rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Sport

Tra Pecchia e Grosso, ma occhio all'outsider: il punto sull'allenatore

L'ex Cremonese piace anche al Benevento, che lo tenta affidandogli il un progetto per vincere subito. Zanetti più defilato

Il Parma prepara l'affondo decisivo per reclutare quello che sarà il nuovo allenatore. La lista si assottiglia sempre di più, sembra che Paolo Zanetti si trovi in posizione defilata. L'allenatore ex Venezia, licenziato anzitempo dal club lagunare, ha rappresentato per un bel periodo una valida alternativa per il club di Kyle Krause. Ma l'affondo decisivo non è mai partito. Tanto che Zanetti stesso, corteggiato da due squadre in Serie A e un altro paio in Serie B, ha proseguito nel suo percorso e sembra essere a un passo dall'Udinese che ha interrotto il suo rapporto con Cioffi. Nell'effetto domino delle panchine in Serie A, il tecnico dei friulani dovrebbe andare a Verona, con Tudor più spostato su Bologna.

Incastri di un puzzle che vede il Parma ancora senza un pezzo importante. Due, anzi. Il managing director corporate in dirittura d'arrivo, che potrebbe essere annunciato a breve, e l'allenatore, appunto. Per il primo Krause sembra aver scelto un profilo lontano dal mondo del calcio, mentre per il secondo i colloqui proseguono. E la lotta sembra essere tra Fabio Pecchia e Fabio Grosso che però - a sentire Guido Angelozzi, direttore sportivo del Frosinone - dovrebbe essere riconfermato. I ciociari hanno intenzione di ripartire da lui, mentre il Parma ha fretta di chiudere e non vorrebbe intraprendere un'asta per un allenatore rischiando di offrire più soldi di quanti Grosso non ne percepisca già al Frosinone ora. 

Per questo la società sarebbe orientata con convinzione verso Pecchia, libero e più avvicinabile ma anche corteggiato dal Benevento che cerca un allenatore per un nuovo corso. Probabilmente partirà anche il ds Pasquale Foggia, destinato alla Lazio e servirebbe a Vigorito un personaggio forte come Pecchia appunto, capace di vincere subito (come ha fatto con Verona e Cremonese, appunto) sostenuto da un ds - Fusco, nel caso - che conosca la categoria e abbia leadership. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra Pecchia e Grosso, ma occhio all'outsider: il punto sull'allenatore

ParmaToday è in caricamento