Parma, parla Ghirardi: "A Cesena con determinazione e grinta"

"Oggi sono stato al centro sportivo, ho parlato alla squadra e all'allenatore, ho visto nei loro occhi quel fuoco che deve accompagbnarci da qui all'ultima partita. Non abbiamo espresso tutto il potenziale"

Tommaso Ghirardi in conferenza stampa - Fc Parma

Dopo la presentazione dell'accordo con AIDO, Tommaso Ghirardi si è intrattenuto con i giornalisti per fare il punto sulla situazione del suo Parma. La sconfitta contro il Milan lo vede ad un passo dalla zona calda, ma il presidente resta sereno e non si scompone. Prima di parlare del Cesena, il numero uno giallobl fa sapere ancora una volta, di tenerci davvero tantissimo all'iniziativa di partnership siglata con AIDO. "E' importante sottolineare gli aspetti di questa azione. Ci teniamo molto perché si tratta di una cosa molto seria che ci tocca in maniera particolare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


IL FUOCO NEGLI OCCHI - Dopo di che si passa a parlare dell'impegno contro i bianconeri di Beretta, ex tecnico del crociato. "Domenica è una partita importantissima che affrontiamo con concentrazione e determinazione. Nello stesso tempo siamo sereni e consapevoli di essere un gruppo forte. C'è voglia di dimostrare il nostro valore, non totalmente espresso fino a qui. Sono stato a vedere l'allenamento e ho parlato con squadra e allenatore, ho visto negli occhi di ciascuno quel fuoco che ci deve accompagnare da qui fino alla fine della stagione". Partita determinante? "Sono determinanti tutte le partite - dice Ghirardi -. Lo scorso anno abbiamo perso contro l'ultima in classifica ma ci siamo salvati con anticipo e abbiamo fatto un dodicesimo posto molto soddisfacente. Non bisogna sottovalutare l'avversario ma preferisco incontrare l'ultima anzichè la prima". Questa la risposta a chi gli ricorda che, lo scorso campionato il Parma ha pesro con il Bari che era fanalino di coda, causando l'esonero di Marino. Poi il discorso si sposta su Leonardi, corteggiatissimo da mezza serie A. "Con Leonardi abbiamo un contratto di due anni e non ce motivo di rinnovarlo ora o di parlarne. Lui vuole rimanere qui ancora per tanto tempo, io sono soddisfatto di avere un direttore così. Se tutti lo cercano un motivo ci sarà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus: le regioni ad alto rischio non riapriranno il 3 giugno

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

Torna su
ParmaToday è in caricamento