Il Parma in bolla con l'Udinese nel mirino

Liverani aspetta notizie dal prossimo giro di tamponi. E intanto prepara la partita con tante incognite

Fabio Liverani - foto Ansa

In attesa di capire se e come il Coronavirus inciderà maggiormente nelle scelte – già obbligate – di Fabio Liverani, il Parma si allena a Collecchio aspettando l’esito dei tamponi che ha effettuato in mattinata per scongiurare il pericolo di altri positivi dopo i quattro comunicati mercoledì pomeriggio. I calciatori (di cui uno leggermente sintomatico e gli altri tre asintomatici) sono stati prontamente isolati secondo le direttive federali e ministeriali, tutti gli altri membri del gruppo squadra sono risultati negativi ai test Covid-19 e hanno già iniziato l’isolamento fiduciario nel centro sportivo di Collecchio, con la possibilità di svolgere la regolare attività di allenamento per tutti gli atleti negativi senza avere alcun contatto con l’esterno.

In attesa di avere notizie del prossimo giro di tamponi, Liverani aspetta anche l’arrivo dei Nazionali in giro per il mondo tra Nations League e amichevoli. Simon Sohm e Gervinho sono rientrati, Kucka (in tribuna perché squalificato, non ha preso parte alla gara della sua Slovacchia contro Israele) rientrerà nelle prossime ore, come Kurtic. Tutti sono in attesa dei tamponi, come da protocollo, dopo l’esito potranno aggregarsi al gruppo e strappare la convocazione per Udine, dove Liverani dovrà far ripartire la macchina che ha parcheggiato quindici giorni fa: la vittoria contro l’Hellas Verona ha rilanciato le ambizioni del Parma, gonfiate anche da un mercato di giovani promesse: “Sarà un futuro roseo per il Parma – ha detto Marcello Carli a Radio Sportiva - la famiglia Krause è seria e coesa, questo mi dà sicurezza. Il nostro presidente ha portato idee, voglia e risorse. Ora abbiamo bisogno di tempo, e non si tratta di un alibi. I senatori dovranno aiutare i giovani a raggiungere una salvezza tranquilla. Se ce la facciamo, il futuro sarà roseo e potrà regalarci soddisfazioni”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il futuro, quello più prossimo, è però incerto. Le nubi del coronavirus si addensano su Collecchio, la bolla spera di non perdere altri giocatori. All’orizzonte c’è l’Udinese, che ha collezionato zero punti in tre partite e segnato zero gol (contro Verona, Spezia e Roma). L’ultimo gol in partite ufficiali della banda Gotti risale al 2 agosto, ultima giornata di un campionato infinito. La partita contro il Sassuolo è stata decisa da Stefano Okaka, ex della gara. Da allora, in sette partite (quattro amichevoli, tre di campionato), l’Udinese non ha mai vinto e aspetta il Parma per invertire la rotta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento