menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Bruno Alves e Roberto D'Aversa - foto Ansa

Bruno Alves e Roberto D'Aversa - foto Ansa

Parma, recuperato Bruno Alves: ultima chiamata per Ciciretti

Il portoghese si è allenato a parte per quasi tutta la settimana, ma D'Aversa difficilmente rinuncerà a lui

Il Parma di D'Aversa tiene il fiato sospeso per le condizioni fisiche di Bruno Alves. Il capitano, leader carismatico e punto di riferimento per i compagni, ha lavorato in parte con il gruppo ed è sulla strada del recupero, dopo l'affaticamento muscolare che lo ha costretto a gettare la spugna negli ultimi minuti della partita con il Chievo, nella quale aveva trovato un gol pazzesco su punizione valso il punto per la squadra di D'Aversa. La battuta d'arresto del capitano, vittima di un affaticamento muscolare, tiene in apprensione la squadra. Durante il riposo forzato del capitano, il tecnico crociato ha fatto affidamento su Simone Iacoponi, uno che nasce centrale e che D'Aversa ha trasformato in terzino di contenimento. All'occorrenza il giocatore ex Entella può fare quel ruolo, assieme a Bastoni, con Gazzola a destra e Gagliolo a sinistra. Solo ipotesi, Bruno Alves ha lavorato venerdì con i compagni e ci sarà.

A centrocampo, i problemi di Rigoni sembrano essere risolti. Colpito da un attacco febbrile in settimana, l'ex Genoa pare essere completamente ristabilito. Leo Stulac può - in alternativa - ricoprire il ruolo di mezzala destra, ma con altre caratteristiche rispetto a Rigoni. Non è un giocatore che fa del dinamismo la sua arma migliore, ma lo sloveno può garantire più tecnica in mezzo al campo e sfruttare il principio del doppio regista. Lui e Scozzarella sono due fonti di gioco e regalano ai compagni due alternative. Con Stulac, Scozza - in odore di rinnovo come Gagliolo - può essere più libero di giocare con il pallone tra i piedi e di impostare o cercare la giocata. L'unico certo di una maglia da titolare dovrebbe essere Nino Barillà, un giocatore insostituibile negli schemi di D'Aversa.

Che in settimana ha provato a prendersi cura di Ciciretti, clamorosamente saltato nelle gerarchie da Mattia Sprocati, la sorpresa della scorsa giornata che però è stato frenato subito da un infortunio, salvo rientrare in gruppo venerdì. Con Siligardi in rampa di lancio, favorito - a questo punto - per una maglia da titolare rispetto a Biabiany sulla destra, l'unico che può contendergliela è proprio Ciciretti che per caratteristiche è simile al fantasista ex Hellas ma meno dinamico. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Tre nuove piste ciclabili: lavori per 1 milione e 150 mila euro

Attualità

Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 84 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Parma potrebbe passare in zona gialla dal 26 aprile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento