menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro il Modena, D'Aversa: "Basta pensare al derby, lavoriamo per risalire"

"Vanno bene i festeggiamenti, ma adesso basta. Pensiamo alla partita più importante che è la prossima"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - Dopo la sbornia derby, il Parma ha bisogno di trovare continuità di risultati. Risalire la classifica senza guardarla è l'obiettivo principale di una squadra che sa di aver fatto una grande impresa. Ma che non deve e non può essere fine a sé stessa.  "C'è una novità rispetto a Reggio Emilia: Nocciolini è disponibile. Detto questo cerchiamo di non pensare più al derby perché altrimenti ci faremmo del male. Nel momento in cui la partita è finita, c'è l'obiettivo di pensare al Modena, al di là dei festeggiamenti che giustamente hanno fatto i ragazzi. Abbiamo di fronte una squadra che ha recuperato due giorni in più, ma il come andiamo ad affrontare la partita con il solito atteggiamento. Il derby? Adesso basta, c'è un'enorme soddisfazione per aver dato una gioia ai tifosi, ma se continuate a parlare di derby io non rispondo. Adesso di derby non se ne parla più, andiamo ad affrontare il Modena che ha un allenatore molto bravo e che nelle ultime uscite è stata capace di giocarsela alla pari. Una squadra che ha fatto le ultime partite in maniera intensa, che rispecchia l'animo e le caratteristiche del suo tecnico. Sta giocando con un 5-3-1-1, sta a noi non rilassarci e portare a casa punti. Le sensazioni che abbiamo vissuto dopo il derby dovremmo viverle dopo ogni partita. Il sistema di gioco? Può darci una mano, facciamo tutto in base alle caratteristiche dei giocatori, poi penso a quello che magari può portare dei vantaggi. Mi auguro che la visione mia e del mio staff porti solo vantaggi alla squadra. Stiamo abbastanza bene, è normale che ci sia qualche giocatore che abbia recuperato di più, qualche altro di meno, ma abbiamo tempo fino a domani per valutare e scegliere la formazione. Dobbiamo cercare di riportare in campo la stessa cattiveria e la stessa convinzione che abbiamo mostrato nel derby. Sia in fase di possesso che di non possesso. Essere più puliti dal punto di vista tecnico e cercare di sbagliare poco. Si è parlato solo di atteggiamento, ma abbiamo fatto 22 passaggi prima di segnare. Abbiamo fatto una grande azione e abbiamo tenuto il pallone un minuto tra i piedi. Poi se c'è la tranquillità o meno beh, questo non vuol dire che magari non c'è fame. A prescindere dal valore dei giocatori dobbiamo giocare da squadra, poi avere dei giocatori sopra la media rappresenta certamente un vantaggio".

MERCATO - In questi giorni si è parlato della convivenza tra Evacuo e Calaiò, il pensiero di D'Aversa a proposito: " Sono due attaccanti molto simili, è chiaro che uno dei due deve venire a giocare sotto la linea del pallone, ma credo che con il lavoro possano coesistere. Dobbiamo cercare di metterli in condizione. Vanno studiati i movimenti". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa

  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento