menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cariparma

Cariparma

Volley, Cariparma sfiora l'impresa a Bergamo contro la Foppapedretti

Non è bastata una grande prova delle ragazze di Radogna per battera le bergamasche. Vince la squadra della Piccinini per 3 a 2 ma per le parmigiane è un punto che vale tre

Norda Foppapedretti Bergamo - Cariparma SiGrade Volley  3 - 2

Norda Foppapedretti Bergamo: Serena 6, Quaranta 24, Melandri 11, Ruseva 1, Vasileva 20, Di Iulio 20, Merlo (L), Nucu 11, Diouf, 1, Signorile, Piccinini. N.e. Gabbiadini. All. Mazzanti - 2° All. Bregoli

Cariparma SiGrade Volley: Dalia 1, Conti 23, Kovalenko 1, Campanari 12, Grothues 20, Bacchi 12, Poma (L), Gibertini (L), Brusegan 5, Roani N.e. Galeotti, Maricic,. All. Radogna - 2° All. Acquaviva

Il Cariparma compie quasi l'impresa a Bergamo riuscendo a mettere in difficoltà le forti avversarie della Foppapadretti. Il finale è di 3 a 2 per le padroni di casa ma per le parmigiane 1 punto che vale oro

LA PARTITA
Dopo una partenza da dimenticare (12-3 Foppa), il Cariparma SiGrade a poco a poco è entrato in partita infilando una serie di muri (5 nel set con Conti, Grothues, Kovalenko e Campanari) che mettevano il fiato sul collo alle tricolori. La speranza di rimonta però durava fino al 21-22, visto che il doppio attacco di Di Iulio e la conclusione di Serena valevano il primo vantaggio bergamasco.
Parma sembrava portarsi dietro le difficoltà iniziali anche nel parziale successivo, difficoltà che inducevano mister Radogna prima a mandare in campo Brusegan, e poco dopo Gibertini come libero. Fino al 16-11 la partita sembrava avere un solo padrone; è in quel momento però che il match è cambiato. Grande la reazione delle bianco-azzurre, che prima riuscivano a ricucire lo strappo e poi a mettere il naso avanti: con le conclusioni vincenti di Bacchi, Conti, Campanari e Grothues, e la correlazione muro-difesa che sale di livello, il pareggio si materializzava: 25-21 con il super muro finale di Brusegan dopo la difesa di Bacchi.
La vittoria del set caricava e dava fiducia alle atlete di Radogna, che ripartivano forte nel terzo: 7-3 con ancora il fondamentale del muro in evidenza (Brusegan, Bacchi e Campanari su tutte).
Parma si inceppava in una rotazione e Bergamo pareggiava i conti a quota 15 lavorando molto bene a muro con Nucu e Serena. Gli ottimi interventi difensivi di Gibertini sembravano non essere sufficienti: Bergamo infatti si portava sul 23-20 e ad un passo dal 2-1.
Il carattere parmigiano però, usciva allo scoperto nel momento chiave. Brusegan va in battuta e mette in seria difficoltà per quattro volte la ricezione bergamasca; il muro di Dalia, la conclusione di Campanari e la super pipe di Grothues completano l'opera: 25-23 con errore finale di Quaranta.
Sul 2-1 Parma ci crede, e lo dimostra lottando alla pari per gran parte del quarto parziale (20-21); Bergamo spreca due set-point ma il sanguinoso errore di Grothues in battuta regala il punto del 25-23 alla Foppa.
Il tie-break è a senso unico fino all'11-4 per le padrone di casa, ma quando il punteggio segna 12-10 Bergamo, la miracolosa rimonta sembra possibile. Negli ultimi scambi però la Foppa non sbaglia e Quaranta firma l'ultimo e decisivo punto per la vittoria.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento