menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro il Forlì, D'Aversa: "Bassi? E' pronto, Giorgino a disposizione"

Il tecnico lancia il portiere: "Non è un'atto di sfiducia nei confronti di Zommers, ma non ci potevamo permettere passi falsi in caso di infortunio di Kristaps. Se gioca? Vedrò lunedì"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - "Non guarderò nessuna partita. Né Venezia né Padova, penserò solamente a preparare la rifinitura che è importante. Lunedì abbiamo una partita fondamentale". Probabilmente non ci crede neanche lui. Roberto D'Aversa magari non guarderà le partite del pomeriggio, ma il pensiero durante la rifinitura sarà anche un (bel) po' sugli altri campi. "Pensiamo solo a preparare gli allenamenti, la rifitinura è importantissima e voglio che si faccia al 100% - dice il tecnico in conferenza stampa -. Giochiamo contro una squadra di categoria che ha un ottimo allenatore. Dopo le difficoltà iniziali ha raggiunto una certa tranquillità e adesso gioca con il 3-5-2 o il 4-3-1-2, quindi ci può mettere in difficoltà in qualsiasi momento. Se non scendiamo in campo con la nostra cattiveria faremo molta fatica. Ho sempre detto che il momento più brutto per un allenatore è quello della scelta della formazione. Chi andrà in campo sostituirà chi non gioca in maniera degna.  Il fatto che abbiamo qualche infortunato non deve essere un alibi, dispongo di una rosa che ha molti titolari. Giorgino è a disposizione perché è rientrato in gruppo giovedì. Ho ancora due giorni per valutare chi scenderà in campo. Chiaramente molto dipende da come giocano loro, mi sembra di aver raggiunto il giusto equilibrio nella fase difensiva, ma a prescindere dal modulo, questo può essere un vantaggio per me".

Il Forlì arriva senza pressioni, questo potrebbe costituire un problema per D'Aversa. "Mi aspetto una gara contro una squadra di categoria, che darà il massimo perché ha la testa libera, che vorrà metterci in difficoltà. Hanno un allenatore molto preparato e quindi è un pericolo in più. Chi gioca?  Mazzocchi ad esempio lo considero molto, con me ha sempre giocato, è uno che può spaccare la partita, per quello che lui ha fatto meriterebbe di giocare sempre, come altri, ma resta un giocatore importante per noi anche a gara in corsa. E' vero, mi mancano i centrocampisti di 'peso' ma ho centrocampisti rapidi e 'cattivi' che hanno altre caratteristiche altrettanto importanti. Bassi? Si è allenato fino a gennaio con l'Atalanta, teoricamente sarebbe pronto, è un giocatore importante per noi. Ci tengo a dire che se fosse successo qualcosa a Zommers in questo periodo sarebbe stato molto pericoloso. Per questo la nostra scelta è ricaduta su Davide, un ottimo professionista. Non è un segnale di sfiducia ai danni di Kristapz". Il Parma sta facendo un grande cammino, ma anche gli altri non mollano. "Stiamo facendo sotto l'aspetto dei risultati qualcosa di straordinario, il fatto di essere a tre punti dalla prima (con lo scontro diretto di fatto sono quattro) dispiace, ma dobbiamo essere pronti in caso di passi falsi ad approfittarne". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento