menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabio Liverani - foto Ansa

Fabio Liverani - foto Ansa

Vigilia contro l'Udinese, Liverani: "C'è un protocollo, bisogna adattarsi"

Il tecnico ha parlato al sito ufficiale del club: "Purtroppo fa parte di questo periodo e ci adeguiamo. La squadra si è allenata bene, dispiace per i positivi, però gli altri sono abbastanza concentrati"

Mister Fabio Liverani presenta così, ai microfoni del sito ufficiale del Parma Calcio 1913, la partita di domani contro l’Udinese, valida per la quarta giornata del campionato Serie A Tim 2020-2021.

Sono ore particolari, Come le state vivendo? 
“Io le vivo con molta serenità. C’è un protocollo, c’è un’idea valida per questa stagione alla quale, anche se fastidiosa, bisogna adattarsi velocemente. E mi sembra che la squadra lo viva serenamente. Purtroppo fa parte di questo periodo e ci adeguiamo. La squadra si è allenata bene, dispiace per i positivi, però gli altri sono abbastanza concentrati”. 

Domani che partita si aspetta? 
“E’ una partita difficile sotto tanti punti di vista. L’Udinese è una squadra tra le più fisiche, nelle ultime ore di mercato ha acquistato dei calciatori di qualità ed internazionali come Deulofeu o Pussetto. E’ arrivato anche Pereyra: calciatori importanti per migliorare. Ho visto le loro partite, è una squadra viva che non merita la classifica che ha. Sarà una partita certamente difficile e molto fisica. La squadra si è allenata bene e sta migliorando”. 

Per motivi diversi dovrà reinventarsi nuovamente l’attacco. Ha in mente qualche sorpresa?
“Abbiamo chiuso il mercato con una rosa numericamente giusta. L’avevamo chiesta così per andare incontro anche a questi momenti. Sicuramente quando le assenze sono tante nello stesso reparto si va un po’ in difficoltà però credo che abbiamo la possibilità di poter fare la partita ad Udine, di poter creare loro delle difficoltà sapendo che abbiamo delle caratteristiche diverse. Vedremo domani che tattica cercare di adottare”. 

Al netto degli infortunati e dei nazionali, ha potuto lavorare in queste due settimane con un po’ di costanza? Quali sono le sensazioni che si porta con sé? 
“A livello numerico non abbiamo alzato di tanto gli allenamenti. Sia per i nazionali assenti sia per gli infortunati, la squadra ha lavorato poco insieme. Io credo, invece, che dalla prossima settimana e fino alla prossima sosta, possiamo farlo sperando di non avere altre problematiche tra infortuni e Covid-19 che possono crearci difficoltà”. 

Come procede l’inserimento dei nuovi acquisti? 
“Coloro che erano un po’ più avanti per allenamenti con la squadra erano Osorio, Brunetta e Cyprien. Abbiamo perso Brunetta, Osorio e anche lo stesso Valenti. Cyprien è quello che si è allenato di più, che forse è più pronto insieme a Sohm che è arrivato giovedì. Sono i due più pronti per poter far parte della squadra”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

Attualità

Blok 30, il nuovo centro polifunzionale di Parma

Attualità

Scuole: a Parma riapriranno il 18 gennaio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 56 nuovi contagi e 2 morti

  • Cronaca

    Covid: a Parma e provincia vaccinate quasi 14.500 persone

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento