menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gioie e dolori per le franchigie parmigiane:una vittoria e una sconfitta

I Crociati battono in trasferta l'Aquila per 27 a 13 e rimangono in corsa per i play-off. Si ferma ancora il Granducato che viene battuto dalla capolista Cavalieri Prato per 14 a 20

HBS GranDucato Parma Rugby - I Cavalieri Prato 14- 20

HBS GranDucato Parma Rugby: Jones, Shinomiya, Castagnoli (1’ st Galante), McCann (23’ st Alberghini), Onori, Gerber, Cigarini (16 st Dusi), Dunbar (cap), Birchall (32’ st Caffini), Barbieri, Pascu (20’ st Contini), Vella, Tripodi (27’ st Evans), Manici (23’ st Zani), Goegan
Allenatori: de Marigny e Prestera
I Cavalieri Prato: Wakarua, Mafi (8’ st Chiesa), Majstorovic, Von Grumbkov, Tempestini, Ngawini, Patelli (33’ st Callori di Vignale), Giusti, Cristiano, Belardo (34’-42’ st temp. Bocca), Moore (28 pt Cazzola), Beccaris, Borsi (12’ st Stefani), Giovanchelli (cap) (20’ st  Lupetti), Bocca (30’ Goti)
Allenatori: De Rossi e Gaetaniello

L’AQUILA RUGBY 1936 – CROCIATI RUGBY FC  13 - 27

L’AQUILA:  15 PAOLUCCI 14 STAPLETON 13 DI MASSIMO 12 LORENZETTI 11 SANTAVICCA 10 CRICHTON 9 HOSTIE' 8 JOHNSON 7 ZAFFIRI 6 LONG 5 VAGGI 4 CIALONE 3 LOMBARDI 2 SUBRIZI 1 MASSAFRA. A disp. 16 GATTI 17 BRANDOLINI 18 NICOLLI 19 CALCAGNO 20 MENE' 21 CARPENTE 22 DE BIASE 23 FAGNANI
CROCIATI RUGBY FC : 15 TREVISAN 14 FA'ATAU 13 ENNAOUR 12 IANNONE 11 WOODMAN 10 ANVERSA 9 FRATI 8 SIGG 7 FERRARINI 6 DELNEVO 5 KOLO'OFAI 4 MANDELLI 3 ROMANO 2 GIAZZON 1 LOVOTTI 16 BALBONI 17 SACCOMANI 18 BOGGIANI 19 MAESTRI 20 ALFONSI 21 DAMIANI

Se i Crociati, ieri hanno battuto l’Aquila Rugby per 27 a 13 e quindi rimando in corsa per i play-off, il Granducato incappa in una pesante sconfitta , 14 a 20, contro la capolista Prato e mette a rischio la corsa ai play-off.

Il Granducato parte subito bene con Jones, che al 6’ centra i pali su un calcio piazzato da posizione difficile, al 10’ ne fallisce un secondo molto laterale e al 12’ inventa la meta di Shinomiya, non trasformandola, penetrando in profondità nella difesa avversaria, fissando l’ultimo uomo e lanciando il compagno in meta. Al 12’ i ragazzi di de Marigny e Prestera sono avanti 8 – 0.La mischia dell’HBS GranDucato è nettamente superiore a quella dei pratesi, e proprio alla forza dei suoi avanti cercano di ancorarsi i padroni di casa. Gli ospiti invece riescono a sfruttare al meglio la fisicità dei propri trequarti, in particolare dei due centri Von Grumbkov e Majstorovic che segnano una meta a testa in sette minuti e ribaltano il risultato. Al 34’ Prato è avanti 14 – 8.I ragazzi di de Marigny e Prestera reagiscono prontamente e cercano di riportarsi in avanti, ma i toscani sono abili a rallentare il gioco dei padroni di casa, spesso andando oltre il limite del regolamento. In pieno recupero, al 44’ Gerber si inventa un drop da quaranta metri che permette all’HBS GranDucato di accorciare le distanze e di andare al riposo sotto 11 – 14.Nella ripresa Prato cerca di mantenere il possesso dell’ovale per lanciare i suoi trequarti, ma commette diversi errori così i padroni di casa ne approfittano per tenerli sotto pressione. Tra il 22’ e il 29’ si decide la partita. Wakarua può beneficiare di tre calci di punizione da posizione piazzabile e fa due su tre, portando i sui sul 20 – 11.Negli ultimi dieci minuti di gara i ducali provano a ribaltare il risultato. Al 32’ Jones centra i pali e riporta i suoi sotto break, poi gli attacchi dei ragazzi di de Marigny e Prestera si infrangono contro la difesa dei toscani che, quando recuperano l’ovale, giocano una serie infinita di pick and go per far passare il tempo e portare a casa questo risultato importantissimo per loro.

Dopo la sconfitta nella giornata precedente, I Crociati dovevano riscattarsi e rimettersi in corsa per i play-off e lo fanno contro gli aquilani vincendo per 27 a 13
I ducali partono subito in attacco, costringendo gli aquilani a chiudersi nei propri ventidue, ma la partita non sembra voler decollare. Gli attacchi della franchigia parmigiana risultano poco concreti cosi come quelli degli aquilani che si affacciano nella metà campo dei Crociati poco e niente. Solo al 26’ si sblocca la gara e i primi punti arrivano su calcio di punizione per gli ospiti che con Anversa si portano sul 3 a 0.  Dopo quattro minuti però viene annullato il vantaggio ducale grazie ad un nuovo calcio di punizione, questa volta però concesso all’Aquila che pareggiano con Paolucci. È di nuovo Paolucci a ribaltare la situazione a favore dei padroni di casa che passano in vantaggio sul 6 a 3 grazie ad una punizione assegnata per antigioco dei Crociati. Dopo un primo tempo privo di emozioni e con i Crociati in difficoltà soprattutto nella seconda metà di tempo, nella seconda frazione di gara i ragazzi di Frati cacciano fuori la grinta e si riportano in vantaggio con due piazzati di Anversa prima al 46’ e poi al 50’. Ora è l’Aquila a soffrire. Ci sono solo i Crociati in campo e al 59’ si portano sul 12 a 6 grazie all’ennesimo piazzato di Anversa ma non solo perché al 66’ arriva la meta Ennaour e la trasformazione di Anversa. 19 a 6 a dieci minuti dalla fine. Al 70’ meta di Kolo’ofai. I padroni di casa reagiscono solo al 78’ con una meta di Sabrizi e trasformazione realizzata da Paolucci. I Crociati chiudono in avanti e allo scadere una punizione di Anversa realizzata fissa il risultato sul 27 a 13 per la squadra di Filippo Frati.

Classifica: Femi-CZ Rovigo punti 53; Estra I Cavalieri Prato 51; Petrarca Padova 45; BancaMonteParma Crociati 42; HBS GranDucato Parma 35; Futura Park Rugby Roma 32; Mantovani Lazio 27; Marchiol Mogliano 24; L’Aquila Rugby 15; Casinò di Venezia* 0

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento