menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Olivier

Olivier

Rugby, Aironi beffati nel finale. Allo Zaffanella vince il Newport-Gwent

Gli Aironi vanno vicinissimi alla quarta vittoria stagionale ma solo al 79' arriva la sconfitta contro i Dragons per 10 a 9. Alla fine ai nero-argente resta solo il punto di bonus. Venerdì sfida contro i Leinster

Aironi-Dragons  9 - 10
Aironi: Benettin (s.t. 20’ R. Pavan); Pratichetti, Quartaroli, Pizarro, Sinoti; Olivier, Tebaldi; Williams (s.t. 23’ Biagi), Cattina, Sole; Del Fava, Furno; Romano (s.t. 9’ Perugini), Santamaria (s.t. 20’ Ongaro), Aguero (s.t. 9’ Al. De Marchi). All.: Phillips.
Newport-Gwent Dragons: M. Thomas (s.t. 33’ Leadbeater); Hughes (s.t. 1’ Harries), Tuilagi, Smith, Brew; Tovey (s.t. 1’ Robling), W. Evans; Brown, G. Thomas, L. Evans; Sidoli, Groves; Buck (s.t. 31’ Way), Jones, Price (s.t. 17’ Williams). All.: Edwards.
Arbitro: Colgan (Irl)

Non arriva la quarta vittoria stagionale per gli Aironi che vengono beffati nell'ultimo minuto di gioco dai Dragons. Allo Zaffanella finisce 10 a 9 per gli ospiti,  per i nero-argenti solo il punto bonus.

Il primo tentativo è degli Aironi che ci provano al 7’ con Olivier, ma il drop dell’apertura sudafricana si spegne a lato dell’acca. I primi punti, invece, sono gallesi perché al 14’ Tovey centra i pali punendo un fallo in ruck (0-3). Le reazioni degli Aironi si fermano tutte a ridosso dei 22 avversari, dove i nero-argento sbagliano però tre touche consecutive vanificando ogni tentativo. In difesa, invece, gli Aironi riescono a tenere, anche se al 27’ ci vuole un gran recupero di Del Fava per fermare lo slalom di Ashley Smith lanciato da Tovey e la successiva pressione di Tebaldi su Wayne Evans per recuperare il possesso e allontanare la minaccia. Nessuna delle due squadre riesce a sfondare e al 32’ Newport non riesce a mettere altri punti sul tabellone perché Tovey sbaglia il calcio concesso per una irregolarità di Pratichetti in ruck. Proprio per questo fallo l’ala degli Aironi viene però mandato in panca puniti dal direttore di gara. La parità numerica si ristabilisce al 39’ quando anche Andy Tuilagi viene punito con il giallo per aver fermato con un in avanti volontario il passaggio di Quartaroli verso Sinoti poco dentro i 22. Dalla punizione gli Aironi vanno in touche e poi trovano un nuovo piazzato da posizione più centrale che Olivier trasforma mandando le squadre al riposo sul 3-3.
Nella ripresa i gallesi si portano in avanti e al 9’ da una mischia a meno di dieci metri dalla linea di meta aprono il gioco al largo. Decisivo l’intervento di Benettin su Harries per costringere il giocatore di Newport a perdere il pallone. Gli Aironi rispondono al 14’ con una lunga azione in cui prima Sinoti poi Furno guadagnano metri per portare l’ovale ben dentro i 22, senza però poi trovare il guizzo decisivo. Ci vuole ancora il piede di Olivier al 20’ per smuovere di nuovo il punteggio. L’apertura degli Aironi centra i pali da posizione angolata (fuorigioco di Brew) e porta in vantaggio i nero-argento 6-3. Due minuti e la mischia ordinata degli Aironi guadagna un nuovo piazzato da posizione simile a quella precedente. Olivier centra di nuovo i pali: 9-3. Prima della ripresa del gioco finisce la partita di Nick Williams (ottimo rientro quello del numero 8). Al suo posto entra Biagi. Al 27’ gli Aironi orchestrano la migliore azione della partita. Da touche a metà campo, Olivier lancia la traiettoria interna di Pratichetti che macina metri poi trova il sostegno di Furno che, a sua volta, ricicla per Olivier. Con l’avversario ormai a braccarlo, Olivier prova a servire Cattina ma a pochi metri dalla meta Brew si mette sulla traiettoria e intercetta l’ovale. Al 29’ Biagi riesce invece a tenere sullo scatto con Harries ed anticipare il trequarti gallese annullando in meta il calcetto di Wayne Evans. Il finale è degli ospiti. I Dragons si buttano in avanti, orchestrano una lunga azione multifase che viene fermata fallosamente a pochi metri dalla linea, con l’arbitro Colgan che mostra il giallo a Ongaro. Per la mischia ai 5 metri rientra Santamaria ed esce Furno. Colgan fa ripetere la mischia due volte, poi al terzo tentativo punisce gli Aironi con una meta tecnica. Robling trasforma e regala la vittoria ai Dragons con un 10-9 che sa di beffa per gli Aironi.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Salute

Che cos'è e come combattere la ritenzione idrica

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 43 casi e un decesso

  • Cronaca

    Il piano di Patrick: voleva uccidere anche Maria Teresa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento