Ghirardi sul rinnovo a Dodadoni: "Stiamo definendo cifre e durata"

"Da parte nostra c'è la volontà di allungare il contratto e dalla sua quella di restare. Siamo fiduciosi di poter annunciare questo rinnovo la prossima settimana. Ho fiducia in questa squadra e nei giocatori"

Il presidente Tommaso Ghirardi è stato intervistato questo pomeriggio al centro sportivo crociato da Sky Sport 24. Il primo tema affrontato è stato quello relativo al rinnovo di mister Dondadoni: "Da parte nostra - ha spiegato - c'è la volontà di allungare il contratto e dalla sua quella di restare. Stiamo definendo cifre e durata, dettagli importanti, ma siamo fiduciosi di poter annunciare questo rinnovo la prossima settimana". Il momento è quanto meno insolito per un annuncio come questo: "Sono state sette giornate molto difficili. Temevo di iniziare in modo peggiore - chiarisce il presidente -. Se sono stato abbastanza soddisfatto del gioco espresso nelle prime sei gare, non lo sono stato affatto per l'atteggiamento visto a Catania, anche se avevo già sottolineato quanto fosse difficile questo match. Ho già detto questo alla squadra ma ciò non incide sul lavoro del mister e sulle doti umane che ha dimostrato. Mi sta dando le risposte che cercavo e - prosegue sorridendo Ghirardi -  magari annunciando il rinnovo dopo una sconfitta non mi daranno più del mangiallenatori...". Le considerazioni si spostano quindi sui 32 cartellini gialli presi dal Parma e sui 5 rigori subiti.

"Abbiamo deciso di non lamentarci e manteniamo questa linea  ma è giusto ricordare i dati. Significa che il nostro atteggiamento in campo probabilmente non è capito, dovremo essere più bravi in questo. Ma come detto, i dati vanno ricordati. C'è anche quello dei gol subiti all'inizio della gara, come a Catania e come a Napoli. Dà fastidio, stiamo lavorando per eliminarlo ". E' pronto il presidente per un primo bilancio? "Voglio aspettare le prossime 3 gare, perché dopo 10 giornate si possono trarre le prime conclusioni e capire di più quali possono essere gli obiettivi. Ho fiducia in questa squadra in questi giocatori e in Amauri che sono sicuro sarà protagonista. Ricordo poi che Belfodil è un 92, Pabon è un giocatore giovane che sta crescendo. Arriva da 50 gol in due stagioni e non si fanno tante reti per caso, e poi tutti gli altri perché facciamo pochi gol con gli attaccanti ma segnano difensori e centrocampisti e questa è una nota positiva".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

Torna su
ParmaToday è in caricamento