menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma e Chievo non si fanno male. Marino guadagna un buon punto

Finisce senza reti al Bentegodi, con la squadra di Marino in 10 per l'espulsione di Paletta. Crociati pericolosi solo nella ripresa, con Bojinov che spreca una buona occasione per il vantaggio

Ci si aspettava di più da questo scontro salvezza, ma il di più non è arrivato. In compenso è arrivato un altro pareggio, il terzo di fila per i crociati, che salgono a quota 29 in classifica, con la zona rossa ad un passo.

INFORTUNI PESANTI - Colpito dagli infortuni dell'ultima ora, Il Parma cambia ancora schieramento. Detto di Paci, fermato dal giudice di gara per squalifica, Marino si affida a Zaccardo, coadiuvato dai soliti Lucarelli e Paletta in difesa. Centrocampo folto con la presenza di Galloppa in mezzo ad aiutare Morrone, uno dei tanti ex, e Dzemaili. Sugli esterni agiscono Valiano e Modesto. Giovinco e Candreva danno forfait un attimo prima dell'ingresso in campo, e la lista degli indisponibili si allunga ulteriormente. Ed ecco che Marino si affida al duo Palladino - Amauri, con Defrel convocato per la prima volta con i "grandi". Nella partita degli ex, e che ex, Pioli cambia dietro rinunciando ad un uomo e trasformando il pacchetto arretrato. La difesa a tre supportata da un centrocampo a cinque, dove non trova posto Marcolini, dovrebbe garantire una maggiore copertura. Al posto del sette clivense c'è Jokic. Attaco affidato a Pellissier e a Thereau.

SI FERMA ANCHE AMAURI - Partono contratte le due squadre, evidentemente sentono il peso della gara. I due moduli speculari limitano le iniziative delle squadre. Il terreno di gioco sicuramente non aiuta. La prima occasione è targata Chievo, con Sardo dimenticato dalla retroguardia gialloblu su azione d'angolo. Il laterale, schierato a centrocampo, è libero di colpire di testa all'interno dell'area, ma sbaglia la mira. Valiani risponde con un buon destro deviato in angolo da Sorrentino. Marino sembra perseguitato, la buona sorte non lo sfiora. Al 18' arriva una mazzata per il tecnico siciliano, che deve fare a meno di Amauri per un problema ai flessori della coscia destra. Contrattura. Ora la squadra viene a trovarsi senza una punta di peso, con Palladino affiancato da Bojinov in un attacco che sa di fioretto e non di spada. Allora Jokic cerca di approfittarne e spaventa il Parma, con un destro defilato, toccato quel tanto che basta da Mirante. Si fa fatica a stare in piedi, questo penalizza le squadre, soprattutto quella di Marino che non riesce a costruire e ad essere pericolosa in una partita brutta, almeno per lo spettacolo offerto nella prima parte della gara. Modesto prova un inserimento ma Andreolli legge bene e mette fine ad un primo tempo povero di emozioni e gioco.

BOJINOV CI PROVA, PALETTA ESPULSO - Bojinov, che fino al 2' della ripresa è stato assente ingiustificato, prova ad infiammare la gara con una discesa che termina con un destro trattenuto da Sorrentino. Il Parma, come spesso succede ultimamente, parte bene. Sembra essersi scrollata quella paura che lo avvolgeva nel primo tempo e ora ci prova come può. Palladino ha sulla testa una buona palla, ma la sciupa. Sciupa anche Bojinov, la più nitida palla gol del match, che con il sinistro non riesce a girare in porta dopo un buon tocco del compagno di reparto. Il duo gialloblu ora ci prova. Bojinov cerca di sorprendere Sorrentino sul palo lontano, ma il guizzo del portiere veneto gli impedisce di esultare. Il Chievo si difende con ordine senza tralasciare la fase offensiva. Può contare sulla forza fisica di Costant e sulla verve di Jokic che al 26' prova il colpo di punta, con Mirante che vola a deviare. Dopo un minuto Paletta già ammonito, si concede il lusso di stendere Pellissier, Orsato è lì e gli mostra il rosso. Seconda espulsione consecutiva per i crociati.

SOFFRE IL PARMA - Sulla punizione per fallo dell'argentino, Rigoni in mischia ha una palla d'oro per il vantaggio, ma la spreca calciando alto. Fetscher fa il suo esordio in campionato, con la difesa crociata che diventa a quattro. Zaccardo si sposta in mezzo e Modesto ripiega sulla sinistra. Centrocampo con Valiani, Dzemaili e Morrone, più Palladino chiamato a galleggiare tra le linee. Ora il Chievo cerca di far valere la superiorità numerica, con Pellissier che cerca di inserirsi dopo l'incertezza dell'ottimo Mirante, ma il suo tentativo scuote l'esterno della rete. Fuori Palladino evanescente, dentro Gobbi, con Marino che protegge il pari. Altro punto guadagnato, ma che sofferenza!

DAGLI SPOGLIATOI

Marino: "La squadra sta attraversando un buon momento e oggi l’abbiamo dimostrato. Giocare senza Amauri, Crespo, Giovinco e Candreva non è facile. Sono contento per i loro sostituti, che non li hanno fatti rimpiangere. Fin quando siamo stati in parità numerica abbiamo rischiato pochissimo, anzi, abbiamo creato parecchio, soprattutto con Bojinov. L’espulsione di Paletta? L’arbitraggio di Orsato non ha influenzato il risultato finale. In passato ci sono stati rigori subiti un po’ discutibili, ma credo sempre nella buona fede degli arbitri. Bojinov? Si è fatto trovar pronto, ha sfruttato al meglio l’occasione a lui concessa".

Mirante: "Un buon punto che ci fa respirare. Alla luce dei 90' possiamo dire che si tratta di un punto guadagnato. Abbiamo fatto un brutto primo tempo, in cui non abbiamo creato tanto, ma nemmeno abbiamo sofferto. Nella ripresa siamo partiti meglio, con un altro piglio e abbiamo avuto le nostre occasioni. Poi inevitabilmente l'espulsione ha pesato, ma siamo soddisfatti di quanto fatto. Ora serve continuità per la salvezza. Abiamo dimostrato di saper soffrire, ora abbiamo un pò di tranquillità". 

IL TABELLINO

CHIEVO 0-0 PARMA

CHIEVO 3-5-2

28Sorrentino, 5Mandelli (dal 32' s. t. 90Uribe), 3Andreolli, 4Mantovani, 20Sardo, 28Bogliacino (dal 18' s. t. 23Costant),16Rigoni, 14Guana (dal 8' s. t. 7Marcolini), 13Jokic, 31Pellissier, 77Thereau

A disp: 18Squizzi, 12Cesar, 21Frey,  80Moscardelli

All. Pioli

PARMA 3-5-2

83Mirante, 5Zaccardo, 29Paletta, 6Lucarelli, 80Valiani, 4Morrone, 10Dzemaili, 14Galloppa (dal 32' s. t. 2Feltscher), 23Modesto, 84Palladino (dal 41' s. t.18Gobbi), 11Amauri (dal 18' p. t. 86Bojinov)

A disp: 1Pavarini, 26Pisano, , 27Felipe Olivera, 58Defrel

All. Marino

Arbitro: Sig. Orsato di Schio

Assistenti: Sigg. Stefani - Faverani

Ammoniti: al 16' p. t. Zaccardo (P), al 34' s. t. Jokic (C), al 38' p. t. Rigoni (C), al 41' p. t. Paletta (P), al 18' s. t. Valiani (P), al 44' s. t. Gobbi (P),

Espulso: al 29' s. t. Paletta (P)

Angoli: 7 - 2

Recupero: 1' p. t. - 3' s. t.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento