menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sansone esulta dopo il gol - TM News Infophoto

Sansone esulta dopo il gol - TM News Infophoto

Torino-Parma 1-3| Sansone, Amauri e Rosi affondano i granata

Partita difficile per i ragazzi di Donadoni che subiscono i granata per buona parte del primo tempo. Marchionni entra e cambia la gara con i crociati che mandano in tilt Ventura e i suoi

Le indiscrezioni della vigilia vengono confermate. Ninis al posto di Galloppa nel Parma che cerca una vittoria in trasferta, che in questo campionato manca. Donadoni si affida a Biabiany al fianco di Amauri, con Rosi che ha il delicato compito di tenere a bada Vives, brutto cliente. Dall'altro lato c'è Gobbi, che va in affanno nella prima mezzora, poi si stabilizza e limita uno Stevanovic molto vivace in avvio. Il Torino, che non segna in casa dal primo settembre, si presenta senza due titolari fissi. Se l'assenza di Ogbonna era cosa risaputa, fa discutere quella del capitano Rolando Bianchi, che Ventura ha deciso di far riposare in vista delle sfide ravvicinate contro Lazio e Napoli. Davanti c'è spazio per Sansone e Meggiorini, con il 4-2-4 che appare ben definito anche se Vives non è attaccante "pronunciato" come Cerci e Stevanovic sa fare il doppio ruolo. Quindi una specie di 4-4-2, blindato da Darmian e Glik.

IL MATCH - Proprio dal binario di destra, dove agiscono Darmian e Stevanovic, nasce il primo pericolo per il Parma, con il difensore che si beve Gobbi e spara ma Pavarini è attento. Nei primi minuti della gara la scelta di Ventura sembra pagare. Con attaccanti mobili i lunghi del Parma vanno in difficoltà, e lo dimostrano i tentativi di Meggiorini e Sansone che, nel giro di un quarto d'ora, vanno da Pavarini in maniera abbastanza facile.
Il Parma si difende, male sul binario mancino, e si affida a Biabiany e alle solite galoppate. Paradossalmente crea la palla gol più netta della gara, con Amauri che, a porta vuota, se la divora.Valdes, cinto ai fianchi da Parolo e Ninis, non è il solito, Vives lo attacca appena prende palla, con le fasce blindate dai granata che pressano alto senza palla e la fanno circolare quando ce l'hanno tra i piedi, con sapienza. Donadoni osserva e sbraita, cercando di incitare i suoi, racchiusi in Biabiany e in un angolo che per poco non si trasforma in gol grazie a Zaccardo. Gillet è attento. Con il passare del tempo, la squadra di Donadoni sembra scrollarsi di dosso l'intoppo del fischio d'inizio e si sistema bene in campo, limitando le folate offensive dei granata e concedendo qualcosa sulle palle alte, dove Rodriguez, allo scadere del primo tempo, va vicino al vantaggio. Pavarini si conferma affidabile e reattivo.

LE PAGELLE

Donadoni lascia Ninis in panchina al posto di Marchionni con lo schieramento tattico che non cambia. Il Torino attacca e Sansone scalda subito i guanti di Pavarini che si mostra pronto. Sarà il suo ultimo intervento, anche perchè l'arbitro. Al 9' lo stesso Sansone cade in area tra Paletta e Lucarelli , forse accentuando un po' la caduta, ma l'inflessibilità dell'arbitro è tale da far rimanere Ventura in dieci uomini. E pensare che stava entrando Bianchi con l'ex Sassuolo pronto ad allungarsi sull'esterno.Invece entra Birsa al posto di Vives con Ventura che non rinuncia agli esterni. Vives, per forza di cose, lascia più spazio di manovra a Valdes ma la gara non decolla, fino a quando non entra l'altro Sansone, quello del Parma. Prima un controllo sbagliato e qualche apprensione, poi un sinistro perfetto che trafigge Gillet. Il Sansone che non ti aspetti e felicissimo e va a festeggiare in panchina con un cuore che a fine gara dedicherà alla famiglia. E' il 27'. Due minuti dopo, è il 29', è il turno di Amauri che di testa insacca e mostra la maglia numero 8, quella di Galloppa infortunato.
Il Torino è ormai sotto scacco e Valdes è bravo a far valere la sua cifra tecnica e a mordere laddove c'è bisogno. Gli spazi sono invitanti e Biabiany non aspetta altro: da sinistra arriva in area e serve Rosi che deposita in rete per il 3-0 che verrà reso un po' meno amaro dal gol di Basha che rende meno difficile un pomeriggio da dimenticare.

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa

  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento