Sport

Ghirardi sul rinnovo a Dodadoni: "Stiamo definendo cifre e durata"

"Da parte nostra c'è la volontà di allungare il contratto e dalla sua quella di restare. Siamo fiduciosi di poter annunciare questo rinnovo la prossima settimana. Ho fiducia in questa squadra e nei giocatori"

Il presidente Tommaso Ghirardi è stato intervistato questo pomeriggio al centro sportivo crociato da Sky Sport 24. Il primo tema affrontato è stato quello relativo al rinnovo di mister Dondadoni: "Da parte nostra - ha spiegato - c'è la volontà di allungare il contratto e dalla sua quella di restare. Stiamo definendo cifre e durata, dettagli importanti, ma siamo fiduciosi di poter annunciare questo rinnovo la prossima settimana". Il momento è quanto meno insolito per un annuncio come questo: "Sono state sette giornate molto difficili. Temevo di iniziare in modo peggiore - chiarisce il presidente -. Se sono stato abbastanza soddisfatto del gioco espresso nelle prime sei gare, non lo sono stato affatto per l'atteggiamento visto a Catania, anche se avevo già sottolineato quanto fosse difficile questo match. Ho già detto questo alla squadra ma ciò non incide sul lavoro del mister e sulle doti umane che ha dimostrato. Mi sta dando le risposte che cercavo e - prosegue sorridendo Ghirardi -  magari annunciando il rinnovo dopo una sconfitta non mi daranno più del mangiallenatori...". Le considerazioni si spostano quindi sui 32 cartellini gialli presi dal Parma e sui 5 rigori subiti.


"Abbiamo deciso di non lamentarci e manteniamo questa linea  ma è giusto ricordare i dati. Significa che il nostro atteggiamento in campo probabilmente non è capito, dovremo essere più bravi in questo. Ma come detto, i dati vanno ricordati. C'è anche quello dei gol subiti all'inizio della gara, come a Catania e come a Napoli. Dà fastidio, stiamo lavorando per eliminarlo ". E' pronto il presidente per un primo bilancio? "Voglio aspettare le prossime 3 gare, perché dopo 10 giornate si possono trarre le prime conclusioni e capire di più quali possono essere gli obiettivi. Ho fiducia in questa squadra in questi giocatori e in Amauri che sono sicuro sarà protagonista. Ricordo poi che Belfodil è un 92, Pabon è un giocatore giovane che sta crescendo. Arriva da 50 gol in due stagioni e non si fanno tante reti per caso, e poi tutti gli altri perché facciamo pochi gol con gli attaccanti ma segnano difensori e centrocampisti e questa è una nota positiva".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ghirardi sul rinnovo a Dodadoni: "Stiamo definendo cifre e durata"

ParmaToday è in caricamento