 200 casi ma nessun decesso

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento