Ritiro di Collecchio | Due giorni di riposo per i crociati. In ansia per Galloppa

Dopo la bella vittoria nell'amichevole sull'Olympique Marsiglia per 1-0 con il gol di Raffaele Palladino, Donadoni ha concesso alla squadra un pò di relax. Per Galloppa si teme un infortunio al collaterale esterno, in serata gli esami

Daniele Galloppa - Fc Parma

Dopo la vittoria in amichevole contro il Marsiglia per 1-0 grazie alla rete di Raffaele Palladino, Donadoni ha concesso due giorni di riposo alla squadra. Il ritrovo è fissato per il 3 agosto direttamente a Gubbio al Park Hotel Ai Cappuccini per l'ora di pranzo. Intanto c'è molta preoccupazione per le condizioni di Daniele Galloppa, uscito infortunato nella gara con i francesi. Si pensa a un infortunio al collaterale esterno ma solo in serata si avranno i risultati degli esami.

31 - 07 - Il Parma è pronto a disputare la prima amichevole di prestigio della stagione. Alle 20.45 arriva al Tardini l' Olympique Marsiglia, una serata in cui si ricorderà il trionfo del 12 maggio 1999 sui francesi per 3-0.  Vittoria che valse al Parma, allora allenato da Malesani, grazie alle reti di Crespo al 26', di Vanoli al 35' e di Chiesa al 55' , la seconda Coppa Uefa dopo quella conquistata nel '95 a San Siro contro la Juventus. Prima dell'inizio dell'amichevole fissato per le 20.45, Hernan Crespo e Roberto Mussi saranno premiati dalla società del presidente Ghirardi e riceveranno il tributo dello stadio e del popolo crociato.
Intanto tiene banco sempre il mercato in casa Parma: arriva, dopo Acquah, anche il centrocampista Gianni Munari dalla Sampdoria che ha firmato un quinquennale. Ninis, Musacci e Santacroce verso l'addio: il greco ha già rifiutato il Cluj.

30 - 07 - Il Parma è tornato ad allenarsi questa mattina intorno alle 10 presso il centro sportivo di Collecchio dopo aver appreso nella giornata di ieri il calendario della prossima stagione che li vedrà debuttare al Tardini con il Chievo Verona.

Alla vigilia della prima uscita stagionale del Parma allo stadio Ennio Tardini per l’amichevole di prestigio contro l’Olympique Marsiglia, Antonio Cassano trasmette tutta la sua proverbiale carica ai tifosi e ai compagni. “Speriamo di fare una buona prestazione, di partire a razzo, di vincere, di ottenere un risultato che ci metta benzina nelle gambe e che ci infonda ulteriore entusiasmo, anche se siamo ancora appesantiti dalla preparazione che stiamo compiendo in queste settimane. A me  - ha detto oggi pomeriggio FantAntonio in conferenza stampa - non piace perdere, neppure in amichevole, nelle partitelle d’allenamento o quando gioco a carte. E’ la mia indole e cerco sempre di trasmetterlo a chi mi sta attorno. La gara di domani, tra l’altro, nell’anno del Centenario del nostro club, ricorda la seconda Coppa Uefa vinta. Dobbiamo onorare pure questo ricordo”. A chi gli chiede come stanno procedendo le prove d’affiatamento della coppia d’attacco Cassano-Amauri, il numero 99 crociato risponde pensando allo spirito di corpo, al collettivo:”L’intesa con Amauri sta crescendo bene come con tutti i compagni del resto, che è l’aspetto più importante, ragionare in termini di squadra. Io parlo spesso in allenamento con ognuno di loro, perché è importante per il fine del gioco che dovremo costruire che loro capiscano come mi muovo. Come modulo prediligo il 4-3-2-1, ma è giusto che sia il mister a decidere il sistema più opportuno. Per me e per esprimere il mio gioco i compagni sono fondamentali".Cassano, che ha risposto di non mirare ad avere la fascia da capitano al braccio ("non mi interessa, per me uno se nasce leader non ha bisogno di fasce"), ha parlato della preparazione atletica che sta svolgendo al Centro Sportivo di Collecchio:”Correre in montagna o correre qui non fa differenza. La fatica è sempre la stessa. Io arrivo da tre stagioni in cui, per diversi motivi, non ho svolto la preparazione estiva. L’ultima volta che ho potuto farlo è capitato alla Sampdoria, dove c’era il preparatore atletico che mi ha trasformato e che il Parma ha acconsentito mi seguisse anche in questa mia nuova esperienza. Sono ancora imballato, come è normale che sia in questa fase della preparazione, ma sento, come allora, di essere sulla strada giusta. Tra un mese sono convinto di trovare la forma ideale”.

La via è quella che porta al principio del campionato, proprio tra un mese, con l’esordio casalingo contro il Chievo:”Prima o poi devi giocare con tutte le squadre. Noi dovremo partire cercando di fare più punti possibili. La Juventus rimane la favorita numero uno per lo scudetto, è tre o quattro gradini sopra le altre. Il Parma penso e spero sia dalla parte sinistra della classifica, ma io non mi accontento mai di niente”. Antonio Cassano, che non ci sta a perdere neppure un amichevole, dunque non si smentisce. Appuntamento a domani sera, al Tardini, contro l’Olympique Marsiglia

28-07 Ultima domenica di luglio con il Parma al lavoro a pieno ritmo nel centro sportivo gialloblu. Dopo il venerdì di riposo e la doppia seduta ieri, anche oggi la squadra è impegnata in un doppio allenamento. Il primo si è tenuto questa mattina in palestra, dove i crociati si sono cimentati in modo particolare in esercizi sulla forza. Nel pomeriggio alle 18, sul campo del settore giovanile, esercitazioni tecnico tattiche incentrate sul 3-5-2 con il gruppo diviso in tre squadre per partitelle a tre quarti campo. Mendes ha svolto un programma differenziato.  Il gruppo di mister Donadoni si avvicina così all'amichevole in programma mercoledì sera alle 20.45 al Tardini contro l'Olympique Marsiglia. Domani, giorno che sarà scandito "fuori dal campo" dalla presentazione del calendario 2013-14, la squadra riposerà al mattino e riprenderà ad allenarsi nel pomeriggio alle 18.

26-7 Venerdì di riposo per il Parma. Dopo l'amichevole vinta contro il Renate, i crociati torneranno ad allenarsi nella giornata di sabato con un doppio allenamento. Acquah è tornato a Collecchio con la formula del prestito con diritto di riscatto.

25 - 07

PARMA - RENATE 1 - 0

Marcatori:al 19' pt. Amauri
PARMA (3-5-2): Mirante; Benalouane, Paletta, Lucarelli (c); Biabiany, Parolo, Marchionni (vc), Galloppa, Gobbi; Amauri, Cassano. A disposizione: Pavarini, Felipe, Prestia, Rispoli, Musacci, Jankovic, Cerri, Sansone, Palladino, Morrone, Mesbah.
Allenatore: Roberto Donadoni
RENATE (3-5-2): Santurro, Adobati (vc), Morotti, Baldo, Gianola, Gavazzi (c), Muchetti, Gualdi, Spampati, Scaccabarozzi, Florian.A disposizione: Cincilla, Bonfanti, Adorni, Prete, Lecchi, Gaio, Fumagalli, Lauricella, Teggi, Pedrinelli, Roda, Bernasconi, Canalini, Mastroianni.
Allenatore: Simone Boldini

E' bastato un gol di Amauri a decidere la terza e ultima amichevole presso il centro sportivo di Collecchio contro il Renate. Al 19' del primo tempo l'attaccante ha battuto l'estremo difensore Santurro con un tiro potente sotto la traversa. Il caldo ha sicuramente condizionato la gara con i crociati che hanno faticato non poco. Un buon test, comunque, per i ragazzi di Donadoni in cui hanno trovato spazio soprattutto coloro che non hanno preso parte all'amichevole di ieri contro la Rappresentativa dilettantistica locale del Trofeo dei Comuni - Memorial Barbieri. Intanto è tornato a Parma il centrocampista Acquah che ha assistito all'amichevole odierna. In serata dovrebbe firmare e mettersi a disposizione del mister.

24-07 - Il nono giorno di ritiro del Parma Fc al centro sportivo gialloblu è stato caratterizzato dalla seconda amichevole che la squadra di mister Donadoni ha disputato dopo quella in famiglia di domenica. Con la Rappresentativa dilettantistica locale del Trofeo dei Comuni - Memorial Barbieri è finita  13-0 per i crociati. Reti di: Cerri al 13'pt , al 19'pt e al 27'pt, Palladino al 15'pt, Mesbah al 32'pt, Rosi al 45'pt, Okaka al 14'st, 18'st, 28' e 45'st Morrone 34'st e Ninis al 40' st. In vista di questo appuntamento i ragazzi avevano iniziato la giornata dividendosi in due gruppi per l'allenamento mattutino: chi aveva in programma di giocare nel pomeriggio ha svolto esercitazioni tecnico tattiche in campo, chi invece non doveva prendere parte al match ha svolto lavoro di recupero attivo per poi svolgere nel pomeriggio lavoro aerobico senza palla. Terapie per Petkovic e Mendes. Domani, si replica: al mattino  dalle 9 squadra ancora divisa in due: chi ha giocato oggi l'amichevole farà una seduta defaticante, chi si prepara ad affrontare il Renate, nell'ultimo test in programma a Collecchio alle 18 farà esercitazioni tecnico tattiche in campo. Intanto è arrivato Gabionetta nel centro sportivo di Collecchio insieme al suo procuratore Ulisse Savini. Il giocatore, però, verrà girato al Cluj.

23-07. Leonardi presenta Cribsah. Leonardi: "Ho voluto fare questo tipo di presentazione per sottolineare che si tratta di un operazione economica costosa, la più costosa e lui lo sa- E' segno che crediamo nel giocatore. Lo abbiamo voluto con noi perchè è un giocatore importante dal punto di vista tecnico e tattico e lo staff lo conosce. Cribsah​: "Con il mister abbiamo parlato e mi ha detto che devo migliorare. Ho fatto goal alla prima uscita ma devo migliorare! Posso fare tutti i ruoli e so inserirmi bene, poi decide il mister. La A è stato il mio sogno e ora mi aspetta un campionato. Mi ispiro a Xabi Alonso e come paragone mi piace Essien. Cercherà di mettermi al servizio della squadra. Basta che il mister mi manda il campo e sono contento". Leonardi: "Acquah e Amauri sono nell'orbita della nostra ricerca, faremo qualcosa a centrocampo ma aspettiamo le uscite. Con Palladino stiamo valutando se rinnovare: noi crediamo nel calciatore e se sa bene è l'ideale per questo modo di giocare. Piris è un giocatore che monitoriamo. Per Palladino non ci sono problemi di soldi ma stiamo definendo". 

Nuova giornata di allenamenti per i crociati agli ordini di Donadoni. Dopo alcune partitelle a ping-pong, diventato appuntamento fisso, nel centro sportivo di Collecchio, i ragazzi sono stati impegnati con circuiti sulla forza, balzi, salite, cambi di direzione ed esercitazioni di raccordo 1 contro 1, 2 contro 2 e 3 contro 3 a doppia area con i portieri.

22-07 - Dopo l'amichevole in famiglia di ieri, i crociati sono tornati ad allenarsi. Mattinata in palestra per i ragazzi di Donadoni che hanno svolto i classici esercizi muscolari. Quello di ieri è stato un ottimo test non solo perchè c'è stata la prima doppietta ufficiale di Antonio Cassano ma anche per le valutazione del mister che si è detto soddisfatto del lavoro svolto: "La gara di ieri è stata un buon allenamento e questo può aiutarci ad entrare nel ritmo partita. Ovviamente siamo un po' tanti e non è possibile vedere tutti con un certo minutaggio", ha dichiarato il tecnico nella conferenza stampa odierna. Tra i migliori dell'amichevole in famiglia c'è stato sicuramente Antonio Cassano, autore di una doppietta ma il tecnico crociato preferisce non scomporsi: "Cassano-show? Le valutazioni sono superflue in questo periodo. Deve essere aiutato dai compagni e sa che facendo bene può ancora migliorare. E' sicuramente un valore aggiunto nel momento in cui ragiona con la squadra altrimenti andiamo in difficoltà. Ora l'importante è cercare di far acquisire un minutaggio a tutti in modo da poter scendere in campo e fronteggiarsi con qualasiasi squadra". Donadoni sa benissimo che non tutti rimarranno alla sua corte così come successo per Ampuero e come accadrà per Modesto: "Il primo è andato a Padova per giocare con continuità e giocarsi le proprie carte nel migliore dei modi mentre Francesco è ancora qui e vogliamo metterlo nelle condizioni migliori ma è uno di quei giocatori che è in procinto di andare. Mi dispiace non poterli coinvolgere". Buoni riscontri anche da Biabiany che negli ultimi giorni è finito sotto l'interesse della Juventus: "Bia ha margini di miglioramenti, è partito bene e ora deve dimostrare questa sarà una stagione importante per lui. Dovrà essere superiore allo scorso anno. - e sui nuovi arrivati - La nostra dimensione è quella di una squadra che se riesce a vendere può acquistare. Ci sono giocatori appena arrivati e voglio conoscerli bene. Faticando oggi vuol dire prepararci al meglio per dopo".
Intanto dopo la conferenza stampa la squadra si è concentrata su partitella a tema con una esercitazione finale di carattere atletico anche se effettuata con la palla. Hanno svolto terapie Petkovic e Mendes. Per quest'ultimo gli accertamenti radiologici hanno evidenziato una distrazione tendinea ai flessori della coscia destra.

21-07

PARMA A - PARMA B 2 - 1

Marcatori: al 30' Cassano (P.A), al 36' Cribsah (P:B), 42' Cassano su rig (P.A)
Parma A (maglia crociata): Pavarini, Felipe, Mesbah, Marchionni, Mendes, Lucarelli (cap), Rosi, Parolo, Sansone, Cassano, Jankovic. A disposizione: Mirante, Modesto, Ninis, Okaka
Parma B (maglia gialloblu): Bajza, Bidaoui, Gobbi, Chibsah, Paletta (cap), Benalouane, Biabiany, Galloppa, Amauri, Valdes, Palladino. A disposizione: Rispoli, Morrone, Cerri

Prima amichevole di stagione per i ragazzi di Donadoni e primo Cassano-show di stagione. A Collecchio la sfida tra Parma A (in maglia crociata) e Parma B (in maglia gialloblu) è stata vinta dai primi con la doppietta del fantasista barese. Per i secondi gol del nuovo arrivato Cribsah. Nonostante molti siano in ritardo di condizione il tecnico crociato ha avuto buoni segnali da alcuni come gli stessi Cassano e Cribsah ma buona anche la prova di Mendes, uscito infortunato ma non dovrebbe essere nulla di preoccupante. Bidaoui, Benalouane e Modesto non hanno convinto.
Donadoni decide di non schierare insieme la coppia Cassano-Amauri mentre Santacroce, che la società sta cercando di cedere al Padova per avviare l'acquisto di uno tra Piris e Burdisso, non è stato schierato per lo stiramento che ha subito nei giorni passati. Sono tanti i tifosi accorsi al centro sportivo di Collecchio e molti coloro che hanno acclamato FantAntonio. Non potevano mancare i fedelissimi Boys che con gli striscioni hano popolato la tribuna come se si trovassero al Tardini, segno di un grande entusiasmo grazie all'arrivo di Cassano. Dopo appena otto minuti di gioco è subito FantAntonio a rendersi protagonista di un simpatico scambio di battute con Mesbah con il primo che spiega al compagno di squadra di aver sbagliato il controllo ed è sempre lui a mangiarsi il gol alla prima azione di gara con i tifosi che lo applaudono ugualmente. Le fatiche del pre-ritiro di Ostuni e dei primi giorni di ritiro casalingo si sentono e le sente soprattutto l'ex Inter che si dimostra ancora un po' "imballato" e lo si vede da qualche pallone sbagliato. Gli applausi, però, non si sprecano con i Boys che intonano cori per tutta la squadra. Amauri si muove meglio ma il primo gol della gara arriva proprio con FantAntonio che, dopo uno stop elegante, batte Bajza col destro. Un gol pregevole che tira fuori tutte le doti tecniche di un giocatore straordinario, pronto a far sognare i tifosi. Passano pochi minuti e gli avversari trovano il pareggio con un tiro a giro di Cribsah dopo che Cassano si era divorato il raddoppio con una punizione che si infrange sulla traversa. Raddoppio che arriva su rigore: il barese batte Mirante, subentrato a Bajza, dopo che Melli aveva concesso il penalty per un fallo di Benalouane su Mesbah.
Il secondo tempo si apre con Cassano che, con un tocco di classe, lancia Musacci verso Mirante ma quest'ultimo è bravo a negare il gol al centrocampista appena entrato in campo. Donadoni butta nella mischia Cerri per Palladino ed è proprio la punta, campione d'Italia con gli Allievi, a mangiarsi il gol del pareggio. "Gol mancato gol subito" perchè il neo entrato Okaka firma subito il terzo gol per il Parma guidato da Cassano dopo una bella azione orchestrata dal greco Ninis ma Melli annulla per fuorigioco. E' la stanchezza a fare da padrona negli ultimi minuti di gara che termina tra gli applausi dei presenti.

A fine gara Mesbah si è detto soddisfatto della propria prestazione che lo visto protagonista del rigore messo a segno da Cassano: "E' stato un ottimo allenamento per noi e ci sono state delle risposte positive dopo il primo periodo di lavoro". E su Cassano: "Conosciamo che giocatore è, ho avuto modo di giocarci un po' al Milan. Sono sicuro che per noi sarà fondamentale". Mesbah ha inoltre messo a tacere le voci di mercato che lo vorrebbero verso la Sampdoria nell'ambito dello scambio co Munari: "Non voglio andare via, ho firmato e non so nulla di questa trattativa"

20-07 - Esercizi di forza che si abbinano alla tattica sul campo. Suda il Parma all'ìombra dei 33 gradi di Collecchio. Una seduta basata sul potenziamento muscolare e sulla parte atletica con delle esercitazioni tattiche che vanno a spezzare il ritmo serrato di una preparazione che si fa sempre più pesante. E Pedro Mendes allenata la morsa con una presentazione affidata a Parma Channel: "I miei idoli sono Cannavaro e Couto - portoghese come me - spero di poter fare bene qua". Nasce in Svizzera ma calcisticamente è lusitano, passa dal Real Madrid, viene dalla cantera e riesce a esordire in prima squadra e ad assaporare la Champions.

19-07 - Lo show di FantAntonio e la conferenza stampa, gli applausi dei tifosi ad Ama-gol
Dopo la prima seduta di allenamento tenutasi alle prime ore del mattino che ha visto i crociati lavorare per circa tre ore ai soliti esercizi di forza in palestra, Donadoni, tra una punizione a l'altra calciata al trio Mirante-Pavarini-Bajza, e squadra si sono ritrovati alle 18 per la seduta pomeridiana. Una seduta che tra un esercizio e l'altro in campo ha visto un vero e proprio show di Antonio Cassano. Sempre lui con la solita ironia che lo caratterizza da sempre ha rallegrato, tra una fatica e l'altra, i propri compagni e i tifosi presenti. Durante gli esercizi tra i torelli FantAntonio con il sorriso sulle labbra si è lasciato andare ad un comico commento: "Ma perchè devo stare in mezzo ai torelli?". Risate a parte, però, sempre lui ha fatto spaventare un pò tutti durante l'allenamento: durante gli esercizi, infatti, si è seduto sul pallone togliendosi una scarpa facendo pensare a un infortunio. Per il sollievo di tutti, però, si è solo messo a posto il calzino. Cassano è anche questo e lo sa bene il suo prepatatore di fiducia, Agostino Tibaudi, presente agli allenamenti di FantAntonio. Intanto Amauri è già goleador durante il triangolare in famiglia.

Risate e gol a parte, oggi è stato il giorno di Marco Parolo, presentatosi in conferenza stampa con l'entusiasmo di chi vuole migliorarsi dopo una stagione tra alti e bassi: "Ringrazio il Parma per avermi riscattato dal Cesena, sono felice di ricominciare da qui. L'anno scorso venivo da una stagione negativa con il Cesena, poi ho preso pian piano fiducia e consapevolezza del mio valore, integrandomi con i compagni. Voglio fare più gol quest'anno, i tre realizzati nell'ultima stagione sono pochi". Gol che spera arrivino grazie, anche, all'aiuto del nuovo compagno di squadra Antonio Cassano: "Ha colpi eccezionali, sa trovare giocate impensabili, spero di "sfruttarlo" per migliorare la mia vena realizzativa e raggiungere il mio obiettivo di reti personali: spero di arrivare almeno a cinque, ma conteranno i gol della squadra". Soddisfatto anche dei primi giorni di ritiro a Collecchio nonostante il duro lavoro organizzato d Donadoni e il suo staff: "«Sono a mio agio, conosco compagni e ambiente da un anno, il gruppo è rimasto inalterato e qui a Collecchio abbiamo i nostri punti di riferimento. Ad esempio conosciamo i macchinari che ci servono, per chi come me è molto attento al lavoro sul fisico è un aspetto fondamentale. Devo rimettermi in riga, riprendere i miei ritmi di lavoro, dobbiamo mettere tanto fieno in cascina ma siamo qua per questo. La concorrenza? E' un fattore positivo, l'anno scorso a un certo punto eravamo un po' contati a centrocampo, la squadra ne può trarre giovamento. Dobbiamo ripartire con la mentalità dell'anno scorso, possiamo fare bene e raggiungere la salvezza, obiettivo primario. Con i giocatori nuovi, poi proveremo a fare il salto di qualità non riuscito l'anno scorso".

Intanto il mercato del Parma prosegue con gli acquisti dell'attaccante Denilson Gabionetta e il difensore Alessandro Ligi, acquistati dal Crotone a titolo definitivo per circa 1,5 milioni. Il brasiliano dovrebbe ripartire, destinazione Cluji, il difensore dovrebbe andare a Brescia. Per ora si valuta la posizione dell'esterno d'attacco che dovrebbe trasferirsi in Romania.

18-07 - Il pallone al centro del lavoro. Il Parma tra palestra e campo, con Cassano che regala i primi sprazzi di calcio
Conferenza stampa di Marchionni a Collecchio. "E' la prima volta che facciamo il ritiro qui e non in montagna. Quì c'è caldo ed è più faticoso ma ci sta. L'atmosfera che si respira è buona: facciamo gruppo stando insieme, finiamo alle 10.30 e mangiamo. Così abbiamo la possibilità di fare due chiacchiere negli spogliatoi. L'anno scorso abbiamo faticato tanto e dobbiamo lavorare per non rifare gli stessi errori. Cassano capitano? Chiedere a Morrone cosa ne pensa. L'importante è stare bene e giocare: Cassano deve essere in campo e giocare come sa.

"Ci sono delle buone squadre che si stanno rafforzando se noi riuscissimo a fare quello che sappiamo abbiamo delle buone possibilità di emergere. A livello tattico siamo duttili e possiamo cambiare la partita a gara in corso. Cassano è un giocatore che può cambiare la gara da un momento all'altro. Dobbiamo affrontare le altre squadre imponendo il nostro gioco e facendo vedere che non abbiamo paura. La Coppa Italia è un nostro obiettivo, possiamo passare da lì per andare in Europa. Ruolo? Mi sento un centrale e voglio giocare la palla".

Balzi, balzi e ancora balzi. I temuti esercizi di forza vengono svolti al sole di Collecchio dove tuttavia si respira aria di famiglia. Cassano e compagni sudano e chi ieri ha lavorato con la palla, oggi si è sottoposto alla palestra. Una mattinata di fatica alla quale seguirà un pranzo e un meritato riposo.

17-07 - Felipe si presenta, "sono in un club storico" VIDEO Leonardi tuona: "Paletta costa 35 milioni" VIDEO
Mattinata a base di esercizi tattici e fisici per il Parma che si ritrova al centro direzionale di Collecchio con la carica giusta. Quella che infonde il presidente Tommaso Ghirardi. Ha annulato i suoi impegni di lavoro per essere presente in questa giornata che sarà di presentazione dell'acquisto Felipe, difensore classe '84. Ma prima Ghirardi ha potuto osservare la squadra divisa in due gruppi. Uno agli ordini di Donadoni e Gotti, suo vice, sul campo, l'altro in palestra per esercizi di forza e test fisici. La squadra ha svolto sul terreno di gioco degli esercizi di tattica, con il pallone che diventa subito centro delle attività.

16-07 - Il Parma a Collecchio, Donadoni in conferenza: "Ritiro? Per dodici stagioni l'ho svolto a Milanello, non c'è problema, confido nel tempo"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento