menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zaccardo scaccia la paura e il Parma mette la freccia sulla Sampdoria

Finisce 1 a 0 per i crociati che staccano la proprio i blucerchiati in classifica salendo a 32 punti. Maccarone sbaglia un rigore e Dzemaili viene espulso nel finale. Quarto rosso consecutivo per gli emiliani

Come un girone fa, il Parma riparte dalla Sampdoria e dal gol di Zaccardo, lasciandosi alle spalle proprio i blucerchiati e ritrovando quel poco di tranquillità che ricercava da tempo. Considerata la sosta, la vittoria vale sei punti, sia perchè mancava da gennaio, sia perchè ottenuta contro una diretta concorrente.

FORMAZIONI - Marino sceglie Pisano all'ultimo momento e lo schiera sula linea dei tre di difesa, decidendo di fare a meno di Paci, anche per il modulo che Cavasin ha disposto sul terreno di gioco, con una punta di ruolo. Morrone ritorna ad indossare la fascia di capitano, prendendo il posto di Candreva, che nelle ultime gare non si è espresso al meglio. Sorpresa anche sulla fascia sinistra, dove il mister siciliano sceglie Gobbi e non Modesto, che non aveva deluso nelle ultime gare. In avanti Amauri sostenuto da Palladino, in gran forma e Giovinco, rientrato dopo il leggero infortunio. Cavasin sceglie di cambiare rispetto al 3-5-2 di Catania, presentando un modulo prudente, con Guberti dietro all'unica punta, Maccarone, uno degli ex di questa sfida salvezza, con il conseguente spostamento di Ziegler sui quattro di centrocampo, con Martinez sulla sinistra del pacchetto arretrato.

IL PESO DELLA CLASSIFICA - La partita non decolla, nei primi dieci minuti solo tanti falli e nessun tiro in porta da parte delle squadre, che temono di sbagliare e concedere spazi pericolosi agli avversari. La Samp è il terzo peggior attacco del campionato, con soli 26 centri, 10 dei quali segnati dalla coppia che ha lasciato la squadra a campionato in corso, Pazzini e Cassano. Il Parma non sta meglio sotto questo aspetto, i tre pareggi nelle ultime quattro partite lo testimoniano.  Dato confermato dal fatto che il primo tiro in porta arriva al 26', con un colpo di testa di Amauri su calcio di punizione . In porta, si fa per dire, il suo colpo di testa finisce a lato senza preoccupare Curci. Nervosismo e tensione regnano, si avverte il peso della classifica, nessuna delle squadre forza, anche se il Parma ha preso in mano la gara. La Samp si difende con ordine, cercando di arginare il possesso palla dei crociati. Dopo Guberti, costretto a lasciare il campo dopo pochi minuti, tocca a Palladino sedersi. Il suo ginocchio dà fastidio, allora Marino preferisce non rischiare. Al suo posto Candreva, ma prima della sostituzione, c'è il tempo di regalare a Gobbi un assist prezioso, che l'ex Fiorentina non sfrutta al meglio. Il suo tiro viene neutralizzato da Curci. La Samp però non ci sta, le ripartenze veloci passano dai piedi di Poli. Macheda ha un occasione importantea pochi minuti dalla fine del primo tempo, ma non la sfrutta a pieno, facendosi recuperare da Gobbi. Il primo tempo teso finisce in crescendo, anchese le occasioni sono poche sia da una parte che dall'altra.

ZACCARDO SCACCIA LA PAURA - La Samp parte meglio nella ripresa e cerca subito di impensierire Mirante con un tiro di Pioli fuori di un soffio. Il Parma dopo lo spavento iniziale riprende, o meglio, cerca di riprendere il pallino del gioco, come ha fatto nella prima mezzora del primo tempo. Valiani si conferma il migliore dei suoi, con un gran tiro di controbalzo deviato in angolo. Più convinto il Parma nella ripresa, con Amauri che sfiora il gol con un colpo di testa che finisce alto. Finisce di poco a lato il tiro-cross di Mannini deviato da Zaccardo, che per poco non beffa Mirante. Ci prova Dzemaili, con la partita che si fa a tratti divertente, ma il suo tiro viene deviato e finisce di poco fuori. Ma ci pensa Zaccardo, con un gol da vero centravanti. Gobbi crossa e la difesa della Samp si dimentica del collega che insacca di testa. Mirante è attento sul pallonetto di Mannini, è bravissimo su Dessena di piede. Al 28' un'invenzione di Valeri fa tremare il Parma con l'ennesimo rigore contro, inesistente, su Volta. Maccarone dal dischetto calcia alto, gli dei del calcio guardano su Marassi questa volta.

A DIFESA DEL RISULTATO - Le proteste dei crociati sono vibranti, in un momento delicato Marino predica calma, per evitare di sciupare una buona prova. Gobbi arretra nei quattro di difesa, con Modesto che prende il posto di Giovinco e va a rinfoltire il centrocampo. A difesa di un risultato prezioso, Candreva aiuta Amauri, ma con un occhio anche alla fase di copertura. Vittoria sofferta ma meritata.

DAGLI SPOGLIATOI

Amauri: "Sono contento per la gran partita di sofferenza. Nel rimo tempo siamo riusciti a contenere la Samp, poi abbiamo giocato bene. Il gol è stata una liberazione, sono contento per la prima vittoria da quando sono qui. Il rigore? Ho pensato che potevamo buttare via un risultato importante. Ci risiamo, ho detto, ma Maccarone lo ha calciato e siamo contenti. Abbiamo acquistato serenità ma non dobbiamo mollare nulla, dobbiamo continuare così. Mi sento bene, posso giocare con continuità e dare un contributo importante per la salvezza".

Marino: "Giornata indubbiamente positiva, importante sia ai fini della classifica sia per il morale. Credo che la vittoria di oggi sia stata meritata, e ci è anche andata bene sul rigore di Maccarone. Non crediamo che ci sia stato un meccanismo compensativo per via delle dichiarazione dei vertici della società, che hanno fatto bene a farsi sentire. Comprendo la situazione difficile della Samp: quando la classifica versa in brutte acque, la palla si fa più pesante".

Cavasin: "La partita l'abbiamo fatta noi, forse meritavamo di vincerla per le occasioni create. Molto nervosismo in campo, ma dopo la sconfitta rimbocchiamoci le maniche e lavoriamo. Maccarone? Dispiace per lui, ma la sostituzione non è frutto del rigore sbagliato. Ho cercato di mettere in campo forze fresche. Ringraziamo i tifosi che ci sono stati vicino. La squadra non gioca brillantemente, il gioco non è fluido, ma è normale per chi lotta per la salvezza. Vedo il bicchiere mezzo pieno, c'è voglia di fare bene e reagire".

IL TABELLINO

SAMPDORIA 0-1 PARMA

Marcatori: al 20' s. t. Zaccardo (P), al 28' s. t.

SAMPDORIA 4-4-1-1
85Curci, 78Zauri, 28Gastaldello, 26Volta, 25Martinez, 7Mannini, 4Dessena, 16Poli (dal 23' s. t. 27Biabiany), 3Ziegler, 8Guberti (dal 20' p. t. 41Macheda), 32Maccarone (dal 34' s. t. 11Koman)

A disp: 1Da Costa, 6Lucchini, 18Laczko, 20Padalino
All. Cavasin

PARMA 3-4-2-1
83Mirante, 5Zaccardo, 29Paletta, 26Pisano, 80Valiani, 4Morrone (cap), 10Dzemaili, 18Gobbi, 84Palladino (dal 35' p. t. 7Candreva), 21Giovinco (dal 36' s. t.  23Modesto), 11Amauri

A disp: 1Pavarini, 24Paci, 2Feltscher, 86Bojinov, 9Crespo
All. Marino

Arbitro: Sig. Vaeri di Roma
Assistenti: Sigg. Romagnoli - Nicoletti

Ammoniti: al 27' p. t. Amauri (P), al 39' p. t. Giovinco (P), al 43' p. t. Zauri (S), al 10' s. t. Pioli (S), al 30' s. t. Dessena (S), al 36' s. t. Valiani (P), al 47' s. t. Volta (S), al 47' s. t. Pisano (P)

Espulsi: al 47' Dzemaili (P)

Angoli: 4 - 4

Recupero: 1' p. t. - 4' s. t.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento