Parma, parla Valdes: "Andiamo a Bergamo per fare risultato"

L'ex giocatore dell'Atalanta si trova a sfidare il suo passato, galvanizzato anche dalla buona prova di mercoledì sera in un ruolo non suo: "Bisogna farsi trovare pronti"

Jaime Valdes in azione -Tm News Infophoto

La sua prima partita nel ruolo di regista basso davanti alla difesa, ha detto di un buon Valdes. Il cileno è stata una delle sorprese più belle della serata contro la Fiorentina, Donadoni gli ha trovato un nuovo ruolo che lui ha dimostrato di saper interpretare bene, malgrado qualche difficoltà iniziadovuto una all'ambientamento nella nuova mattonella del Tardini.

NUOVO RUOLO - Il fantasista cileno spiega come si è sentito nel ruolo che, da anni, Pirlo interpreta come pochi. "Non avevo mai giocato in partita in quel ruolo, avevo provato solo in allenamento. All'inizio e stato difficile trovare la posizione, ma piano piano mi sono adattato grazie anche all'aiuto dei compagni". Forse Donadoni gli ha trovato un nuovo ruolo, in una zona del campo in cui il Parma ha spesso mostrato qualche lacuna. L'uomo d'ordine dai piedi buoni e dalla visione di gioco discreta, che potrebbe innescare la velocità di Giovinco e Biabiany. "Quella è una zona particolare - dice Valdes - perché se perdi palla rischi. Ne ho perse un paio, si, ma ne ho recuperate tante. Sono contento della mia prova e di quella della squadra, peccato che non siamo riusciti a vincere" . La squalifica di Musacci ha costretto Il mister ad inventarsi il nuovo ruolo. Ora che l'ex Empoli è tornato, Valdes non ci pensa minimamente a lasciare il posto che si è saputo conquistare. "Sono a disposizione del mister e sta a lui decidere, sono disponibile e ho tanta voglia di giocare. Ho tanti anni in questi campionati, so che le caratteristiche che ho sono più offensive, ma ho cercato di fare le cose semplici e mi sono trovato bene, tocca al mister decidere poi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A BERGAMO PER VINCERE - Anche se lui ci crede e ci spera in una riconferma, soprattutto in quello che è stato il suo Stadio. "A Bergamo troveremo un ambiente che aiuta la squadra sotto il piano della determinazione, ma noi siamo in un buon periodo, anche se i risultati non ci aiutano in questo momento. Andiamo li per vincere contro un'Atalanta compatta che sta facendo bene. La superiorità numerica a centrocampo e l'aggressività sono le armi che abbiamo a disposizione. Sto bene fisicamente e ci tengo a giocare e fare bene soprattutto per dare il mio contributo alla squadra. Che dovrà essere concreta per finalizzare le palle gol che creiamo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

  • Influenza: a Parma il primo caso in un bimbo di 9 mesi

  • Coronavirus: a Parma 15 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento