Basket, il Memorial Pallavicino al Lucca: Lavezzini ko 52-64 a Palaciti

Per il secondo anno consecutivo le parmigiane perdono il trofeo che, quest'anno, va alle toscane. Un test importante, nonostante la sconfitta, in vista del campionato, al via la settimana prossima

Kireta del Lavezzini

LAVEZZINI - GAS LUCCA  52 - 64

Ad una settimana esatta dalla prima di campionato, si è svolto oggi al PalaCiti di Parma, il consueto Memorial Pallavicino/Corradini, giunto alla sua dodicesima edizione. Confermata la formula della doppia partita fra le formazioni giovanili prima ed a seguire le seniores della medesima società, come confermato pure il main sponsor storico Cantarelli, che accompagna questo importante evento già da sette annate consecutivamente. Ad aggiudicarselo per il secondo anno consecutivo sono state le ragazze di Mirco Diamanti, coach della Gesam Gas Lucca. Le lucchesi hanno meritatamente portato a casa il trofeo vincendo per 52 a 64, dopo che il primo tempo era terminato in perfetta parità a quota 27.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mauro Procaccini schiera dall’inizio il suo quintetto migliore. Con il capitano Franchini scendo sul rettangolo di gioco Zara, Simeonov, Kireta e Harmon. Quest’ultima risulterà la migliore allo score con 17 punti e 18 di valutazione. Le toscane rispondono con la statunitense Johnson, Gianolla, Andrade, Bagnara e Ruzickova. L’atleta della repubblica ceca risulterà l’Mvp della partita con 14 punti, il 64 % al tiro, miglior rimbalzista con 12 ed una valutazione di 22 punti. La contesa parte all’insegna delle biancorosse, le quali si portano subito sul 0 a 7. Sarà Harmon ad interrompere l’egemonia lucchese a 5’ e 53” dal temine del primo quarto segnando il primo canestro. Parma perde troppi palloni ed è sfortunata nelle conclusioni che però arrivano con continuità. Al settimo entrano in campo Ajdukovic, Corbani e Battisodo. 9 a 13 è il primo parziale. L’inizio di secondo quarto è il momento migliore delle crociate. Ajdukovic pareggia i conti e Battisodo sorpassa: 15 a 13. Al play pesarese viene fischiato un fallo antisportivo e poco dopo due triple consecutive di Spreafico riportano avanti le ospiti: 22 a 25. Negli spogliatoi si va sul 27 pari, ma al rientro in campo il Lavezzini si siede e la Gesam fa il break decisivo: 29 a 40 al quinto. A Corbani viene fischiato un altro antisportivo ed Andrade prima, Bagnara poi scavano un solco incolmabile. 34 a 48 all’ultimo mini intervallo con le parmensi che arrancano e cercano fino all’ultimo la rimonta che sarebbe epica. Battisodo, Franchini e Harmon con tre canestri di fila fanno sognare i tifosi ducali, ma il sogno resta tale ed il Lucca vince in scioltezza. Tocca alle premiazioni chiudere la lunga giornata al PalaCiti ed alla presenza degli assessori allo sport di Provincia e Comune, Walter Antonini e Giovanni Marani, unitamente alla signora Pallavicino vengono eseguite ai “comandi” dello speaker d’eccezione Aldo Piazza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Nuovo Dpcm entro il 9 novembre: stretta sulla attività commerciali e gli spostamenti interregionali

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento