menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Donadoni, alla sua prima sconfitta sulla panchina del Parma - Tm News Infophoto

Roberto Donadoni, alla sua prima sconfitta sulla panchina del Parma - Tm News Infophoto

COMMENTI - Donadoni: "Biosogna credere di più nelle nostre potenzialità"

"Abbiamo sfruttato male le poche occasioni da gol che ci sono capitate, voglio vedere più cattiveria. Probabilmente abbiamo risentito degli sforzi fatti contro la Juve". Luis Enrique: "Soddisfatto"

Donadoni incassa la sua prima sconfitta e, ai microfoni di Sky non nasconde un pizzico di amarezza: "Indubbiamente la partita di mercoledì contro la Juventus qualcosa ha tolto dal punto di vista fisico; la Roma poi fa girare molto bene la palla, e ti costringe a difenderti in modo molto dispendioso. Ho provato a gara in corso a impostare una squadra più aggressiva, e abbiamo anche avuto le nostre occasioni per pareggiare. Troppe palle perse? È vero, e un nostro difetto, e in questo senso dobbiamo ancora crescere molto. Biabiany non è entrato in ritardo, ho ritenuto che dall'inizio dovessero giocare altri. Biabiany fa il calciatore, non il centometrista. A Roma contro questa Roma non è facile, specie se non sei al massimo della forma come non lo eravamo noi. Nella ripresa abbiamo fatto meglio rispetto al primo tempo, concedendo meno agli avversari. Dobbiamo crescere dal punto di vista mentale, dobbiamo essere più determinati e crederci di più. Giovinco? Lui può fare la punta o la mezzapunta, ma deve essere convinto delle sue potenzialità. Deve acquisire un po' di convinzione per poter diventare un giocatore ancora più determinante per noi. Ha grandi mezzi tecnici e può fare molto meglio di quanto sta facendo".

Luis Enrique ai microfoni di Sky non nasconde la sua contentezza dopo aver battuto il Parma per 1 a 0: "Sono contentissimo di aver portato a casa tre punti. Ieri dopo l'allenamento ero arrabbiatissimo ecco perchè ho parlato così in conferenza stampa, oggi invece sono felicissimo. Non abbiamo mai sofferto contro una buona squadra". Sulla mancanza di costanza: "E' assolutamente vero, questa è la differenza fra una squadra piccola ed una grande. Comunque abbiamo migliorato molto anche sotto questo aspetto. Sono ottimista di continuare a crescere anche perchè sono rientrati giocatori di grande spessore". Lo spagnolo esalta così Borini: "Borini mi ha sorpreso dal primo momento, non mi interessano se sono giovani o vecchi, lui ha grandi qualità". Un commento poi sull'amico Guardiola: "Guardiola sa quello che deve fare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento