Martedì, 22 Giugno 2021
Sport

Tra classifica e mercato: le spine di D'Aversa e il progetto Krause

Il tecnico spinge, vuole la sterzata dal punto di vista psicologico. Il presidente insiste sulla linea giovani

Foto Ansa

Al di là delle buone intenzioni restano i numeri. Drammatici. Il confronto con l’anno scorso è impietoso, meglio non farlo, non avrebbe senso. La fotografia della stagione è custodita in una cornice che appesantisce il quadro: nelle ultime 11 partite il Parma ne ha vinte zero, segnando solo quattro gol. Questo sarebbe necessario a spiegare la difficoltà di una squadra che dall’arrivo di D’Aversa ha registrato passi avanti per quanto riguarda voglia di giocarsela, reagire e combattere. Cose che al Maradona non si sono viste, o meglio, non per tutta la partita. Un insieme di cause che sono ad oggi al vaglio del tecnico, che rispetto a un anno fa si trova con 15 punti in meno e una sesta posizione lontana anni luce. All’ombra delle grandi si respirava aria pura. Altri tempi, questi che verranno saranno ancora più duri rispetto a quelli che si vivono adesso, dove l’aria è appesantita dai 38 gol subiti e dai soli 14 fatti.  Cornelius  e Inglese restano, al netto delle difficoltà di entrambi gli unici centravanti del campionato ad aver segnato zero gol.

Numeri ammorbiditi solo in parte dalle flebili speranze di un mercato che ha visto Kyle Krause in prima linea, per dare continuità a un progetto giovani cominciato in estate e che molte volte rischia – specie con queste posizioni di classifica – di naufragare ancora prima della partenza. E che per adesso non combacia con l’esigenza di classifica, che impone al Parma di salvarsi proprio per dare vita a quel progetto che tanto affascina KK e il figlio Oliver, al seguito della squadra a Napoli, oggi a Milano per cercare di sedare le ire di D’Aversa con una nuova infornata (i tempi sono stretti) di gente che sappia lottare. "I motivi per i quali sono tornato a Parma sono due: quello emotivo, perché questa è la mia seconda casa, quello tecnico. Avevo chiesto delle garanzie sotto l’aspetto del mercato. Chiaro che si era parlato di giocatori pronti, il penultimo posto non è casuale. Il campionato di Serie A è difficile, quindi chiaro che servono giocatori pronti ed è quello di cui si era parlato con la società". Dichiarazioni forti, comunque le si legga. 

L’allenatore ha tenuto tutti a rapporto dopo la sconfitta di Napoli, nello spogliatoio si è fatto sentire, ribadendo il concetto in conferenza stampa. “In questo momento sbagliamo le cose elementari, uno stop o un passaggio. Mentalmente bisogna cambiare qual cosina, è bene che lo capiamo subito, altrimenti glielo farò capire io – ha detto D’Aversa”.

Si prospetta un settimana bella intensa per il Parma, che deve smaltire le scorie della sconfitta, la numero undici in venti partite e preparare un derby da dentro o fuori, inutile negarlo. Sperando di superare indenne le ultime ore di calciomercato. L’allenatore aveva chiesto profili pronti per sopperire alle mancanze di qualità che in questa prima parte di stagione hanno caratterizzato il cammino. Il presidente ha speso, non ha certo lesinato investimenti anche se c’era forse più bisogno di lottatori esperti adatti alle contingenze del momento che di giovani promesse funzionali a un progetto affascinante e speriamo non utopistico. C’è da dire che Kause ha partecipato attivamente alla causa, iniettando denaro vero nel mondo Parma, depresso dai risultati e mosso dalla speranza di una rivalsa che possa partire dai senatori. A proposito dei senatori, i grandi assenti sono stati proprio Gervinho (che resta sul mercato) e compagni, che da domani avranno meno tempo per pensare. Bisognerà agire, per andare a caccia di quello scossone psicologico di cui ci sarebbe davvero bisogno in questi casi. Sarà finito anche il mercato, D’Aversa potrà cominciare il decisivo mese di febbraio avendo la visuale completa della rosa che andrà ad allenare da qui alla fine – si spera con buon esito – di un campionato travagliato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra classifica e mercato: le spine di D'Aversa e il progetto Krause

ParmaToday è in caricamento