Spadafora rallenta: "La ripresa del campionato? Non c'è una data certa"

"C'è un Protocollo per gli allenamenti su cui il Comitato tecnico scientifico ha ritenuto di dover fare degli approfondimenti l'audizione avverrà domani e speriamo possa servire a dare il via libera"

Vincenzo Spadafora - foto Ansa

"Oggi è impossibile definire una data certa per la ripresa dei campionati di calcio perche' dobbiamo almeno verificare come reagirà la curva dei contagi nelle prossime due settimane, dal momento che solo due giorni fa il Paese ha avviato la graduale fase di riapertura e dovremo anche ricevere le valutazioni del Comitato tecnico scientifico. Solo allora il Governo potra' decidere". Lo ha detto il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, rispondendo al Question time alla Camera sulle misure per la possibile ripresa dei campionati di serie A, B e Lega Pro. "La Figc ha proposto un Protocollo per i suoi allenamenti, su cui il Comitato tecnico scientifico ha ritenuto di dover fare degli approfondimenti: l'audizione avverrà domani e speriamo possa servire a dare il via libera al Protocollo, considerando anche che il calcio non consente le distanze di sicurezza nè l'utilizzo dei dispositivi di protezione - continua Spadafora -. La road map per la ripresa dello sport è molto chiara e tutt'ora valida. Il 4 maggio sono ripresi gli allenamenti degli sport individuali e, a livello singolo, anche degli sport di di squadra, sulla base di un protocollo emanato dall'Ufficio per lo Sprot ed elaborato insieme a Coni, al Cip alla Fmsi e che e' stato validato dal Comitato tecnico scientifico. Il 18 maggio- ha concluso- la ripresa avverrà con le stesse modalità, auspicabilmente per tutti gli allenamenti di squadra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Parma in zona arancione: il calendario delle regole nel fine settimana

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Viola il coprifuoco per andare a trovare la fidanzata: giovane multato per 400 euro

  • Parma scongiura la zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento