Domenica, 19 Settembre 2021
Sport

Vigilia contro il Benevento, Maresca: "Ho buone sensazioni, Franco sta crescendo"

Il tecnico in conferenza stampa: "Vazquez ha bisogno di un po' di tempo, ma lo stesso Tutino o Schiattarella. Serve un po' di tempo. Siamo vicini a quel click che può darci la vittoria"

foto parmacalcio1913.com

Dal nostro inviato

PARMA - E' già un big match, quello tra Parma e Benevento. Non tanto per la classifica, quanto per il fatto che si affrontano due squadre retrocesse l'anno scorso. Entrambe costruite per vincere, come ammette Enzo Maresca in conferenza stampa. "Il Benevento è una squadra forte - dice il tecnico - importante. Ha conservato la squadra della Serie A, ha cambiato poco. Ma qualsiasi società adesso dice che il Parma è la favorita per vincere il campionato. Abbiamo assunto questa idea di provare ad andare su, ma non credo che il Benevento non sia costruito per andare su. Il Monza, il Brescia, la Cremonese. Tanti non lo dichiarano, sono scelte. Ma anche loro lotteranno fino alla fine insieme a noi, per tornare in Serie A".

Dopo il pareggio con il Frosinone al debutto, il Parma è chiamato a dare una risposta. "E’ stata una settimana importante - ha precisato Maresca -abbiamo lavorato molto bene, credo ci siano le sensazioni giuste. E’ una gara importante, parliamo di due squadre che erano in Serie A. Il mercato aperto? E’ un discorso che vale per qualsiasi squadra, per qualsiasi allenatore. Sono arrivati dei calciatori nuovi, ed è sempre un peccato lavorare con gente che deve andare via. In entrata siamo noi a decidere bene o male chi prendere, ma in uscita no". Anche per questo, il Parma di adesso non è ancora quello di Maresca. "Manca ancora tanto - spiega Enzo -. E' vero, ho delle buone sensazioni ma è vero che si può sempre migliorare. Logicamente dobbiamo crescere, credo che rispetto alle due partite ufficiali, l'Inter e la Coppa Italia, con il Frosinone, abbiamo fatto meglio. L’idea nostra è quella di far aumentare il più possibile questa sensazione, portando la squadra in condizione. Dopo il 31 agosto sarà tutto più chiaro, non ci sarà più possibilità di muoversi, sarà una situazione più confortevole per tutti. Dopo la sosta, soprattutto per una condizione fisica di tutti, per noi sarà più facile gestire la situazione. Ad esempio Inglese sta meglio, ma è uno di quei calciatori che non abbiamo mai avuto. Vazquez è al 50%, quello visto a Frosinone è ancora lontano dalla condizione. Ma lo stesso Tutino, Schiattarella. Serve un po' di tempo. Siamo vicini a quel click che può darci la vittoria".

Sulla partita di Frosinone, Maresca è chiaro: "Abbiamo concesso abbastanza venerdì scorso, non tanto di occasioni, quanto di campo. Dopo il 2-1 nostro però non ricordo di occasioni da parte degli avversari. Abbiamo concesso troppo campo per diversi motivi. Perché non siamo in condizione, perché ci siamo abbassati. Le ripartenza le abbiamo concesse, ma se vuoi proporre devi mettere in preventivo che qualcosa va concessa". 

Chiusura dedicata a Gagliolo, ormai vicino al trasferimento alla Salernitana. "E' un giocatore del Parma, lo prenderemo in considerazione per domani. Questo discorso fa parte delle dinamiche di Mercato, non possiamo esimerci. Dal 31 agosto sarà tutto più chiaro". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigilia contro il Benevento, Maresca: "Ho buone sensazioni, Franco sta crescendo"

ParmaToday è in caricamento