menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sergio Floccari durante la conferenza stampa

Sergio Floccari durante la conferenza stampa

Parma, parla Floccari: "Contro il Chievo per invertire la rotta"

L'attaccante crociato avverte: "I veneti conoscono bene la categoria, sono una squadra compatta e molto quadrata. Ieri ho visto la loro partita, bisogna faticare"

Sergio Floccari ha il mirino puntato verso il Chievo. "Ieri abbiamo visto la partita, Di Carlo fa giocare bene le sue squadre, soprattutto in casa. Si tratta di un gruppo che conosce la categoria, una squadra quadrata compatta e con molta gamba, non penso perciò che pesi il fatto di avere una partita in meno. Noi non abbiamo giocato, vero, ma  non può influenzare più di tanto".

Più che un gran bomber, Sergio Floccari si sta facendo apprezzare per il lavoraccio che sta facendo, di cui dovrebbe beneficiarne la squadra. Ma gli manca il gol? "Mi rivedo in una crescita generale che ci deve essere assolutamente. Abbiamo potenzialità importanti e ognuno di noi può beneficiare del gioco di squadra. Per quanto mi riguarda devo migliorare in tante cose, se sono arrivati pochi gol è anche colpa mia in questo momento. Però mi piace vedere la crescita positiva della squadra". Assicura che non è un problema di moduli, perchè non bisogna ridurre il calcio a numeri. "I moduli - dice l'attaccante - contano fino ad un certo punto. Importante è come ti proponi in campo, serve l'atteggiamento giusto. I moduli sono numeri, ciò che conta è mettersi a disposizione del mister e accontentarlo in cio che chiede". Un passo indietro e sotto con la Juventus, la mancata partita, raccontata da vicino. "Arrivando allo stadio dall' albergo ci siamo resi conto delle condizioni climatiche abbastanza in bilico. Noi eravamo pronti per giocare però.  Le condizioni climatiche di questa settimana non ci hanno dato problemi per lo svolgimento degli allenamenti. Siamo riusciti a fare tutto nel migliore dei modi". Ma come si fa a risolvere questa emergenza che riguarda da vicino il calcio italiano? "Secondo me il problema riguarda le strutture. A parte questi casi eccezionali, dove il freddo è davvero notevole, bisogna mettersi alla pari con gli altri stati per cercare di cambiare passo a livello istituzionale". Cambiare passo, quello che il Parma cercherà di fare contro il Chievo. In trasferta la squadra di Donadoni latita e fatica, contro i veneti la partita della svolta?  "Ogni partita è l'occasione giusta per invertire la rotta, dobbiamo dare continuità alle nostre prestazioni perché questa è la cosa importante". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento