Venerdì, 17 Settembre 2021
Sport

Tutti pazzi per Mihaila: Lazio, Milan e Roma in fila il talento di Targoviste

Il Napoli si è mosso per primo. Il Parma (che ha sborsato già 8,5 milioni per assicurarselo) a fine giugno deve versare all'Universitatea 1,5 milioni per il riscatto obbligatorio, ma avrà il 5% su una futura rivendita

Valentin Mihaila - foto Ansa

Due gol e un assist nelle ultime tre partite, primo timbro nella Nazionale maggiore. Una risposta importante alla prima chiamata. Il periodo d’oro di Valentin Mihaila è cominciato con Roberto D’Aversa in panchina, e continua anche lontano da Parma, a quanto pare. Arrivato in sordina, con l’onda lunga di un problema muscolare da smaltire, diventato poi pubalgia da operare, il romeno di Targoviste sta guadagnando credibilità, dimostrando di essere un giocatore interessante. Tanto che le big della Serie A hanno messo gli occhi addosso a Valentin, bravo a destare l’interesse di qualche club in Premier. Wolverhampton in particolare.

Non è l’unica, su Mihaila è forte anche l'interesse del Napoli, con qualche telefonata partita dallo staff di De Laurentiis per chiedere informazioni sul giocatore. Ma nelle ultime ore si sono mosse in maniera concreta anche Lazio e Milan, quest'ultimo particolarmente attento alla politica di coltivare talenti sui quali costruire un futuro interessante. L’ultima big a iscriversi alla corsa al romeno è stata la Roma, con i Friedkin che hanno fatto già partire il giro di telefonate per arrivare ai Becali, agenti del calciatore che in passato hanno lavorato con Francesco Totti per portare Valentin in Italia.

Tutti discorsi che eventualmente saranno riproposti a giugno, adesso nella testa del talento romeno c’è il Parma. La missione da compiere in dieci partite si chiama salvezza, è particolarmente difficile ma non impossibile. Krause ha gonfiato il petto, respirando una bella boccata d’orgoglio per il fatto che uno dei suoi gioielli sia entrato nelle mire dei grandi club. Una gioia, a fronte di tanti dispiaceri sportivi. Ma serviranno più di dieci milioni per sedersi al tavolo, dato che il Parma ne ha sborsati 8,5 a settembre per spostare Mihaila dall’Universitatea Craiova, più 1,5 da versare a fine campionato per il riscatto obbligatorio. Senza contare i bonus a raggiungimento degli obiettivi.

In caso di rivendita, KK intascherà il 5% della somma totale, ma nei progetti del Parma c’è che Mihaila, insieme a Man, siano i calciatori del futuro, almeno per un po’. Salvo clamorose offerte, il conte Dracula rimarrà nel ducato, ma non è così scontato, soprattutto se il suo finale sarà da star, come si augura D’Aversa che ne sta valorizzando le potenzialità. E’ andato in panchina contro il Genoa, problemi muscolari derivanti dalla pubalgia hanno fatto optare lo staff tecnico per una scelta precauzionale, visto che poi sarebbe dovuto partire per il tour delle Nazionali. Come Mihaila stesso ha precisato dopo il primo sigillo con la maglia della Romania, ha ancora qualche dolore, ma sembra essere qualcosa di sopportabile. Per l’impresa servono calciatori al top della forma. E Valentin lavora per farsi trovare pronto, spinto dal vento dell’Est.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti pazzi per Mihaila: Lazio, Milan e Roma in fila il talento di Targoviste

ParmaToday è in caricamento