Sport

Football, i Panthers mettono ko la capolista e volano in testa

Sono i Panthers Parma ad aggiudicarsi lo scontro diretto con la capolista Dolphins Ancona con il risultato di 38 a 27. Ad Ancona si vede il miglior attacco di questa stagione supportato da una difesa granitica

Azione di gioco

Sono i Panthers Parma ad aggiudicarsi lo scontro diretto con la capolista Dolphins Ancona con il risultato di 38 a 27. Ad Ancona si vede il miglior attacco di questa stagione supportato da una difesa granitica. I campioni d'Italia cedono solo negli ultimi 5 minuti complici qualche errore di troppo, un po' di stanchezza rispetto ai Dolphins che arrivavano da un turno di riposo e l'attacco avversario davvero uno dei migliori del campionato. Una vittoria, quella in terra marchigiana, che permette ai ducali di agguantare la testa della classifica.

La partita inizia con il kick-off dei Dolphins; i Panthers ritornano con Malpeli Avalli fino alle 40 yard. L'attacco ducale entra in campo ma subisce una doccia fredda: fumble di Taylor Spears recuperato dai padroni di casa. L'attacco marchigiano fa il suo ingresso sul terreno di gioco; al quarterback Pentello bastano tre lanci per mandare in end zone Rosnick e Morichi segna la trasformazione (7-0). La partita è solo alle battute iniziali e i parmigiani hanno tutto il tempo per rimettere in pari i giochi. Con pazienza conquistano yard su corsa con Taylor Spears che porta la palla fino alle 7 yard; al terzo down Monardi da distanza ravvicinata preferisce lanciare per Finadri che segna; Vergazzoli trasforma per il pareggio.

Monardi si affida ancora alle mani di Finadri; il wide receiver in maglia numero 6 ricompensa la fiducia del quarterback ducale ricevendo una palla sulla destra, aggira uno dei difensori avversari e in poche falcate supera la goal line; a seguire Vergazzoli firma il 14-7.

I Panthers continuano a macinare gioco e ancora una volta si trovano all'interno della red zone. La palla è affidata a Taylor Spears che spinge al centro con due corse consecutive per il terzo touchdown della partita mentre Vergazzoli centra i goal post (21-7). Con soli 40 secondi rimasti alla fine del primo tempo i Panthers sono bravi a mettere sotto pressione l'attacco marchigiano costringendolo al quarto tentativo, intercettato da Diaferia che manda così i compagni negli spogliatoi in vantaggio 21 a 7.

Il secondo tempo si apre con un doppio sack dei Panthers, prima Gennaro e poi Bernardoni mettono a terra Pentello.

L'attacco nero-argento è trascinato ancora dallo straordinario Jaycen Taylor Spears che palla alla mano s'infila tra gli avversari saltandoli una alla volta e corre per 74 yard, la corsa più lunga dei Panthers degli ultimi quattro anni; Vergazzoli trasforma e incrementa il vantaggio sul 28 a 7. Poco dopo il kicker ducale sarà ancora una volta protagonista con un field goal di 25 yard: Panthers 31 – Dolphins 7. I Dolphins rispondono con un ritorno di Rosnick di circa 70 yard che fa tremare la difesa parmigiana: il wide receiver in maglia verde-arancione è spinto fuori dal campo a 2 yard dalla goal line, ma un fallo durante il ritorno fa ripartire Ancona da metà campo. I padroni di casa riprendono fiducia; Pentello pesca i suoi ricevitori con alcuni buoni passaggi; ai limiti della red zone alza la testa e vede Rosnick tagliare sulla sinistra completamente libero e realizzare il secondo touchdown della giornata; Morichi sbaglia la trasformazione (13-31). L'attacco ducale continua però a girare bene e lo dimostra con l'ennesima combinazione vincente tra Monardi e Finadri; Vergazzoli si conferma il solito cecchino (13-38).

La partita però è ancora lunga. I Dolphins riescono ad impensierire i Campioni d'Italia che si fanno sorprendere sulla sinistra da Renzi che riceve uno splendido passaggio di Pentello; i marchigiani tentano di recuperare altri due punti, ma la conversione non ha successo (19-38). Il successivo fumble di Sales sul kick-off carica i Dolphins che inanellano una serie di veloci e precise combinazioni fino a segnare il quarto touchdown con Marchini; questa volta va a buon fine anche la trasformazione da due punti tra Pentello e Pagliaro che portano i padroni di casa sul 27 al 38.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Football, i Panthers mettono ko la capolista e volano in testa

ParmaToday è in caricamento