menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vittorie importanti in chiave play-off per le franchigie parmigiane

Granducato e Crociati vincono e convincono. I primi battono il Marchiol Mogliano per 21 a 9 mentre i cugini annientano il Casinò di Venezia per 41 a 20 e guadagnano punti importanti per la classifica

Casinò di Venezia – Crociati  20 - 41

Casinò di Venezia: Fiorani, Perziano, Macrae, Campagnaro, Bado, Canale, Daupi, White (cap.), Dima, Palandrani, Ciochina, Gerini, Ceglie, Codo, Levaggi. A disposizione: Previati, Gianesini, Pettinari, Van Niekerk, Boioli, Lunanova, Vassallo, Veronese. All.: Marcuglia.
Crociati:Trevisan, Fa Atou, Lome Ennaour,  Damiani,  Woodman, Anversa,  Ireland, Mandelli, Maestri , Sing, Koloofai,  Boggiani, Coletti, Giazzon, Lovotti, Romano. A disposizione: Saccomani, Devodier, Minari, Frati, Iannone, Passera. All. Frati

Granducato – Marchiol Mogliano  21 - 9

Granducato:Jones, Mortali, Castagnoli, McCann, Sintich , Gerber, Cigarini, Dunbar, Birchall, Barbieri, Contini, Vella, Tripodi, Manici, Goegan. A disposizione: Rizzelli, Zani, Pascu, Du Plessis, Dusi, Onori, Galante, EvansAll: de Marigny e Prestera
Marchiol Mogliano: Candiago, Sartoretto, Patrizio, Gerotto, Fadalti, Ceccato E, Lucchese, Stanfill, Candiago E,  Orlando (cap.), Burman, Pavanello, Ceneda, Corbanese, Ceccato. A disposizione: Nieuwoudt, Sammons, Cipriani, Simion, Saviozzi, Zappalorto, Naude, Minello.

 

I Crociati, conquistano una’importante vittoria contro il Casinò di Venezia per 41 a 20 dopo una bella prova e conquistano anche il punto bonus per le mete. Passano solo sette minuti e i Crociati sono subito sorpresi dal vantaggio del Casinò Venezia grazie ad un bel drop, durante un’azione di attacco, realizzato da Canale. Gli ospiti, non sembrano accusare il colpo e si portano subito avanti tant’è che al 10’ arriva la prima meta di giornata, schiacciata da Koloofai e la successiva conversione di Anversa e ora i ducali conducono la gara. Al 18’ arriva il primo cambio della gara con Venezia che mette fuori Fiorani e butta in campo Guida.  In due minuti, tra il 17’ e il 19’ i Crociati incrementano il proprio vantaggio grazie a due calci di punizione trasformati da Anversa. I Crociati dominano lasciando pochissimi spazi agli avversari e portandosi più volte nei ventidue del Casinò. Al 24’ arriva la seconda meta per i ducali grazie a Fa Atou e la conversione trasformata da Anversa. I veneziani sono in bambola e concedono molto agli ospiti tanto che al 27’ arriva la terza meta con Ireland e ancora Anversa trasforma la conversione. A tre minuti dalla fine del primo tempo si rivedono i padroni di casa che trasformano un calcio di punizione con Canale. Nelle fila dei ducali esce Ireland, entra Frati.  Il secondo tempo si apre con altri tre punti per i Crociati, grazie al piazzato trasformato da Anversa.  Al 48, però, Venezia accorcia gap con la meta di Codo e la conversione di Canale.  I padroni di casa ora ci credono a schiacciano un’altra meta con Campagnaro e ancora la conversione di Canale. I Crociati alzano la voce al 68’ quando Fa Atou schiaccia a meta e Anversa realizza la trasformazione. Analoga situazione al 74’ quando però la meta è realizzata da Damiani. 41 a 20 al 75’ e sarà così fino alla fine della gara.

Il Granducato doveva riscattare la pesante sconfitta di sette giorni fa e lo fa battendo il Marchiol Mogliano per 21 a 9. Si mette subito in salita la partita per i ducali che vanno sotto dopo appena cinque minuti per un piazzato concesso dall’arbitro ben trasformato dal giocatore del Marchiol, Fadalti, quindi dopo cinque minuti siamo sullo 0 a 3. Il pareggio però non tarda arrivare ed è ancora un calcio di punizione a condizionare la gara. Jones, per  i ducali, centra i pali e riporta in parità il punteggio. Partita molto equilibrata nei primi minuti. Le emozioni tardano ad arrivare, il Graducato però risulta più aggressivo costringendo gli avversari a commettere fallo come al 20’ quando l’arbitro concede la seconda punizione ai padroni di casa, trasformato da Jones. 6 a 3 dopo venti minuti.  La partita è decisa fino ad ora solo dai calci di punizione, con le mete che faticano ad essere realizzate. Al 24’ è ancora il Granducato a usufruire di un calcio di punizione trasformato ancora da Jones. Quattro minuti dopo il Marchiol Mogliano si riporta in partita con la punizione trasformata da Fadalti.  Al 38’ i ducali potrebbero aumentare il vantaggio ma Jones calcia fuori la punizione. Al 42’ c’è il primo giallo di giornata nelle fila del Granducato, a Sintich. Il pareggio arriva al 44’ con l’ennesimo piazzato di Fadalti. Al rientro in campo il Granducato riesce a schiacciare a meta con Gerber e Jones che trasforma la conversione.  Jones successivamente sbaglia anche un calcio di punizione, il secondo sbagliato. Al 47’ arriva la meta di Castagnoli ma la trasformazione no.  In campo si rivede Palumbo, importante recupero per il Granducato, che entra al posto di Sintich. Finale 21 a 9 per i ducali

Classifica : Rovigo Delta 42, Cavalieri Prato 41, Petrarca Padova 41, Crociati 38, Granducato 34, Futura Park 31, Marchiol Mogliano 19, Mantovani Lazio 18, L’Aquila 10, Casinò di Venezia 0

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 200 casi ma nessun decesso

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento