menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro la Salernitana, D'Aversa: "Ripartiamo da venerdì sera"

"Contro il Venezia meritavamo qualcosa in più"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - La partita contro la Salernitana è una di quelle da prendere con le pinze. Il Parma lo sa e ci va con i piedi di piombo perché si gioca su un campo difficile e delicato contro una squadra che vive un momentaccio, più o meno come il Parma. "Ci si arriva con una condizione fisica post partita dispendiosa però aspetto per valutare le condizioni di tutti, aspettiamo fino all'ultimo momento. Questo il pensiero del tecnico del PArma Roberto D'Aversa che prima pensa alla condizione fisica della squadra, poi al campo. "Rispetto ai convocati di venerdì non ci sarà Siligardi, assieme a Munari, Di Gaudio, Ciciretti. Di fronte avremo una squadra che viene da un risultato pesante, ha perso 3-0 con lo Spezia. Sicuramente tireranno fuori qualcosa in più, ma noi dovremo sapere che molto dipenderà da noi. Credo che la difesa a quattro abbia dato una solidità alla fase difensiva, ma questa dipenda dall'atteggiamento e dall'interpretazione di tutta la squadra. Il sistema di gioco è solamente un ordine, quello che conta è l'interpretazione. Gli episodi poi non girano ma a nostro favore, ma continuamo a lavorare e a credere in quello che facciamo, bisogna andare avanti con questa interpretazione. La prestazione di venerdì sera mi fa ben sperare, se giochiamo come contro il Venezia allora potremmo dire la nostra. La Salernitana, da quando è arrivato Colantuono ha alternato due sistemi di gioco, 3-5-2 e 3-4-3 però le difficoltà possono dipendere da noi, dal modo in cui interpretiamo la gara. Insigne e Da Cruz? Stanno bene, quando si hanno delle partite così ravvicinate diventa fondamentale sapere che stanno tutti bene. Sotto quell'aspetto dal punto di vista fisico abbiamo finito in crescendo, ma deve esserci la fame giusta. Prima punta isolata? Se noi consideriamo il sistema di gioco può sembrare che la punta può essere sola. Ma se riguardiamo la prestazione, notiamo che i giocatori che agiscono sull'esterno restano parecchio vicini alla punta svariando su tutto il fronte d'attacco. Scozzarella? Devo valutare, è l'unico che ha fatto differenziato. Questo periodo è fondamentale, importante. Noi speriamo sempre in un risultato pieno, a volte si dà per scontato che ci siano partite facili, ma di partite facili non ci sono. Dobbiamo pensare gara per gara, solo così potremmo raggiungere gli obiettivi. Rimpianti? Commetteremmo un errore se pensassimo al passato, bisogna solamente pensare alla singola partita".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Precipita con il paracadute: muore un 60enne parmigiano

  • Cronaca

    Coronavirus, aumentano i positivi: sono 130

  • Cronaca

    Ristoranti: ecco tutte le regole per la riapertura

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

  • Cronaca

    Prosciutto di Parma, 2020 anno nero: calano vendite ed export

  • social

    Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento